martedì 31 marzo 2015

Clock Rewinders #71: Marzo


Cari visitatori della Tana,
eccoci qui con il recap del mese di Marzo.
Ebbene sì, ho scelto di far diventare Clock Rewinders una rubrica a cadenza mensile, in modo tale da renderla più ricca e meno ripetitiva.
Quindi da adesso in poi ci troverete un riassunto di tutto il mese appena trascorso.

{Il mese appena trascorso nella Tana}

Recensioni: Il libro del male di James Oswald; La fabbrica delle meraviglie di Sharon Cameron; Il cacciatore del buio di Donato Carrisi; Synteché - Il volo della falena di Carla Saltelli; Il cavaliere d'inverno di Paullina Simons;


Dal libro al film: The DUFF;

Le Cronache del Fandom: Agent Carter; Orange Is the New Black;


{Il mese appena trascorso nella blogosfera}

Durante questo mese nella blogosfera ci sono state parecchie novità. Cominciando dalla più recente, da ieri ha aperto i battenti Book Blogger Side Effects, un blog che gestirò insieme ad altre colleghe, Giusy, Nymeria, Cristina e Rosa e in cui vi parleremo di tutto, tranne che di libri!
Inoltre, sempre con Giusy e Nymeria ho organizzato la Divergent Saga Read Along. Siete ancora in tempo per unirvi a noi, per maggiori dettagli date un'occhiata a questo post.

A proposito di attività interessanti, Anncleire di Please Another Book ha organizzato i Book Blog Awards, un'iniziativa molto carina che ha visto diversi blog vincitori in alcune specifiche categorie. Tra i blog vincitori c'è stato anche il mio, che si è aggiudicato il terzo posto nella categoria Miglior Blog 2015. Grazie a tutti quelli che hanno votato la Tana e complimenti ancora a tutti i vincitori! 

Per il progetto Leggiamo insieme, ma senza impegno le Belle per il mese di Aprile hanno proposto ben due letture, Noi siamo grandi come la vita di Ava Dallaira e Borgo Propizio di Loredana Limone.

Se non avete ancora le idee chiare per le voste letture primaverili vi suggerisco di dare uno sguardo alle proposte di Juliette in questo post.

Ci sono state importanti cover reveal questo mese, tra cui quelle di Winter di Marissa Meyer e di Queen of Shadows di Sarah J. Maas. Le trovate qui e qui sul blog di Lily.

Abbiamo avuto due importanti compliblog da festeggiare questo mese, quello di Lily's Bookmark e quello di Briciole di Parole (quest'ultimo con tanto di giveaway), che compiono un anno! Ancora auguri, ragazze!


{Serie TV}

Questo mese ho veramente esagerato, soprattutto con le maratone.
Ho visto molte serie che avevo in lista e credo proprio di aver superato me stessa.
Ho visto le due stagioni di Broadchurch e Orange Is the New Black e anche i tredici episodi dell'unica stagione di Red Band Society.
Inoltre ho recuperato tutti gli episodi di Agents of S.H.I.E.L.D e Jane the Virgin, così mi sono messa in pari, ma senza tralasciare le serie che seguivo già.
Questo mese ci sono stati diversi season finale in compenso, che mi hanno liberata un po' per cominciare nuove serie per questa primavera. Prima di tutto quello di Agent Carter, la cui prima stagione si è conclusa dopo soli otto episodi. Spero davvero che decidano di rinnovarla! Invece non ci sono dubbi sul fatto che rinnoveranno How To Get Away With Murder, soprattutto dopo il finale shock che ci hanno riservato. Tra le serie che si sono concluse e che saranno rinnovate ci sono anche Sleepy Hollow e The 100. Non so come farò ad aspettare fino ad Ottobre per avere le prossime stagioni!
Il finale meno sentito fino ad ora per me è stato quello di The Walking Dead, che ha avuto season finales decisamente migliori nelle passate stagioni, ma sono altrettanto sicura che per la sesta stagione avremo parecchie novità, vista la conclusione che abbiamo avuto.
Ultimo ma non meno importante, il season finale di The Musketeers, che è già stata rinnovata per una terza stagione.Il finale è stato uno dei migliori tra quelli che ho visto, adrenalinico e meraviglioso al punto giusto.
Tra le nuove serie che ho deciso di cominciare per questa primavera ci sono Younger (di cui andrà in onda oggi l'episodio pilota), il trashissimo The Royals (già arrivato alla 1x02) e iZombie (anche questo già arrivato alla 1x02).


{Crush of the month}


La mia crush di questo mese è indubbiamente Justin Baldoni, che in Jane The Virgin interpreta Rafael Solano, uno dei protagonisti. Lo sapete che alla combinazione barbetta+sorriso io non so resistere. Mi sono innamorata. Di nuovo.


Ed eccoci arrivati alla fine del recap, miei cari.
Vi invito ancora di passare da Book Blogger Side Effects e vi aspetto alla prossima! 


lunedì 30 marzo 2015

Le Cronache del Fandom #10 : Orange Is the New Black


Cari visitatori della Tana,
benvenuti ad un nuovo appuntamento con la mia rubrica tutta dedicata alle serie TV.
Nell'ultimo periodo mi sono presa di coraggio e mi sono organizzata diverse maratone di alcune serie che mi interessavano, ma che non avevo ancora cominciato. Tra queste serie c'è anche Orange Is the New Black, una serie americana già andata in onda anche qui da noi e che ha spopolato!



La serie è composta attualmente da due stagioni, ma Giugno andrà in onda la terza.
Gli episodi sono 13 per ogni stagione della durata media di 55 minuti
La serie non è andata in onda in TV negli USA, ma è uscita in streaming su Netflix, il servizio ondemand online ormai famosissimo.

Tratta dal libro di memorie di Piper Kerkman, Orange Is the New Black: My year in a Women's Prison, la serie vede come protagonista Piper Chapman, una trentenne che è stata condannata a scontare quindici mesi a Litchfield, un carcere femminile federale, per aver trasportato dieci anni prima una valigia piena di soldi per conto della sua amante, Alex Vause, che era una trafficante di droga.
Piper, nei dieci anni in cui è stata lontana da Alex era riuscita a costruirsi una nuova vita insieme al suo fidanzato Larry. All'inizio della serie sembra che i quindici mesi di carcere siano pochi e che la loro relazione possa sopravvivere, ma l'esperienza a Litchfield sarà molto più intensa e difficile di quanto Piper si aspettasse, a partire dal fatto che proprio lì è detenuta anche Alex.
Ma oltre che a quella di Alex, la vita di Piper si intreccia con quella di molte delle altre detenute, e attraverso dei flashback in ogni episodio ci vengono raccontati degli episodi significativi della loro vita e così i motivi per i quali sono finite in prigione.

Se dovessi definire questa serie direi che è una serie intensa, senza filtri.
La vita di Piper a Litchfield e quella delle altre detenute vengono raccontate in modo diretto e senza troppi fronzoli.
Sono vite che in qualche modo si somigliano tutte, anche se i crimini che queste donne hanno commesso sono diversi. Sono vite spezzate.
E' una serie che non annoia mai
, ci sono sempre nuovi intrecci e nuove trame che si creano, nuovi retroscena da scoprire.
Quello della prigione è un piccolo ecosistema in cui gli equilibri sono fragili e basta davvero il minimo tocco per mandare tutto a rotoli. 
I gruppi che si sono formati nella prigione sono quattro: le bianche, le nere, le ispaniche e le anziane. Ogni gruppo ha un leader e un'attività da gestire all'interno del carcere. 
Ma oltre a coinvolgere le detenute, la serie coinvolge anche i gestori del carcere, in particolare il direttore e alcuni dei consulenti e delle guardie di sicurezza. 

Oltre che per le storie raccontate, questa serie si apprezza molto per le ottime interpretazioni del cast. Le attrici in particolare hanno fatto tutte un ottimo lavoro, perché interpretano personaggi molto complessi. La maggior parte di loro ha un passato infelice e a Litchfield hanno dovuto costruirsi una corazza per sopravvivere.

E' una serie che consiglio a chi di voi è appassionato di drama e di serie non eccessivamente lunghe. Ma attenzione, non si stratta di un drama in stile telenovela, perché OINTB è tutt'altro: una serie drama molto forte e diretta che ci fa conoscere il mondo delle prigioni femminili americane e indaga su queste realtà e le persone che ci vivono.
Ve la sconsiglio invece se non gradite il linguaggio forte o le scene di sesso F/F, che sono piuttosto esplicite.

E voi che mi dite? L'avete già seguita o visto qualche episodio? Che ve ne pare? 

giovedì 26 marzo 2015

Recensione di "Il cavaliere d'inverno" - Paullina Simons

Cari visitatori della Tana,
oggi voglio parlarvi di un romanzo che volevo leggere da un bel po' di tempo e che avevo inserito nella mia TBR invernale, ossia Il cavaliere d'inverno di Paullina Simons.
Ho letto questo romanzo anche grazie ad Amaranth e Angharad del blog La Bella e il Cavaliere, che hanno scelto questa lettura per il loro progetto Leggiamo insieme, ma senza impegno nel mese di Marzo.


Il romanzo, primo di una trilogia, è uscito nel 2000 ed è arrivato in Italia nel 2003, edito da Sonzogno. Io ho letto la riedizione 2012 di Rizzoli BUR, che conta 700 pagine. Il prezzo è di € 10 per l'edizione in brossura.

TRAMA
Leningrado, 1941. In una tranquilla sera d'estate Tatiana e Dasha, sorelle ma soprattutto grandi amiche, si stanno confidando i segreti del cuore, quando alla radio il generale Molotov annuncia che la Germania ha invaso la Russia. Uscita per fare scorta di cibo, Tatiana incontra Alexander, un giovane ufficiale dell'Armata Rossa che parla russo con un lieve accento. Tra loro scatta subito un'attrazione reciproca e irresistibile. Ma è un amore impossibile, che potrebbe distruggerli entrambi. Mentre un implacabile inverno e l'assedio nazista stringono la città in una morsa, riducendola allo stremo, Tatiana e Alexander trarranno la forza per affrontare mille avversità e sacrifici proprio dal legame segreto che li unisce.




LA MIA OPINIONE
Come vi dicevo all'inizio del post, era da molto tempo che volevo leggere questo romanzo. Pur non essendo una grande lettrice di romanzi storici, questo mi ha ispirata si dall'inizio. Non essendo poi ferratissima sulla storia della Seconda guerra mondiale sul fronte russo, mi incuriosiva leggere un libro ambientato in questa fase storica in Russia.

Leningrado, Giugno 1941. Tatiana si prepara a trascorrere una domenica come le altre con la sua famiglia, nelle stanze del loro appartamento comune del Quinto Soviet. E' proprio a mezzogiorno di quella domenica che attraverso la radio, la Russia riceve la terribile notizia dell'inizio della guerra. I soldati tedeschi hanno attraversato il confine e non c'è altra soluzione che entrare in guerra.
Tatiana viene mandata dalla sua famiglia a fare scorta di cibo e proprio mentre è fuori incontra Alexander, un ufficiale dell'Armata Rossa. Tra i due nasce subito qualcosa, ma il loro amore è impossibile. Tatiana scopre infatti che Alexander è il ragazzo con cui esce sua ed è sorella Dasha e non vuole che si creino rivalità e malumori in famiglia.
Ma quello che c'è tra Tatiana e Alexander è molto più forte di quanto entrambi si aspettassero. Il loro amore cresce di giorno in giorno, si manifesta nei loro sguardi e nei piccoli gesti e mentre la guerra fa crollare ogni certezza, l'amore che hanno l'uno per l'altra resta l'unica cosa a cui aggrapparsi.

Leggere questo romanzo è stata una vera esperienza.
Come vi dicevo all'inizio della recensione, non sono ferratissima sulla storia russa, e scoprire questa fase attraverso questo romanzo è stato interessante e coinvolgente. L'ambientazione è curata più che bene, soprattutto nella prima parte del romanzo. Insieme a Tatiana e Alexander viviamo tutta la prima fase della guerra, che culmina nell'assedio di Leningrado e giorno dopo giorno vediamo le loro condizioni di vita farsi più difficili, soprattutto quelle di Tatiana e della sua famiglia. Gli orrori della guerra non si vedono soltanto al fronte, ma anche in città e tra le mura delle stanze della famiglia Metanov, dove poco alla volte vediamo crescere la disperazione, la fame, la frustrazione.
La Russia non ha avuto molti successi durante la prima fase della guerra e le condizioni di vita delle persone con l'inverno sono peggiorate moltissimo. La Simons descrive questa situazione senza mezzi termini, in modo diretto. Le descrizioni sono così coinvolgenti che durante la lettura mi sono completamente immedesimata
Ma mentre questa prima parte del romanzo è molto coinvolgente e si legge davvero in poco tempo, così come la terza, nella seconda parte la lettura scorre molto più lentamente e credo che in questa parte una cinquantina di pagine in meno non avrebbero fatto male.
Per quanto riguarda i personaggi, viviamo la storia per la maggior parte del tempo dal punto di vista di Tatiana, ed è proprio lei che riusciamo a conoscere meglio. Lei è un personaggio davvero singolare: vive in una famiglia che la soffoca, sia la sorella che i genitori non hanno molta considerazione di lei, anzi, nella maggior parte dei casi non la rispettano affatto, mentre lei darebbe tutto per loro. Lo dimostra il fatto che quando scopre che la sorella è innamorata di Alexander, lei fa un passo indietro e pur soffrendo tremendamente preferisce che sia Dasha ad averlo piuttosto che creare dissidi in famiglia. Tatiana non ama il rischio, ma nel corso del romanzo più volte si dimostra molto coraggiosa e molto forte.
Per quanto riguarda Alexander invece, lui è un personaggio molto interessante per via della sua storia personale, complicata oltre l'immaginabile, ma che preferisco non spoilerarvi. E' una persona che nonostante la sua giovane età ha alle spalle una vita davvero molto difficile, ma soprattutto è un ragazzo maturo. Si innamora di Tatiana sin dal primo momento ma rispetta la scelta di lei di lasciare spazio a Dasha e di stare dalla parte della sua famiglia.
La storia d'amore che vivono questi due personaggi è piena di angst, incomprensioni e contrattempi, quindi se state pensando di leggere questo romanzo dovete prepararvi psicologicamente ad una grande storia d'amore, ma piena di momenti tristi.
Spesso e volentieri non ho condiviso le scelte dei due protagonisti, a volte avrei voluto prenderli a padellate e ho pensato di non sopportarli più, ma questo non ha fatto che rendere la storia ancora più credibile.

Il cavaliere d'inverno è un romanzo intenso, coinvolgente, che nonostante la lunghezza si legge velocemente. Non si può fare a meno di resistere a questa storia e pagina dopo pagina si viene trascinati nelle vicende che vivono Tatiana e Alexander.
Se siete nel mood giusto, è un romanzo che vi consiglio di leggere. Io mi prenderò una piccola pausa da questa trilogia per il momento, ma sono comunque curiosa di sapere come prosegue questa storia.


Il mio voto per questo romanzo è quattro riccetti e mezzo!

martedì 24 marzo 2015

Top Ten Tuesday #51: Dieci libri dalla mia TBR primaverile


Cari visitatori della Tana,
benvenuti ad un nuovo appuntamento con la Top Ten del Martedì. oggi ho deciso di proporvi il tema trattato da The Broke and the Bookish la scorsa settimana, ossia la solita TBR stagionale, in cui vi propongo i dieci libri che vorrei leggere durante questa primavera.
Lo so, finisco per non rispettare mai le TBR perché vado sempre a istinto quando scelgo le mie letture, ma sognare di riuscire a leggerli tutti non costa nulla, no?




1. Scarlet di Marissa Meyer
E' il secondo volume della serie delle Cronache Lunari che ho cominciato tempo fa e vorrei portare avanti, visto che Cinder mi era piaciuto molto.

2. Allegiant di Veronica Roth
Terzo ed ultimo volume della serie Divergent, lo leggerò grazie alla Read Along che ho organizzato insieme a Giusy di Divoratori di Libri e Nym di Down the Rabbit Hole. Dato che Insurgent non mi è piaciuto più di tanto ho pensato che leggere l'ultimo volume della trilogia in compagnia sarebbe stata una buona idea!


3. Shadowhunters - Le origini: Il principe di Cassandra Clare
E' il secondo volume della trilogia The Infernal Devices, di cui ho letto all'inizio dell'anno il primo volume. L'ambientazione mi ha catturata e voglio proseguire assolutamente con la lettura di questa serie!

4. Millenio di Fuoco: Raivo di Cecilia Randall
E' il libro che completa la duologia Millennio di Fuoco. Come ricorderete avevo apprezzato molto il primo volume di questa serie e spero di concluderla prima dell'estate!


5. All the bright places (Raccontami di un giorno perfetto) di Jennifer Niven
E' il primo auto conclusivo di questa tbr. Uno YA non poteva certo mancare e dato che c'è stato parecchio fermento in quest'ultimo periodo riguardo questo libro, ho finito per incuriosirmi e voglio leggerlo.

6. La corsa delle onde di Maggie Stiefvater
Mesi fa avevo cominciato questo romanzo e poi lo avevo messo da parte. Nel frattempo le letture si sono accumulate e non ho più recuperato. Non che non mi piacesse il libro, ma non era il momento giusto per leggerlo. Spero che il momento giusto arrivi durante questa primavera!



7. Blue Lily, Lily Blue di Maggie Stiefvater
Terzo volume della tetralogia The Raven Cycle, sono davvero curiosa di sapere come continua questa serie. Non ho mai provato a leggere i libri della Stiefvater in lingua originale, ma da qualche parte dovrò pure cominciare, no?

8. A Darker Shade of Magic di V.E. Schwab
E' un romanzo di cui ho sentito parlare moltissimo dalla sua uscita, soprattutto da alcuni booktuber americani che seguo. Della Schwab avrei voluto prima leggere la duologia The Archived, ma al momento ho troppe serie a carico da continuare, quindi preferisco inserire in tbr questo, che è un autoconclusivo.



9. Deeper di Maggie Stiefvater
E' il secondo volume della trilogia The Wolves of Mercy Falls che ho iniziato ormai parecchio tempo fa e che voglio continuare a leggere. Ho come obiettivo quello di concludere almeno dieci delle serie che ho iniziato quest'anno, quindi dovrò darmi da fare!

10. La città di sabbia di Laini Taylor
E a proposito di serie da terminare, Fazi ha dichiarato che il terzo ed ultimo volume della serie Daughter of Smoke and Bone sarà pubblicato anche in Italia, ed in attesa di questo, continuerò la trilogia leggendo il secondo volume.

E anche per oggi è tutto, carissimi.
Quali sono i libri che voi avete in mente di leggere per questa primavera?

Alla prossima! 


lunedì 23 marzo 2015

Le segnalazioni della Tana #12


Cari visitatori della Tana,
benvenuti ad un nuovo appuntamento con la mia rubrica di segnalazioni per gli autori emergenti.
Ho davvero parecchie novità da presentarvi oggi, quindi mettetevi comodi!


Titolo: Flamefrost. Due cuori in gioco
Autore: Virginia Rainbow
Editore: autopubblicato con Youcanprint
Pagine: 356
Prezzo: € 16,90  (cartaceo)
Data di uscita: giugno 2014

Gli abitanti del pianeta Luxor, guidati dal re Thor sono scampati alla distruzione del loro mondo e vagano nello spazio alla ricerca di una nuova terra. I principi alieni Nardos e Gered vengono incaricati di compiere una missione misteriosa sul pianeta Terra.
È in questo contesto che si inserisce il rapporto particolare tra Gered e una ragazza terrestre, Sarah, che abita in un paesino delle montagne valdostane. Gered cerca di avvicinarla in tutti i modi, usando i poteri straordinari di cui dispone, ma lei rifiuta qualsiasi tipo di relazione, nonostante si senta molto attratta da lui.
Un mistero aleggia su tutta la storia e verso la fine cominciano a scoprirsi alcuni tasselli. In cosa consiste la missione dei principi? Chi sono le “soggiogate”?
In un intreccio via via più articolato, si delinea la delicata psicologia dei personaggi, che si cercano e si respingono, si incontrano e si allontanano, mentre la società aliena, che fa da sfondo alla storia, prende sempre più piede con le sue regole e i suoi riti peculiari.
Un mix di contrasti, dolcezza, passione e mistero, che tiene incollato il lettore alla pagina riga dopo riga in un ritmo intenso e coinvolgente.


Titolo: Iridium
Serie: St. Gillian Saga #2
Autore: Chiara B. D’Oria; Marika Cavaletto
Editore: autopubblicato
Pagine: 349 (e-book); 545 (cartaceo)
Prezzo: € 2,99  e-book

C’è un momento nella vita di ognuno di noi in cui ci si trova davanti a una scelta.
Cosa fare. Dove andare. Chi abbandonare.
C’è un momento nella vita di ognuno di noi in cui non si può più scegliere. Ed è in quel preciso momento che il Destino comincia a giocare.
In questo nuovo capitolo della St. Jillian Saga, i nostri protagonisti si troveranno ad affrontare ciò che hanno sempre temuto: la consapevolezza che la Morte ci cambia nel profondo e che l’Amore non è un’àncora di salvezza, ma il peso che ti affonda.
Mentre la guerra fra vampiri, lican e Cacciatori diventa sempre più violenta, una Profezia avrà il potere di cambiarne le sorti. Ma il Destino, questa volta, chi pretenderà in cambio?


Titolo: L'erba cattiva
Autrice: Jolanda Buccella
Pagine: 438
Acquistabile su: 
Amazon

Angelica è una ragazza di quindici anni, vive un’esistenza serena accanto ai suoi genitori e alla sorella minore fino a quando dalla tranquilla isola di Ponza è costretta a trasferirsi nella frenetica Milano. La separazione improvvisa dalla sua amata isola e dagli affetti di una vita fa esplodere nella ragazza una fragilità emotiva che spazza via tutte le sue già precarie certezze adolescenziali, a Milano non riesce a sentirsi a suo agio, il cielo costantemente grigio della città, il traffico caotico e la gente fredda e distaccata ma soprattutto il nuovo liceo la catapultano in un mondo che non avrebbe mai voluto conoscere.
Sin dal suo primo giorno nel prestigioso liceo classico Beccaria diventa bersaglio di una serie di estenuanti angherie da parte dell’Erba Cattiva, un gruppo di ragazze terribili capitanato da Jennifer una sedicenne cresciuta nella difficile periferia di Quarto Oggiaro allergica a qualsiasi tipo di autorità che non sia la sua. Le giornate di Angelica trascorrono nell’incubo costante dell’Erba Cattiva, le prepotenze che è costretta a sopportare da parte del gruppo diventano ogni giorno più pesanti, ben presto dal semplice attacco verbale si passa a quello psicologico con una pagina facebook sulla quale Jennifer e le sue seguaci si divertono a distruggere la sua immagine.
È una guerra spietata e senza esclusioni di colpi, una guerra che ha il suo epilogo in una terribile aggressione fisica che costringerà Angelica a vivere le ore più angosciose della sua intera esistenza ma anche a rialzare la testa e a decidere finalmente di affrontare il problema che le ha distrutto la vita. Così scoprirà tante cose che i suoi occhi offuscati dalla disperazione non riuscivano a vedere come gli occhi innamorati di un ragazzo che è rimasto folgorato dalla sua bellezza sin dalla prima volta che l'ha vista ma che per timidezza e una serie di equivoci non è mai riuscito a confessarle i suoi sentimenti.


Titolo: Ci vediamo su FB
Autore: Lavinia Brilli
Pagine: 162
Prezzo: € 0,99 (ebook)

Lisa ha superato da un po’ i quaranta e si sente in piena mezza età. Tra supermercato e parrocchia, tra un marito misantropo e un lavoro deprimente, la sua vita è spumeggiante come una coca sgasata. Eppure guardandosi intorno vede gli altri quarantenni in pieno fervore, a caccia di divertimento come adolescenti in ritardo di qualche decennio.
Mentre lei occupa il suo tempo preparando la merenda agli amici dei figli, le sue uniche due amiche passano da un pub a una discoteca, pubblicando immancabilmente i selfie su Facebook per dimostrare ad amici e conoscenti quanto si divertano. E Lisa è proprio tra quelli che si collegano a Facebook per guardare la vita degli altri dal buco della serratura, senza mai pubblicare niente (chi vorrebbe guardare le foto di una consulta scolastica o di una serata davanti alla tv?)
L’annuncio della visita di sua cugina Diana, regina delle serate milanesi e desiderosa di conoscere la vita notturna della provincia, getta Lisa nella disperazione e la costringe a cercare un modo per allargare il suo giro di amicizie.
Dopo aver tentato di tutto, Lisa ha un’illuminazione e architetta un piano per rendere la sua vita più interessante proprio con l’aiuto di Facebook, ma imbranata com'è le sarà difficile evitare figuracce e camminare in equilibrio sul filo delle bugie.
E adesso anche il rischio di perdere il marito è dietro l’angolo…


Titolo: Celeste
Autore: Cristina Vichi
Editore: Selfpublishing
Pagine: 341
Prezzo: € 2,99 (ebook)
Pubblicazione: 1 aprile 2015

Celeste è una ragazza dal cuore selvaggio e impavido, con una forza emotiva talmente spiccata da riuscire a ribellarsi alla corrente ideologica di tutta la nobiltà. L’inaspettato incontro con l’amore sconvolgerà non poco la sua vita, ma lei combattiva e diffidente, cercherà di resistere con tutte le sue forze a quel turbine di emozioni profonde e sconosciute penetrate nel suo cuore senza chiedere il permesso. Il passato, però, con i suoi drammi e inganni, sta per esplodere e Celeste si trova proprio al centro di tutto, perché ciò che lei è dipende anche da avvenimenti accaduti quando ancora non era nata. 


Titolo: Occhi di Ruben
Autore: Azzura Targa
Data di pubblicazione: 6 Febbraio 2015
Editore: Amazon Publishing
Pagine: 212
Prezzo su Amazon: 0.99€ ebook

Greta Laversi, l'aspirante pittrice -con qualche mania di troppo-, ha scoperto l'espediente perfetto per razionalizzare il dolore: 'dominare il cuore' attraverso la corsa. Pronta a dimenticare il passato si trasferisce a Torino dove lavora come barista e dove, il giorno del diluvio, incontra Ruben, il misterioso colombiano, schivo e riservato. Sarà a causa della luce scorta nel suo sguardo, oppure dei racconti dell'infanzia latina, o forse degli atteggiamenti furtivi se Greta è inspiegabilmente attratta dall'amico: quegli occhi magnetici, tanto insoliti quanto indecifrabili, sembrano sollecitare l'estro creativo, finora impensato. Tra la corsa, la crescente empatia e il legame che li unisce sboccerà l'amore; quello che non sanno è che entrambi custodiscono segreti: Ruben le nasconde la sua vera identità, Greta il dipinto che lo ritrae e il passato che esorcizza. È proprio il quadro, 'Occhi di Ruben', a condurli separatamente in Colombia. L'acquisto dell'opera porta il nome di Alvaro Montoja, noto trafficante di droga nonché padre del ragazzo; Ruben non l'ha mai conosciuto e l'indirizzo dello studio legale di Cali appare la pista utile per rintracciarlo.
Comincia l'avventura. Sulle orme dell'amato e con il piglio di una vera detective, Greta scoprirà luoghi reconditi, riti e civiltà magiche, conoscerà il pericolo della Guerrilla e si ritroverà, suo malgrado, a pagare il prezzo delle avventate imprudenze. Il viaggio darà origine a una serie di equivoci e omissioni, rocamboleschi avvenimenti che finiranno per dividere le loro strade. Ma solo in seguito, a Londra, accadrà il peggio... e quelli che sembravano inviolabili segreti assumeranno insospettabili risvolti.


Titolo: Io ritorno domani
Autore: Flavio Girardelli
Edito: Youcanprint
Prezzo cartaceo: 9,00€
Prezzo E-Book: 2,00€

Quanti incroci ci sono nella nostra vita. Esperienze, persone, modi di fare. Un gruppo di amici in vacanza dove Lorenzo incontrerà la sua futura moglie. Francesca, ragazza decisa, in carriera e di famiglia benestante che rimette in discussione ciò che è o meglio, pensava di essere, per perdere tutte le sue certezze per un uomo. Per quell’amore che ti arriva, investe e ti travolge. Una vita forse come tante, con alti e bassi, dove si affacciano problemi e un tradimento che non sarà mai consumato. Una famiglia, due figlie che ti portano a capire il senso della vita. Bambine vivaci, dolcissime, che nei loro comportamenti e domande nascondono la loro innocenza e voglia di conoscere. Una vita e una storia dove gli equilibri verranno stravolti, tutto verrà rimescolato in un presente che sarà passato e quel futuro, quel sogno, sarà vivo. Tutto avrà un nuovo significato e sarà inaspettato. Solo alla fine tutto avrà un senso, avrà inizio. Il romanzo è ambientato in Italia, principalmente in Trentino. Da Riva del Garda per spostarsi sulle montagne del Lagorai, dalla Val Campelle al Passo Manghen per toccare altre città italiane come Trieste, Reggio Calabria e Padova.


E per oggi è tutto, cari lettori.
Tra questi romanzi ce ne sono alcuni parecchio interessanti che sono sicura finirò per mettere in WL.
Voi che mi dite? Avete già letto qualcuno di questi libri o magari ce n'è qualcuno che vi incuriosisce?

Alla prossima!

sabato 21 marzo 2015

Dal libro al film #13: "The DUFF", tratto dall'omonimo romanzo di Kody Keplinger



Cari visitatori della Tana,
benvenuti ad un altro appuntamento con Dal libro al film. Oggi sono pronta per parlarvi di The DUFF, il film tratto dal romanzo omonimo di Kody Keplinger.
Era un film che aspettavo e che volevo vedere, pur sapendo che rispetto al romanzo ci sarebbero stati molti cambiamenti.
Come sempre, però, cominciamo dal libro.

{Il libro}

Uscito per l'editore americano Poppy nel 2010, il romanzo conta 280 pagine. Nel formato ebook costa € 5,49.

La diciassettenne Bianca Piper è cinica e leale, e non pensa nemmeno lontanamente di essere la più bella delle sue amiche. È anche troppo intelligente per innamorarsi del fascino dello sciupa femmine e del viscido belloccio Wesley Rush. Infatti, Bianca lo odia. E quando lui le da il soprannome di “The Duff,” gli lancia la sua coca-cola in faccia.
Ma le cose non vanno bene a casa, e Bianca, cercando disperatamente una distrazione, finisce col baciare Wesley. E ciò che è peggio è che le è piaciuto. Determinata a scappare dai suoi problemi, Bianca inizia una relazione segreta con Wesley.
Fin quando non va tutto orribilmente storto. A quanto pare Wesley non è poi un cosi cattivo ascoltatore, e anche la sua vita è abbastanza incasinata. Improvvisamente Bianca realizza con orrore che si sta innamorando del ragazzo che pensava di odiare più di chiunque altro.





{Il film}

Come molti di voi sanno, questo film non è uscito in Italia e ancora la sua uscita non è prevista in calendario, mentre negli USA è uscito lo scorso 20 Febbraio.
La regia di questo adattamento è stata affidata ad Ari Sandel ed è il primo lungometraggio in carriera per lui. Tra i produttori figura anche McG invece già notissimo per aver lavorato alla serie Supernatural.
I diritti per la produzione di un film basato sul romanzo erano già stati acquisiti nel 2011, ma la lavorazione vera e propria è iniziata soltanto a metà dello scorso anno.
Nel cast troviamo molti attori giovani, alcuni già noti per aver recitato in numerosi film come Mae Withman, che interpreta Bianca, la protagonista, ed altri che invece hanno preso parte a serie TV di successo come Robbie Amell (The Tomorrow People e The Flash) ed interpreta Wesley. Nel cast troviamo anche Bella Thorne nel ruolo di Madison, la reginetta della scuola e Bianca Santos e Skylar Samuels nei ruoli di Casey e Jess, le migliori amiche di Bianca.

Come vi dicevo all'inizio del post, la trama del romanzo è stata parecchio cambiata, così come alcune caratteristiche dei personaggi.
Bianca come personaggio è stato essenzialmente mantenuto, ma ci sono alcuni lati del suo carattere che sono stati esagerati, così come è stato cambiato il rapporto che ha con Wes. Nel film infatti i due sono cresciuti insieme perché sono vicini di casa da sempre, poi le loro strade si sono divise, ma nonostante questo i due sono rimasti abbastanza in confidenza. Proprio questo ha "snaturato" il rapporto che nel romanzo c'è tra Bianca e Wes, perché nel libro i percepisce quanto i due, all'inizio, siano distanti. Ma il loro rapporto cambia nel film anche perché si sviluppa grazie ad un accordo che i due fanno: Wes aiuterà Bianca a smettere di essere una DUFF e diventare più femminile mentre lei lo aiuterà a migliorare i suoi voti in scienze. Ecco, questo accordo nel romanzo non esiste. Bianca e Wes nel romanzo cominciano una relazione esclusivamente fisica che poco alla volta li porta ad avvicinarsi, cosa di cui nel film non c'è traccia.
Dato poi che non ne abbiamo mai abbastanza delle copie di Mean Girls, anche questo adattamento ha subito l'influenza della solita commedia per adolescenti americana, con l'inserimento della blonde and bitch della situazione, in questo caso Madison, personaggio di cui non c'è traccia nel romanzo e con il quale invece Bianca deve avere a che fare nel corso di tutto il film, visto che si tratta della bellissima e popolarissima ex ragazza di Wes, che non rinuncerà facilmente a lui. Madison è la copia della copia della copia mal riuscita di Regina George. Quando lo capiranno secondo voi gli sceneggiatori e i produttori che ne abbiamo abbastanza di personaggi così, soprattutto in adattamenti cinematografici dove non c'entrano nulla?
In ogni caso Madison c'è ed è l'elemento più inappropriato ed inutile che poteva essere aggiunto in questo adattamento.
The DUFF è un romanzo che funziona e ha avuto molte recensioni positive, perché rovinarlo proponendo un adattamento del genere? 

Non mi dilungherò sul lavoro del cast perché con quello che avevano in mano come sceneggiatura tutto sommato hanno fatto u lavoro carino, ma è tutta la sceneggiatura proprio che non funziona.
E' un peccato vedere un adattamento che poteva funzionare rovinato così, trasformato nell'ennesima commedia spicciola in cui la ragazza considerata la sfigata tra gli sfigati riesce ad accaparrarsi il ragazzo più bello e popolare della scuola.

Se devo valutare questo film come adattamento...

Se invece devo limitarmi al film in sé...


Come sempre vi lascio al trailer del film, nel caso non lo aveste ancora visto o voleste comunque vederlo!



martedì 17 marzo 2015

Top Ten Tuesday #50: Dieci edizioni meravigliose


Cari visitatori della Tana,
benvenuti ad un nuovo appuntamento con la Top Ten del Martedì. Oggi The Broke and the Bookish propone il solito tema della TBR stagionale, che io penso proprio che proporrò la prossima settimana, mentre oggi, prendendo spunto da questo post di Juliette, vi propongo un post ricco di foto di libri in edizioni meravigliose, di quelli che tutti vorremmo nella nostra libreria. Pronti?



1. Le edizioni Puffin Chalk di alcuni classici per ragazzi con disegni di Dana Tanamachi;



2. Le edizioni Vintage Classics dei romanzi di Jane Austen;



3. Le edizioni Penguin di L'ombra del vento e Il prigioniero del Cielo di Carlos Ruiz Zafòn;



4. La White's Fine Edition di alcuni tra i più famosi classici;


5. L'edizione Puffin Bloom di altri classici per ragazzi;



6. La collector's edition rossa di Fangirl di Rainbow Rowell



7. L'edizione speciale Mondadori delle Cronache del ghiaccio e del fuoco di George R. R. Martin;



8. La nuova Bloomsbury Complete Collection di Harry Potter;




9. Il box set della trilogia The Wolves of Mercy Falls di Maggie Stiefvater nell'edizione Scholastic paperback inglese;




10. Le edizioni in lingua originale della serie The Lunar Chronicles di Marissa Meyer


Io mi sono innamorata di queste edizioni, tutte, dalla prima all'ultima.
Come al solito sono curiosa di sapere se tra queste c'è qualche edizione che piace anche a voi e magari nei commenti lasciatemi i link alle immagini delle vostre edizioni preferite.
Alla prossima!