venerdì 23 giugno 2017

Friday News #89

Cari visitatori della Tana,
benvenuti ad un nuovo appuntamento con Friday News, la rubrica tutta dedicata alle novità della settimana dal fronte libresco.
Pronti a conoscere le ultime?

Cover reveals;


  • Esce a Settembre nei paesi anglosassoni Tower of Dawn, sesto romanzo della serie Throne of Glass di Sarah J. Maas, che sarà raccontato dal PoV di Chaol. L'autrice ha dichiarato che è una sorta di romanzo parallelo al quinto, in cui gli eventi sono ripercorsi dal punto di vista del Capitano.
  • Anche la cover di Inferno, volume conclusivo della saga Talon di Julie Kagawa è stata rivelata. Il romanzo uscirà negli USA ad Aprile 2018.

  • Arriva il 10 Novembre in libreria Arabesque, nuovo romanzo della serie L'allieva di Alessia Gazzola, edito Longanesi. In contemporanea dovrebbe avvenire la messa in onda della seconda stagione della serie TV su Rai 1;
  • Da quest'immagine si intravede la cover di Una fiamma nella notte di Sabaa Tahir, che Nord conferma essere in uscita a Settembre di quest'anno.
Quali autori, quali libri;
  • Uscirà negli USA il prossimo anno la nuova serie fantasy di Sara Raasch, già autrice della fortunata trilogia Snow  Like Ashes, Edita anche in Italia da Mondadori. La nuova serie si intitolerà These Rebel Waves e avrà come protagonisti dei pirati.
  • Nei giorni scorsi Diana Gabaldon ha rilasciato un estratto dalla sua nuova raccolta di storie dedicate ad alcuni dei protagonisti di Outlander. Seven Stones to Stand or Fall, che potete leggere QUI.
  • In un recente post su Livejournal, George R. R. Martin ha chiarito di non aver ancora terminato di scrivere Winds of Winter, sesto ed attesissimo capitolo della serie A Song of Ice and Fire, ormai più nota come Il Trono di Spade. L'autore, anzi, ha chiarito a tutti che quello su ASOIAF non è il suo unico lavoro, infatti l'autore si dedica contemporaneamente ad altri romanzi e ad un'altra serie in particolare, Wildcards.
    Stanco delle continue domande dai fan, l'autore ha deciso così di mettere le cose in chiaro. 
Novità sugli adattamenti;
  • Vedremo anche Bram Greenfield, il Wally West di The Flash nell'adattamento di Non so chi sei ma io sono qui di Becky Albertalli;
  • È stato rilasciato nel corso di questa settimana il trailer della prossima stagione di Game of Thrones. Anche se ormai non è più un adattamento nel senso più stretto del termine, vale davvero la pena di vederlo:

Prossime uscite in Italia;
E per oggi è tutto, lettori cari.
Alla prossima!





martedì 20 giugno 2017

Recensione di "Wolf: Il giorno della vendetta" (Wolf by Wolf #2) - Ryan Graudin

Cari visitatori della Tana,
questa settimana vi recensisco una delle uscite che più attendevo quest'anno: si tratta di Wolf: Il giorno della vendetta, secondo volume della serie Wolf By Wolf di Ryan Graudin. 

Il romanzo è uscito lo scorso 6 Giugno per DeAgostini e conta 575 pagine. Il prezzo è di € 6,99 per l'ebook, mentre il cartaceo costa € 14,90. Potete acquistarlo su Amazon cliccando su questo link.

TRAMA
È il 1956 e il mondo è in fermento: dopo decenni di dominio assoluto, Hitler è stato assassinato e la Resistenza è pronta a prendere le armi. A innescare la scintilla è stata Yael, la ragazza dagli straordinari poteri mutaforma, miracolosamente sopravvissuta al campo di concentramento. È solo grazie al suo coraggio se il Nuovo Ordine ha le ore contate. O almeno così tutti credono. Ma la verità è molto più complicata di come appare, e le conseguenze di quanto è accaduto sono devastanti. Ora Yael è in fuga in territorio nemico. Non è sola, però. Insieme a lei ci sono Luka e Felix, i due ragazzi che ha dovuto tradire per portare a termine la sua missione e che adesso vuole proteggere a ogni costo. Ed è nel bel mezzo del caos che il passato e il futuro di Yael si scontrano, obbligandola a fare i conti con i propri sentimenti. Odio e amore, vendetta e perdono. Scegliere non è facile, soprattutto quando sul piatto della bilancia ci sono da un lato il destino del mondo intero e dall'altro la vita di chi ama. Quale sarà la scelta di Yael? Vita o morte?

LA MIA OPINIONE
contiene spoiler sul primo volume della duologia. 

Prima di cominciare a leggere questo romanzo, devo ammettere di aver fatto un giro su Goodreads per leggere alcune recensioni. Pareri contrastanti a go-go su questo volume conclusivo della duologia, motivo per cui sono diventata ancora più curiosa di leggerlo.

La storia riprende esattamente dal momento in cui l'avevamo lasciata sul finale di Wolf: La ragazza che sfidò il destino: Yael è riuscita nel suo intento, ha sparato ad Hitler durante il ballo del vincitore. La missione sembra compiuta, se non fosse per un problema: l'uomo a cui ha sparato Yael non è il Fuhrer, ma soltanto un mutapelle che ha preso il suo posto.
È in quel momento che Yael capisce che non è l'unica mutapelle sopravvissuta agli esperimenti del Dottor Geyer e che il regime sta sfruttando alcune persone con la sua stessa abilità per impersonare Hitler.
Ma quello che deve fare, prima di tutto, è fuggire il più lontano possibile da Tokyo per riunirsi alla Resistenza. Nel viaggio che pensava di fare da sola, però, l'affiancano Luka e Felix, che adesso hanno scoperto la sua vera identità.
Il viaggio di ritorno verso Germania è carico di sorprese, colpi di scena e tensione, in un mix di azioni pericolose e rocambolesche. Yael non ha intenzione di arrendersi e non si fermerà finché non avrà portato a termine la sua missione: quella di cambiare il mondo.

Avevo amato, senza se e senza ma, il primo libro di questa duologia, di conseguenza le mie aspettative su questo secondo volume erano altissime. Devo dire che che non sono state disattese, soprattutto visto il colpo di scena che ci aveva lasciato con il fiato sospeso al termine del primo romanzo e che mi aveva fatto sospettare alcuni risvolti della storia. 

Yael questa volta non è protagonista assoluta del racconto, ma la sua voce si mischia a quella di Luka e Felix, che raccontano alcuni aventi dal loro punto di vista, sia del presente che del passato.
Yael è alle prese con una doppia missione, questa volta: riuscire a tornare a Germania per riunirsi alla resistenza, ma anche ritrovare sé stessa, adesso che può farlo. Entrambi sono percorsi non semplici, anzi, spesso accidentati.
A Luka non è certo affidata una sorte più semplice: l'incontro con Yael, che non veste più la maschera di Adele, lo fa scontrare con ciò che accade davvero nel Reich: torture, esperimenti, morte. Lui, che per anni è stato il volto del regime, arriva faccia a faccia con la natura crudele e marcia del governo nazista. Ed è così che gli tocca scegliere da che parte stare. 
I suoi PoV sono sicuramente complessi dal punto di vista dell'evoluzione psicologica del personaggio, ma allo stesso tempo sono incorniciati dalla sua ironia, che non manca mai.
Infine c'è Felix, il fratello gemello di Adele che per tutto il Tour ha pensato di proteggerla, ma adesso che ha scoperto che Adele è prigioniera della Resistenza, deve fare una scelta: credere alle parole di Yael ed accompagnarla nel suo viaggio o restare dalla parte del Reich?

Tutti i protagonisti sono posti davanti a scelte difficili, che determinano l'evoluzione della trama. Anche i gesti più piccoli acquistano un peso non indifferente ai fini della storia e tutto si intreccia con l'azione e i colpi di scena che non mancano mai.
Sullo sfondo di un'ucronia che sin da subito mi è piaciuta per la sua elaborazione, che la rende fortunatamente lontana eppure così possibile, Ryan Graudin ha costruito anche questa volta un romanzo degno di nota, pieno di azione e adrenalina ma anche di storie personali e sentimenti, legami indistruttibili ed ideali per cui morire.
Nulla è lasciato al caso in questo finale, ci sono geometrie precise e conseguenze che, per quanto tristi, sono coerenti con la storia e la sua evoluzione.

Coinvolgente dalla prima all'ultima pagina, triste eppure bellissimo, Wolf: Il giorno della vendetta  è il capitolo finale di una storia che sospetto mi rimarrà nel cuore per molto tempo.



Il mio voto per questo romanzo è di cinque riccetti!

venerdì 16 giugno 2017

Friday News #88

Cari visitatori della Tana,
benvenuti ad un nuovo appuntamento con la rubrica del Venerdì tutta dedicata alle news dal mondo dei libri. Curiosi di scoprire quali sono le novità della settimana appena trascorsa?

Cover reveals;

  • Esce il 30 Giugno per Triskell Edizioni Il principe prigioniero  di C.S. Pacat, primo volume di una trilogia fantasy per adulti che vede come protagonista una coppia omosessuale.
  • Torna nelle librerie italiane anche Mhairi McFarlane, con il suo Se l'amore ci mette lo zampino, in uscita per Harper Collins il 22 Giugno;
  • Esce il 27 Giugno per Sperling & Kupfer La maledizione del re di Philippa Gregory, che si aggiunge alla serie dedicata alla Guerra delle Due Rose;
  • Arriva il 31 Agosto il nuovo romanzo della serie dedicata al vicequestore Rocco Schiavone, nato dalla penna di Antonio Manzini: Pulvis et umbra.

  • Esce il prossimo 18 Luglio per Piemme Tutta colpa di Mr. Darcy, traduzione italiana di Austenland di Shannon Hale, dal quale è stato anche tratto un film, distribuito in italia con il titolo Alla ricerca di Jane;
  • The Empress di S.J. Kincaid, seguito di Diabolic, appena uscito in Italia per Mondadori, uscirà negli USA il prossimo 31 Ottobre;
Novità sugli adattamenti;
  • Sarà Danielle Macdonald ad interpretare la protagonista Willowdean nell'adattamento del romanzo Voglio una vita a forma di me di Julie Murphy. La giovane attrice si unisce a Jennifer Aniston, già da qualche tempo annunciata nel cast;
  • La serie TV sci-fi Black Mirror diventerà una serie di romanzi, che comincerà ad essere pubblicata a partire dal 2018 e sarà scritta da Charlie Brooker, già creatore dello show. QUI trovate ulteriori dettagli;
  • Non sarà più realizzato alcun adattamento di Ugly Love (L'incastro (im)perfetto) di Colleen Hoover. Purtroppo i termini per la cessione dei diritti sono scaduti senza che la casa cinematografica che li aveva acquistati realizzasse il progetto, quindi questi sono tornati all'autrice.
  • Anche Ogni Giorno di David Levithan diventerà un film, che sarà prodotto da MGM, diretto da Michael Suscy e adattato da Jesse Andrews (autore di Quel fantastico peggior anno della mia vita). Il primo membro del cast annunciato è Angourie Rice, che reciterà nel ruolo di Rhiannon.
Prossime uscite in Italia;
  • Giunti ha deciso di ristampare Beastly di Alex Flynn, sicuramente tra i retelling più famosi della fiaba de La bella e la bestia. Lo ritroveremo in libreria dal 28 Giugno;
  • Secondo Amazon uscirà il 31 Agosto The hate u give - Il coraggio della verità di Angie Thomas, edito Giunti;
  • Secondo alcune fonti, It Ends With Us di Colleen Hoover sarà pubblicato con il titolo Quando sorge il sole e dovrebbe arrivare in Italia in autunno per Leggereditore;
E per oggi p tutto, lettori cari.
Alla prossima!

giovedì 15 giugno 2017

Recensione di "Storie di un'attesa" - Sergio Algozzino

Cari visitatori della Tana,
era ormai da un po' di tempo che non tornavo a parlarvi di graphic novel qui sul blog. Oggi invece vi voglio parlare di uno dei miei ultimi acquisti - l'unico, purtroppo, di Una Marina di Libri - ossia Storie di un'attesa di Sergio Algozzino.

Questa graphic nove è uscita per Tunué nel 2016 e conta 140 pagine. Il prezzo è di € 16,90. Potete acquistarla su Amazon a questo link.

Tre storie distanti nel tempo. Un principe palermitano decide nell'Ottocento di partire per la Terrasanta, ma è molto più importante la preparazione del viaggio stesso. Due persone si sfidano, all'inizio del secolo scorso, in una partita a scacchi per corrispondenza, ma nel tempo scoprono come l'esistenza abbia scavato un abisso fra di loro. Un ragazzo, negli anni Novanta, si ritrova ad aspettare la ragazza con cui si è dato appuntamento, solo con i suoi pensieri. A legare le vicende l'aspettare con pazienza il tempo che scorre e i cambiamenti che ne vengono, per riscoprire, in un'epoca di frenesia, il valore dell'attesa.








LA MIA OPINIONE

Quante possono essere le tonalità di un'attesa? È questa la domanda a cui prova a rispondere Sergio Algozzino in questa graphic novel, e lo fa intrecciando tre storie molto lontane nel tempo, ma che hanno alcuni aspetti in comune. 

Aspettare è una cosa che ci capita spesso di fare. I tempi di attesa variano, le emozioni sono più deboli o più forti in base a cosa stiamo aspettando. Ci sono attese speciali.
Sullo sfondo di una Palermo bellissima, che in alcune parti della storia ne diventa quasi una protagonista, conosciamo un conte che sul finire dell'Ottocento comincia a pianificare sin nei minimi particolari un viaggio in Terrasanta, per poi spostarci nei primi anni del Novecento, periodo in cui conosciamo un uomo da poco stabilitosi a Palermo, che inizia una partita a scacchi per corrispondenza e che attende pazientemente le mosse del suo avversario. Infine un quindicenne che nei primi anni Novanta, armato di walkman, comincia una lunghissima attesa sotto casa di una ragazza per il loro primo appuntamento.
Ad incasellare la storia, ci sono altri piccoli momenti di attesa, che ci raccontano la vita quotidiana di personaggi quasi capitati lì per caso, ma in cui è immediatamente facile rivedersi. 

Tre protagonisti, tre finalità diverse, tre storie, tutte legate però dalla stessa trepidazione nell'attesa.
È evidente che questi tre protagonisti, nonostante siano accomunati dalla medesima emozione, vivono l'attesa in modi radicalmente diversi. Sì, perché la loro trepidazione è percepibile, ma il loro modo di attendere, ciò che fanno mentre aspettano, è molto, molto diverso.
In tre epoche diverse Sergio Algozzino ci dimostra i modi diversi in cui si vive un'attesa e fa nascere spontanea una piccola auto-analsi di cosa facciamo noi adesso nei momenti vuoti in cui ci tocca aspettare qualcosa.
E se oggi, come me, la prima cosa che fate quando aspettate qualcuno o qualcosa è tirare fuori lo smartphone per controllare i social - un'abitudine terribile, ma tendo un po' a giustificarmi dicendomi che ormai lo facciamo tutti  - questa graphic novel vi farà anche riscoprire il valore di quei momenti che sembrano vuoti, di quel tempo che ci sembra di perdere mentre aspettiamo e che invece può avere un suo perché. Dobbiamo solo essere bravi a trovarlo.
Non solo parole, ma soprattutto tavole bellissime per questa graphic novel. Disegni leggeri ma che sanno catturare l'attenzione, anzi, sanno proprio ammaliare.

Storie di un'attesa è (quasi paradossalmente) una graphic novel da leggere d'un fiato. O almeno, per me è stato così, perché ad aspettare non sono proprio brava.
Convintissima di recuperare al più presto gli altri lavori di questo autore, vi consiglio di tutto cuore di leggere questo.


Il mio voto è di cinque riccetti!


mercoledì 14 giugno 2017

Top Five Wednesday #8: Le mie side ship preferite

Cari visitatori della Tana,
benvenuti ad una nuova Top Five!L'argomento di oggi è particolarmente interessante perché si parla di side ships, ovvero di tutte quelle coppie, canon o fanon, che non coinvolgono il protagonista della storia. Pronti a scoprire le mie cinque preferite?


Ron ed Hermione
dalla serie Harry Potter di J.K. Rowling

Credo che quella tra Ron ed Hermione sia stata la prima vera ship che io abbia shippato. Cioè, sentivo che sarebbero finiti insieme, senza ombra di dubbio. A partire dal terzo libro, poi, è diventata una consapevolezza. Insomma, vederli finire insieme è stata una delle mie più grandi gioie di fangirl e potterhead e sì, non avrei mai perdonato la Rowling se non li avesse fatti sposare. 


Cress ed il Capitano Thorne
dalla Cronache Lunari di Marissa Meyer
Cress e Thorne hanno fin da subito rubato il mio cuore. Insomma, come si fa a non adorarli? La Meyer ha gestito divinamente questa ship e sono sicura di non essere l'unica tremendamente innamorata di questi due personaggi. 


Ronan Lynch e Adam Parrish
dalla serie Raven Boys di Maggie Stiefvater
Cosa dovrei dirvi di questi due se non che insieme sono praticamente perfetti? Questa ship è un crescendo nel corso dei romanzi della serie, fatto di piccoli gesti, che poi ad un certo punto investe i lettori come un treno. Ci sono stati momenti durante la lettura dei libri in cui mi sono ritrovata a squittire di gioia nel corso delle scene di cui erano protagonisti. Vi ho detto tutto.


Zuzana e Mik
dalla serie Daughter of Smoke and Bone di Laini Taylor

Che carini, Zuzana e Mik, È una di quelle ship libresche di cui non mi stancherei mai di leggere perché è una coppia che ha trovato il suo giusto spazio all'interno della storia ed inoltre è una coppia ben bilanciata. Questi due sono proprio anime gemelle!


Samira ed Erek
dalla serie Albion di Bianca Marconero

Ditemi se insieme non sarebbero perfetti. Perché in ogni scena in cui appaiono è così palese, ma così evidente proprio, che insieme starebbero benissimo. Mi appello all'autrice: Bianca, ci regaleresti la gioia di vederli insieme, a qualche punto della serie?

E per oggi è tutto, lettori cari
Quali sono invece le vostre side ship preferite? Mi aspetto una bella chiacchierata nei commenti a riguardo.
Alla prossima!







domenica 11 giugno 2017

Le segnalazioni (in anteprima) della Tana #30: "L'ultima notte al mondo" di Bianca Maconero

Cari visitatori della Tana,
vi ho mai parlato del mio rapporto con la musica di Tiziano Ferro? No, non sono impazzita e non ho nemmeno deciso di convertirmi alla critica musicale. È solo che proprio da due canzoni di Tiziano Ferro nascono i titoli dei prossimi lavori di Bianca Marconero, in uscita per Newton Compton il prossimo 29 Giugno.

Io e la musica di Tiziano abbiamo sempre avuto un rapporto di amore-odio. I suoi primi singoli sono stati mandati così tanto in radio che ogni volta era un attacco di orticaria, ma con il tempo abbiamo raggiunto un certo equilibrio. Ci sono ancora delle canzoni che finisco per skippare quando le sento in radio, mentre ad altre sono molto legata. Il fatto che tra queste canzoni ci sia anche L'ultima notte al mondo e che questo sia anche il titolo del prossimo romanzo di Bianca, io l'ho interpretato come un segno del destino.
Ma bando alle ciance e parliamo del romanzo!


L'ultima notte al mondo
di Bianca Marconero
Newton Compton
440 pagine

In uscita il 29 Giugno
Preordina su Amazon

TRAMA
Quante volte ci si può innamorare della stessa persona?
Marco Bertani ha ventitré anni, alle spalle un’adolescenza tutt’altro che semplice e davanti a sé un futuro nel quale potrà contare solo su se stesso. Un giorno inaspettatamente si imbatte in Marianna Visconti, ex compagna del liceo e amore non corrisposto della sua vita. I loro mondi non potrebbero essere più lontani: Marianna, dopo aver studiato negli Stati Uniti, sta facendo pratica legale presso il prestigioso studio di un amico di famiglia, mentre Marco sbarca il lunario lavorando come operatore per una rete televisiva locale. Quando però le viene prospettata l’occasione di condurre un programma ideato proprio da lui, Marianna decide di accettare la sfida, convinta che così potrà dimostrare a Luca, il fidanzato con cui è in crisi, di cosa è capace: lei e Marco si troveranno quindi a lavorare gomito a gomito e scopriranno di non essere poi così diversi come credevano…

Ma non è tutto!
Per la gioia di noi lettori, insieme al romanzo arriverà anche Ed ero contentissimo, la novella prequel che uscirà in appendice del romanzo in edizione cartacea, ma separatamente per quanto riguarda quella digitale.


Ed ero contentissimo
L'ultima notte al mondo #0.5
di Bianca Marconero
Newton Compton
110 pagine

In uscita il 29 Giugno
Preordina su Amazon

TRAMA
Mi chiedevi sempre se c’era una speciale, una che mi tenesse sveglio, qualcuna a cui pensassi e io rispondevo che non c’era.
Era una bugia, papà.
Io una ragazza speciale ce l’ho da cinque dei miei diciotto anni.
Lei, papà, è il motivo per cui crederò sempre ai colpi di fulmine, mi fiderò sempre delle canzoni, saprò che si può tutto per amore. E non dico per conquistare la persona che ami, ma per permetterle di star bene. Si può tutto senza avere nulla in cambio, insomma, senza una possibilità al mondo di essere felici.
Ah, perché la mia ragazza mica lo sa che sono innamorato di lei”. 
Cinque anni prima de L’ultima notte al mondo, tra i banchi di scuola, Marco si innamora di Marianna. Negli anni del liceo, Marco affronta Negazione, Rabbia, Patteggiamento, Accettazione e Depressione: le Cinque Fasi dell’Elaborazione dell’Amore.


Insomma, ci vorrebbe proprio un TARDIS per arrivare il prima possibile al 29 Giugno e leggere queste due perle. So che lo saranno perché di Bianca mi fido ciecamente.
Per oggi è tutto.
Alla prossima!!

venerdì 9 giugno 2017

Friday News #87

Cari visitatori della Tana,
vi do il benvenuto ad un nuovo appuntamento con Friday News, la rubrica tutta dedicata alle novità dal fronte libresco.
Pronti a scoprire le novità della settimana appena trascorsa?

Cover reveals;


  • Shadowsong di S. Jae-Jones è il seguito di Wintersong, in arrivo il 30 Gennaio 2018 negli USA. Potete leggerne un estratto QUI.
    Inoltre vi ricordo che il primo volume della serie sarà prossimamente pubblicato in Italia da Newton Compton.



Novità sugli adattamenti;

  • Il film basato su L'usignolo di Kristin Hannah uscirà negli USA ad Agosto 2018, e sperimo arrivi così presto anche in Italia!
  • La Universal ha acquisito i diritti per adattare Ci proteggerà la neve di Ruta Sepetys;
  • Claire Foy, attrice divenuta famosissima grazie alla serie TV Netflix The Crown interpreterà Lisbeth Salander nell'adattamento di Quello che non uccide di David Lagercrantz, ideale quarto volume della serie Millennium di Stieg Larrson;
  • La serie Dreamfall di Amy Plum, ancora inedita in Italia, diventerà una serie TV;
  • L'attrice Lauren Graham lavorerà per adattare il romanzo Windfall di Jennifer E. Smith, conosciuta in Italia per i romanzi La probabilità statistiche dell'amore a prima vista e Io e te al centro del mondo. Curioso il caso che ha portato le due donne a conoscersi: la Smith infatti e l'editor del libro di Lauren Graham, da poco uscito anche in Italia, Parlare a raffica. L'attrice lavorerà in prima persona al film insieme alla sua compagnia di produzione cinematografica, la Good Game Productions.
  • Prima di domani, adattamento del romanzo di Lauren Oliver E finalmente ti dirò addio, arriva nei cinema italiani il prossimo 18 Luglio. Inoltre Piemme ristampa il romanzo con titolo e cover con immagini tratte dal film;
  • Nei giorni scorsi è stato rilasciato il trailer di Assassinio sull'Orient Express, riadattamento del celebre romanzo di Agatha Christie con la regia e l'interpretazione di Kenneth Branagh nel ruolo di Poitot, in arrivo nei cinema italiani a Dicembre 2017:

Prossime uscite;
  • L'ultima notte al mondo di Bianca Marconero, insieme alla novella Ed ero contentissimo, esce il prossimo 29 Giugno per Newton Compton;
  • Le sopravvissute: Final Girls di Riley Sager esce il 12 Luglio per Giunti Editore;
  • Signore delle Ombre di Cassandra Clare esce per Mondadori il 19 Settembre;
  • Sabaa Tahir ha annunciato su Twitter che Una fiamma nella notte, secondo volume della duologia An Ember in the Ashes, uscirà in Italia a Settembre;
  • Anche La vendetta degli dei di Jennifer L. Armentrout arriverà a Settembre in Italia per Harper Collins;
E per oggi è tutto, lettori cari.
Alla prossima!


venerdì 2 giugno 2017

Blogtour "Raven Rings - La figlia di Odino" di Siri Pettersen - Tappa #2: Vediamo i personaggi e le fan art


Cari visitatori della Tana, 
è con molto piacere che vi do il benvenuto alla seconda tappa del blogtour dedicato a Raven Rings - La figlia di Odino di Siri Pettersen, primo romanzo di una trilogia fantasy basata sulla mitologia norrena.
La tappa di oggi è tutta dedicata ai personaggi e alle fan art, ma prima di cominciare, come sempre, facciamo un focus sul romanzo.

IL LIBRO


Raven Rings: La figlia di Odino
di Siri Pettersen
Multiplayer Edizioni
€ 21
In uscita l'8 Giugno 2017

TRAMA
Immagina di essere privo di qualcosa di cui tutti gli altri dispongono. Qualcosa che rappresenta la prova della tua appartenenza a questo mondo. Qualcosa di talmente vitale, che senza di esso sei una nullità. Una piaga. Una leggenda. Un essere umano.

Hirka, che ha quindici inverni, all'improvviso apprende di essere una figlia di Odino, una creatura putrida e senza la coda, proveniente da un altro mondo. È disprezzata, odiata e scacciata da tutti. Non riesce più a trovare una propria identità, e qualcuno la vuole eliminare affinché tutto ciò rimanga un segreto. Ma ci sono cose ben peggiori degli esseri umani e Hirka non è l’unica creatura ad essersi introdotta attraverso i portali…

I PERSONAGGI E LE FAN ART

HIRKA

Quindici anni, capelli rosso fuoco ed un futuro che si prospetta del tutto solitario: Hirka, la protagonista del romanzo, è appena rimasta orfana del padre, un guaritore girovago e suo unico punto  di riferimento. Vive presso un popolo che la emargina e spesso la disprezza, nonostante la sua bravura come guaritrice, perché è priva della coda, che identifica la stirpe di Ym, e non è capace di invocare il Dono, l'energia che scorre in tutte le cose. Il peggio è che presto potrebbe essere smascherata per questa sua inadeguatezza, perché tutti i quindicenni di Ymslanda devono superare una prova di iniziazione ed invocare il Dono.

RIME

Rime è un amico d'infanzia di Hirka, erede di una delle famiglie più potenti nel Consiglio che governa Ymslanda. È un guerriero ben addestrato e porta sempre con sé due spade. Ben presto, però, anche lui si ritrova davanti alla realtà della corruzione e le rivalità nel Consiglio e ben presto si ritrova a combattere fianco a fianco con Hirka per scoprire molte verità.

RAMOJA E VERTLE


Sono madre e figlio. Lei è una straniera, ma ha un ruolo prezioso: quello di addestratrice di corvi che sono definiti "le ali del Consiglio" per il loro compito di messaggeri viaggiatori. Vertle invece è un quindicenne la cui mente, però, è rimasta quella di un bambino. Si aggira spesso in compagnia di Hirka o Rime, che devono inevitabilmente sorvegliarlo.

IL GIVEAWAY

Sono sicura che anche voi vi starete incuriosendo, quindi che ne dite di tentare la fortuna e provare a vincere una copia del romanzo?
Le regole sono semplicissime:

Regole da seguire obbligatoriamente:
-Mettere la propria email SOLO nel form così che verrete contattati in caso di vincita;
-Essere follower dei blog partecipanti;
-Commentare tutte le tappe del blog tour con frasi che abbiano senso dicendoci magari la vostra opinione sugli argomenti;
-Seguire la pagina FB e Twitter della Multiplayer;


Facoltativo:

Condividere l'iniziativa nei vostri social;
Il Giveaway inizia il primo Giugno e finisce il 10 Giugno, il giorno dopo sarà estratto il vincitore e contattato.

a Rafflecopter giveaway



IL BLOGTOUR PROSEGUE


E per oggi è tutto, lettori cari.
Alla prossima!


Le fan art che ritaggono Hirka e Rime sono lavori di Mia Hansen. Quella su Ramoja e Vertle invece è stata postata dall'autrice sui suoi social ed è da lì che l'ho presa. 

martedì 30 maggio 2017

Recensione di "Non ditelo allo scrittore" (Vani #3) - Alice Basso

Cari visitatori della Tana, 
ebbene sì, oggi torno felicemente a recensire, e lo faccio per uno dei romanzi che attendevo di più in questa primavera; Non ditelo allo scrittore di Alice Basso, terzo volume della serie dedicata alla ghostwriter Vani Sarca.

Il romanzo è uscito il 18 Maggio per Garzanti e conta 316 pagine. Il prezzo è di € 9,99 per l'ebook, mentre il cartaceo costa € 16,90.

TRAMA
A Vani basta notare un tic, una lieve flessione della voce, uno strano modo di camminare per sapere cosa c'è nella testa delle persone. Una empatia innata che lei mal sopporta, visto il suo odio per qualunque essere vivente le stia intorno, e che però è fondamentale nel suo mestiere. Perché Vani è una ghostwriter. Presta le sue parole ad autori che in realtà non hanno scritto i loro libri. Si mette nei loro panni. Un lavoro complicato di cui non può parlare con nessuno. Solo il suo capo sa bene qual è ruolo di Vani nella casa editrice. E sa bene che il compito che le ha affidato è più di una sfida: deve scovare un suo simile, un altro ghostwriter che si cela dietro uno dei più importanti romanzi della letteratura italiana. Solo Vani può farlo uscire dall'ombra. Ma per renderlo un comunicatore perfetto, lei che ama solo la compagnia dei suoi libri e veste sempre di nero, ha bisogno del fascino ammaliatore di Riccardo. Lo stesso scrittore che le ha spezzato il cuore, che ora è pronto a tutto per riconquistarla. Vani deve stare attenta a non lasciarsi incantare dai suoi gesti. Eppure ha ben altro a cui pensare. Il commissario Berganza, con cui collabora, è sicuro che lei sia l'unica a poter scoprire come un boss della malavita agli arresti domiciliari riesca comunque a guidare i suoi traffici. Come è sicuro che sia arrivato il momento di mettere tutte le carte in tavola con Vani. Con nessun'altra donna riuscirà mai a parlare di Chandler, Agatha Christie e Simenon come con lei. E quando la vita del commissario è in pericolo, Vani rischia tutto per salvarlo. Senza sapere come mai l'abbia fatto. Forse perché, come ha imparato leggendo La lettera scarlatta e Cyrano de Bergerac, ogni uomo aspira a qualcosa di più grande, che rompa ogni schema della razionalità e della logica. Vani è ormai uno dei personaggi più amati dai lettori italiani.

LA MIA OPINIONE
Non è un mistero che io adori i romanzi di Alice Basso. Sin da quando ho letto L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome, lo scorso anno (QUI la mia recensione), ho capito che questa serie mi avrebbe dato grandi soddisfazioni. Ecco perché non appena è uscito Non ditelo allo scrittore ho messo da parte tutte le altre letture e gli ho dato assoluta priorità.

Anche in questo nuovo romanzo siamo catapultati sin da subito nel pieno della sempre imprevedibile vita di Vani, che è alle prese con il suo lavoro come ghostwriter, sempre troppo sottopagato per i suoi sforzi e con il suo lavoro di collaboratrice della polizia.
Cioè, molto più alle prese con il suo primo lavoro che con il secondo, perché il commissario Berganza sembra volerla tenere a tutti i costi lontano dal caso di cui si sta occupando, un caso complesso e molto pericoloso che riguarda una rete di trafficanti di droga.
È così che Vani ha sicuramente più tempo da dedicare al caso che invece le sottopone Enrico, il suo boss. Alle porte del ventennale dell'uscita di Verrò a trovarvi sul lago di Ruggero Solimano, uno dei romanzi che ha segnato la storia della letteratura contemporanea, la casa editrice per cui lavora Vani vuole proporre una ristampa con dei contenuti speciali, come ad esempio le prime bozze del lavoro. Il problema è che questi contenuti non esistono: sembra proprio che a scrivere il romanzo, infatti, sia stato un ghostwriter, uno scrittore rimasto nell'ombra per molti anni anche dopo la scomparsa di Solimano: il compito di Vani è quello di trovare questo ghostwriter e convincerlo a venire allo scoperto, così che la casa editrice possa organizzare un nuovo lavoro di promozione per il libro.
Dall'altra parte, però, il commissario Berganza non può fare a lungo a meno dell'abilità di Vani nell'immedesimarsi nelle persone, e proprio per questo la ritroviamo ad occuparsi ben presto del caso che non sembra proprio di semplice soluzione. 
Tra Riccardo Randi che non smette di corteggiarla, due adolescenti che sembrano complottare contro di lei, un ghostwriter da far diventare un autore che piace al pubblico, un caso da risolvere e il commissario Berganza che continua a lasciare dei misteriosi discorsi a metà, Non ditelo allo scrittore segna una grande crescita di Vani, su tutti i fronti.


Il sogno della mia vita è starmene nella mia tana a farmi gli affari miei senza rotture di coglioni di alcun genere.

Se c'è una cosa che mi piace dei romanzi di questa serie, è che poco alla volta scopriamo qualcosa di più sui personaggi, Vani prima di tutto.
Questa volta lo facciamo attraverso alcuni flashback che ci riportano al 1997/1998, anni in cui Vani frequenta ancora il liceo, nonché periodo in cui cominciamo a scorgere i tratti della persona che poi è diventata. Razionalità, logica, pochi legami e una battaglia continua contro il mondo a suon di ironia: ecco chi era e chi è Vani ancora adesso. Sembra proprio un soldato che ha passato così tanto tempo in trincea e che negli ultimi tempi è piena fino al collo della vita che ha fatto.
A farle sbattere la testa contro la realtà è l'incontro con il ghostwriter di Verrò a trovarvi sul lago, un uomo che ce l'ha con il mondo intero.
Proprio questa è la scintilla che porta Vani ad interrogarsi sui suoi pochi legami, soprattutto quello con Morgana, che a quindici anni si sta sempre più vanisarchizzando, quello con Riccardo, che non ha smesso per un attimo di corteggiarla, e quello con il commissario Berganza, che con il suo essere quasi come i poliziotti dei gialli che ama leggere, le lezioni di cucina e le sue piccole attenzioni sembra l'unico ad aver colto la sua vera essenza.

Forse inizio ad averne abbastanza di vivere in guerra.
Forse a me un po' di pace non farebbe più tanto schifo.

Tra questo piccolo, ma in fondo grande percorso di crescita e l'addestramento del ghostwriter, Vani trova anche il tempo per aiutare Berganza nella soluzione di questo caso molto pericoloso e che potrebbe comportare delle ritorsioni nei confronti di tutti gli inquirenti.
La trama del giallo è meno consistente rispetto ai due romanzi precedenti, ma certo sul finale crea la giusta tensione.
Allo stesso modo il ritmo della storia è meno serrato, ma va sicuramente d'accordo con il percorso della storia, che include anche elementi nuovi rispetto ai due precedenti.

Anche Non ditelo allo scrittore si legge molto velocemente, perchè è scorrevole come non mai e ci sono tutti gli elementi che nei primi due romanzi della serie mi hanno fatto amare Vani, dalla prima all'ultima pagina. Anzi, c'è anche di più.
Alice Basso con questo romanzo si conferma, oltre che una delle mie autrici italiane preferite, un'ottima penna. Sto già aspettando il prossimo!


Il mio voto per questo romanzo è cinque riccetti!