venerdì 18 gennaio 2019

Friday News #153


Cari visitatori della Tana, 
in questo freddissimo venerdì di Gennaio vi do il più caloroso dei benvenuto a questo nuovo appuntamento con Friday News. 
Pronti a scoprire le notizie più interessanti della settimana?

Cover reveals;

  • Un maledetto lieto fine di Bianca MArconero esce il 7 Febbraio per Newton Compton, con un anticipo di ben tre settimane sulle previsioni!

Novità sugli adattamenti;
  • La prima notizia della settimana riguarda il cast del prequel di Game Of Thrones, ambientato migliaia di anni prima rispetto alla storia che conosciamo: tra gli attori annunciati nella serie ci sono Naomi Watts, Jamie Campbell-Bower e Toby Regbo. Per il resto del cast potete scorrere l'elenco in questo articolo, ma vi avverto: il progetto è top secret (non ne conosciamo ancora neppure il titolo) e non si conoscono ancora i vari ruoli. Sappiamo soltanto che le riprese della serie dovrebbero iniziare a Febbraio di quest'anno.
    Intanto abbiamo una data più vicina riguardante lo show principale: il 14 Aprile andrà in onda la prima puntata dell'ottava ed ultima stagione di Game of Thrones.
  • La seconda notizia riguarda un adattamento "indiretto". Continuando infatti sulla scia dei live action dei più celebri film animati, Disney ha annunciato la produzione di un nuovo live action, quello di Il Gobbo di Notre Dame, che sappiamo essere ispirato a Notre Dame de Paris di Victori Hugo. La lavorazione è appena cominciata, ma sappiamo già che si tratterà di un film musicale. Per ulteriori dettagli vi rimando a questo articolo.
  • Il film basato su Il sole è anche una stella di Nicola Yoon uscirà negli USA il prossimo 17 Maggio;

Prossime uscite in Italia;
  • Dovrebbe uscire il 27 Marzo per Fanucci L'orso e l'usignolo di Katherine Arden, traduzione di The Bear and the Nightingale;
  • Sempre nel mese di Marzo dovrebbe uscire Bianco Letale di Robert Galbraith;
  • L'edizione illustrata di Harry Potter e il Calice di Fuoco dovrebbe uscire ad Ottobre per Salani;
  • Prossimamente arriverà in Italia per Newton Compton Vicious di V.E. Schwab, primo volume della serie Villains;

E per oggi è tutto, lettori cari.
Alla prossima!

lunedì 14 gennaio 2019

Recensione di "L'amica geniale" (L'amica geniale #1) - Elena Ferrante

Cari visitatori della Tana,
la prima recensione di questo 2019 non poteva che essere dedicata ad un romanzo che ha segnato decisamente le mie letture della fine dello scorso anno. Sto parlando di L'amica geniale, primo volume della ormai celebre tetralogia di Elena Ferrante.

Il volume è stato pubblicato originariamente nel 2011 da Edizioni E/O e conta 400 pagine. Il prezzo è di € 18 per il cartaceo, mentre l'ebook costa € 11,99.
Potete acquistarlo su Amazon a QUESTO LINK.

TRAMA
La storia dell´amicizia di Lila ed Elena inizia tra le quinte di un rione miserabile della periferia napoletana degli anni Cinquanta, tra una folla vivacissima di personaggi minori eppure indimenticabili. Prima bambine, poi adolescenti, infine donne: il loro legame si rafforza, si complica, si trasforma mentre Napoli e l´Italia cambiano, e grandi mutamenti stanno per irrompere nelle loro vite. Una narrazione fiume cui è bello abbandonarsi come a un viaggio, un romanzo che si vorrebbe non finisse mai.






LA MIA OPINIONE

Se seguite questo blog, sapete già che questa saga non è proprio vicina ai generi che leggo di solito. Eppure sapevo già che prima o poi questo romanzo -così come i tre volumi successivi, dei quali vi parlerò nelle prossime settimane- lo avrei letto. 
L'hype intorno a questo romanzo era veramente tanto negli ultimi tempi e così, dopo aver visto i primi due episodi della serie TV andata in onda su Rai 1 nel mese di Novembre, mi sono decisa a leggerlo.

Per la prima volta mi sono cimentata, in questo caso, nella lettura attraverso l'ascolto dell'audiolibro letto da Anna Bonaiuto, al quale ho comunque integrato la lettura sul Kindle.
L'esperienza con l'audiolibro devo dire che non è stata negativa, anzi: per me che soffro il mal d'auto e non riesco a leggere quando sono in macchina o in autobus è stata una piacevole scoperta.
Se quindi anche voi volete provare ad "ascoltare" un libro, vi consiglio di farlo attraverso Audible, il servizio Amazon dedicato agli audiolibri che potete provare gratis per un mese.

Ma torniamo al romanzo.
L'improvvisa scomparsa di Lila, l'amica di una vita, che più che sparita sembra essersi come volatilizzata, quasi costringe Elena, voce narrante e coprotagonista di questa storia, a fare ciò che aveva promesso non avrebbe mai fatto: scrivere di lei, anzi, di loro e della loro amicizia.
È così che ci ritroviamo nella Napoli degli anni Cinquanta, nella miseria del rione in cui Lila ed Elena sono nate ed hanno vissuto fino alla loro adolescenza.
La vita delle famiglie delle due bambine è da sempre complicata a causa della povertà, l'unica condizione che conoscono ma che ancora non pesa sulle loro spalle, almeno finché saranno alla scuola elementare.

Ecco, l'amicizia tra Elena e Lila nasce tra i banchi di scuola ed i giochi in cortile, dove prima si lanciano sguardi diffidenti, ma poi, poco alla volta, cominciano a legare.
Elena sin da subito è come incantata da Lila, una bambina di un'intelligenza brillante, ribelle, lunatica, testarda e a volte anche cattiva. La vede come un modello, a volte le sembra quasi irraggiungibile tanto è brava a destreggiarsi bene a scuola così come contro i maschi.
Le loro vite, però, cominciano a seguire strade diverse quando le scuole elementari finiscono: mentre ad Elena è concesso di continuare a studiare, nonostante la sua intelligenza e dedizione a Lila questa possibilità viene negata: le toccherà lavorare per aiutare la famiglia.
Ed è così che cominciamo a seguire le vicende delle due amiche che vite più diverse non potrebbero avere, una storia che attraversa gli anni, un legame che persiste anche quando sembra essersi spezzato per sempre.


Credo, dal profondo del mio cuore, che sia impossibile non appassionarsi alle vicende che vengono raccontate in questi romanzi. L'ho capito già subito dopo i primi capitoli che sarebbe stato difficile fermarsi con la lettura di questa serie, perché le vicende, anche se non vanno nella direzione che spera il lettore, sono scritte con una penna talmente vivace ma allo stesso tempo malinconica, esaustiva ma che incuriosisce, tanto che non si può fare a meno di proseguire la lettura.
Lo stile della Ferrante è trascinante da portare i lettori dentro alla storia, ai ricordi, ai personaggi.

Questo primo volume è stato una vera scoperta: appassionante dalla prima all'ultima pagina, ci permette di scoprire un'amicizia tutta al femminile tra due bambine, poi ragazze, molto simili per le condizioni in cui vivono, dato che la povertà ha segnato da sempre la vita di entrambe, così come la vita violenta nel rione, la fatica dell'obbedienza al volere della famiglia, ma sono anche differenti sotto altri aspetti, soprattutto a partire dal momento in cui le loro strade si dividono.
Viviamo il loro legame per la maggior parte del racconto dal punto di vista di Elena, e scopriamo sin da subito che si tratta di un rapporto particolare: Lila ha un grande ascendente su Lenù, in un rapporto che sembra a tratti una competizione più che un'amicizia, ma che allo stesso tempo spinge Elena a dare il meglio di sé in ogni situazione. È un rapporto complesso, che si espande e si ritrae contiuamente.

Nel complesso, questo romanzo è super promosso, su tutti i fronti. È una lettura consigliatissima, davvero, più di quanto io non possa esprimere in questa recensione.


Il mio voto per questo romanzo è di cinque riccetti!

venerdì 11 gennaio 2019

Friday News #152


Cari visitatori della Tana, 
benvenuti ad un nuovo appuntamento con Friday News, la rubrica settimanale dedicata alle notizie dal mondo dei libri. Pronti per questo primo appuntamento del 2019?

Cover reveals;

  • Unspoken di Sarah Rees Brennan esce il 18 gennaio per Triskell Edizioni;
  • Nightflyers di George R.R. Martin esce per Mondadori il 29 Gennaio;



  • Skyward: Conquista le stelle di Brandon Sanderson esce per Armenia il  27 Marzo;

  • Novità sugli adattamenti;
    • Abbiamo finalmente una data di uscita per il film basato su The Hate U Give di Angie Thomas: Il Coraggio della Verità arriva al cinema il 14 Marzo!
    • Grandi novità arrivano da Netflix, che produrrà ben due serie TV basate sulle serie di romanzi Leigh Bardugo: Six of Crows e The Grisha Trilogy.
      La serie, intitolata Shadow and Bone sarà di otto episodi e congiungerà le storie raccontate nelle due serie di romanzi ambientate nel Grishaverse. Lo showrunner della serie sarà Eric Heisserer, che già ha lavorato all'ultima serie di successo di Netflix, Bird Box, e avrà come produttori esecutivi la stessa Leigh Bardugo e Shawn Levy.

    Prossime uscite in Italia;
    • Il 15 Gennaio torna in libreria la All Souls Trilogy di Deborah Harkness, con la ristampa nella collana Pickwick di Il libro della vita e della morte;
    • Abbiamo una data di uscita ufficiale per La Corte di Rose e Spine di Sarah J. Maas, primo volume della serie A Court of Thorns and Roses, che arriva in libreria il 19 Febbraio per Mondadori;
    • Anche Oltre il bosco di Melissa Albert dovrebbe arrivare in libreria a Febbraio per Rizzoli;
    • Mondadori pubblicherà prossimamente Il libro bianco perduto, primo romanzo della serie The Eldest Curses, scritto a quattro mani con Wesley Chu;
    • Sempre per Mondadori uscirà Sempre e solo Leah di Becky Albertalli, companion novel di Tuo, Simon.
    • Tra i romanzi da segnare in uscita prossimamente abbiamo anche Regina di Ossa di Alisa Kwitney, primo volume della serie sci-fi YA Cadaver & Queen che uscirà per Giunti;
    E per oggi è tutto, lettori cari.
    Alla prossima!

    giovedì 10 gennaio 2019

    Sei anni nella Tana {chiacchiere, ringraziamenti e buoni propositi per il nuovo anno}

    Cari visitatori della Tana, 
    anche quest'anno è arrivato il 10 Gennaio, giorno molto speciale per me ma soprattutto per la Tana, che oggi compie sei anni.

    Questo piccolo progetto, questo spazio virtuale nato in un periodo in cui avevo scoperto una piccola community e volevo a tutti i costi farne parte per condividere il mio amore per i libri è arrivato davvero lontano. Mai avrei pensato di spegnere queste sei candeline, perché conoscendomi, so di non essere costante e di perdere spesso interesse per le attività che comincio.
    Nonostante gli alti e bassi, invece, eccomi qui, a festeggiare con voi.


    L'anno appena passato non è stato semplice e ci sono stati dei mesi in cui questo progetto non è cresciuto affatto, anzi, si è assestato sui ritmi di pochissimi post e meno ancora aggiornamenti.
    Per questo 2019 mi auguro di trovare nuove idee, nuovi ritmi per questo spazio e di arricchirlo il più possibile con le chiacchiere sulle mie letture.
    Certo, fare buoni propositi è fin troppo semplice, ma mi auguro davvero di riuscire a realizzarli, almeno in parte, nonostante gli impegni ed il pochissimo tempo libero, nonostante la pigrizia e le poche letture degli ultimi tempi.

    Ed anche quest'anno devo ringraziare tutti voi, che nonostante i pochi post, state continuando a seguire la Tana e soprattutto a leggere le mie chiacchiere sui libri che leggo. Grazie per la fiducia nei miei consigli e nelle mie opinioni. 
    Grazie soprattutto a chi mi segue dall'inizio, ma anche a chi invece ha scoperto la Tana solo negli ultimi tempi.
    Grazie a chi ha creduto e continua a credere in questo progetto, in particolare a Letizia, la mia prima supporter in tutti i frangenti della mia vita.
    Grazie a Martina, che continua a spoilerarmi tutto, tranne i finali dei romanzi di Donato Carrisi.
    A Venera, che sopporta da anni le mie chiacchiere e che mi ha fatta appassionare davvero alla pallavolo.
    A Rosita, che ha sempre un suggerimento buono per un romance tutto zucchero da leggere.
    A Cecilia de La Sala dei Lettori Inquieti, per il confronto continuo sulle nostre letture, le chiacchierate infinite, gli sfoghi e gli aggiornamenti - devo a lei molte delle notizie che leggete su Friday News.

    Grazie davvero, a tutti voi, dal profondo del mio cuore.
    Alla prossima!

    giovedì 27 dicembre 2018

    Recensione di "Sabbia Nera" (Vanina Guarrasi #1) - Cristina Cassar Scalia

    Cari visitatori della Tana,
    ecco che prima della fine di questo 2018, torno a recensire qui sul blog.
    Oggi vi parlo di una delle mie letture di Novembre: si tratta del primo volume di una serie di gialli tutta italiana: Sabbia Nera di Cristina Cassar Scalia.

    Il romanzo è uscito per Einaudi nel mese di Maggio 2018 e conta 392 pagine. Il prezzo è di € 19 per il cartaceo, mentre l'ebook costa € 4,99.
    Potete acquistare il libro su Amazon tramite QUESTO LINK.

    TRAMA
    Mentre Catania è avvolta da una pioggia di ceneri dell'Etna, nell'ala abbandonata di una villa signorile alle pendici del vulcano viene ritrovato un corpo di donna ormai mummificato dal tempo. Del caso è incaricato il vicequestore Giovanna Guarrasi, detta Vanina, trentanovenne palermitana trasferita alla Mobile di Catania. La casa è pressoché abbandonata dal 1959, solo Alfio Burrano, nipote del vecchio proprietario, ne occupa saltuariamente qualche stanza. Risalire all'identità del cadavere è complicato, e per riuscirci a Vanina servirà l'aiuto del commissario in pensione Biagio Patanè. I ricordi del vecchio poliziotto la costringeranno a indagare nel passato, conducendola al luogo dove l'intera vicenda ha avuto inizio: un rinomato bordello degli anni Cinquanta conosciuto come «il Valentino». Districandosi tra le ragnatele del tempo, il vicequestore svelerà una storia di avidità e risentimento che tutti credevano ormai sepolta per sempre, e che invece trascinerà con sé una striscia di sangue fino ai giorni nostri.



    LA MIA OPINIONE 

    La seconda parte di quest'anno, a livello di letture, è stata, se è possibile, anche peggiore della prima.
    Ho faticato molto a trovare letture calzanti con il mio umore e proprio per questo ho letto pochissimi libri.
    A salvarmi dal completo blocco del lettore, anche questa volta, sono stati i consigli preziosi di Cecilia del blog La sala dei lettori inquieti, che aveva letto questo romanzo molto prima di me e non aveva smesso di consigliarmelo. 

    Quando in una villa signorile nei dintorni di Catania viene trovato il cadavere mummificato di una donna, nascosto dentro ad un vano che viene riaperto dopo anni, ad indagare viene chiamata il vicequestore Vanina Guarrasi, da pochi mesi alla Mobile di Catania.
    Per risolvere questo cold case Vanina ha pochissimi indizi e già il solo risalire all'identità della donna si prospetta complicatissimo.
    Ad aiutarla, però, si palesa il commissario in pensione Biagio Patané, che all'epoca dell'omicidio era un giovane poliziotto.
    Ed è così che attraverso carte, racconti, ricordi e vecchi risentimenti, Vanina deve districarsi nella matassa di questa storia rimasta celata per più di cinquant'anni.

    Questo romanzo, nella mia opinione, ha due punti forti: il primo è sicuramente la protagonista, Vanina, una donna dal passato burrascoso sia a livello familiare che sentimentale, che ha imparato a contare solo sulle sue forze, e che è finita a Catania, lasciando la sua amata Palermo, per chiudere con il suo passato. Il problema, però, è che spesso il passato ci insegue, e Vanina deve imparare a convivere anche con questo.
    Il secondo sta sicuramente nel caso che Vanina è chiamata a risolvere, un cold case con i fiocchi in salsa tutta siciliana, in cui il fatto di sangue è collegato con altri omicidi e con vecchi rancori, tutti legati a quella società dei salotti catanesi ormai quasi scomparsa.
    Ad incantare è proprio questo continuo viaggio nel tempo, questo ponte tra passato e presente in una storia che sembra aver portato le sue conseguenze anche ai giorni nostri.

    Nel complesso Sabbia Nera è un romanzo che vi consiglio, soprattutto se siete appassionati di gialli classici ma avete voglia di un'ambientazione nuova.

    Il mio voto per questo romanzo è di quattro riccetti!