lunedì 23 aprile 2018

Le Segnalazioni della Tana #22: "Né a Dio né al Diavolo" di Aislinn

Cari visitatori della Tana,
sono molto orgogliosa di prendere parte oggi al flash-mob organizzato da Gainsworth Publishing per rivelare la cover e la trama del nuovo romanzo di Aislinn, che uscirà in occasione del Salone del Libro (a Torino dal 10 al 14 Maggio).
Senza ulteriori indugi, quindi, parliamo di questo libro.


Né a Dio né al Diavolo
di Aislinn
Gainsworth
Disponibile dal 10 Maggio al Salone del Libro 

TRAMA
Biveno. “Capitale del nulla”. Sessantamila anime dimenticate da Dio ai piedi delle Alpi piemontesi. Da lì un giorno d’estate del 2010 parte una macchina diretta a un colossale festival metal in Germania, con a bordo il terzetto peggio assortito della storia: Ivan, senza lavoro ma con qualche segreto, depresso con l’orlo del baratro a portata di mano; Tom, idraulico per professione e giullare per vocazione, troppo abituato a fingere di essere un idiota; e il tizio silenzioso che tutti chiamano Lucifero, capelli lunghi e occhiali scuri d’ordinanza, vampiro da quasi quattrocento anni. E non serve a nulla che lui parli tranquillamente della sua vera natura, tanto nessuno ci crede, Tom meno di chiunque altro. Dovranno cominciare a balenare gli artigli e a scorrere il sangue perché i due ragazzi si rendano conto che frequentare un mostro non è innocuo come una canzone black metal. Men che meno un mostro che si trascina dietro amanti immortali, vendette secolari e una sete che nulla al mondo può spegnere. Ma le notti sono lunghe a Biveno, e c’è tempo per imparare...

Il sangue gli riempiva la gola. Inzuppava la paglia. Lui tremò, tremò più forte. Scivolò su un fianco. Il respiro era più faticoso. Un'ombra gelida sommerse la cella, lo strinse in un'ultima morsa. Era un buio aggressivo, eppure quasi rassicurante. Tutto scorreva via. Anche le parole si perdevano, e se pure avesse avuto ancora voce, le parole che gli rimanevano non le avrebbe rivolte né a Dio, né al Diavolo. La promessa che aveva infranto non l'aveva fatta nel loro nome. 

AISLINN
È nata a Biella nel 1982, ama scrivere ascoltando rock e metal e ha una passione inesauribile per la lettura. Nel 2013 ha pubblicato con Fabbri Editori il suo primo romanzo urban fantasy Angelize; nel 2014 è uscita la seconda e ultima parte della storia, Angelize II – Lucifer. Ha partecipato al romanzo storico In territorio nemico di Scrittura Industriale Collettiva (minimum fax, 2013) e a diverse antologie. Vive ad Arona, ma potreste incontrarla spesso anche a Milano; tiene corsi e workshop di scrittura, è traduttrice, editor e consulente editoriale per vari studi, agenzie e case editrici. Gestisce il blog http://aislinndreams.blogspot.it e pagine sui principali social network. Quando non è impegnata con tutte queste cose si aggira per i boschi cercando divinità, canta per la gioia dei vicini di casa e fa da schiava a due gatti.


E per oggi è tutto, lettori cari.
Sono sicura che molti di voi, come me, sono impazienti di leggere questo romanzo. Se sarete al Salone del Libro, troverete Gaisworth Publishing ed alcuni dei loro autori al Padiglione 2, stand H10.
Inoltre Sabato 12 Maggio presso lo Spazio Stock del Padiglione 5 alle 10:30 si terrà il dibattito "Mostri in ritardo. Perché in Italia l'Urban Fantasy non arriva?" a cui parteciperanno Aislinn, Luca Tarenzi, Helena Cornell e Julia Sienna. 

Alla prossima! 

lunedì 16 aprile 2018

Recensione di "La Briscola in cinque" (BarLume #1) - Marco Malvaldi

Cari visitatori della Tana,
oggi torno a recensire per parlarvi di un romanzo e di una serie che avrei voluto cominciare a leggere qualche tempo fa, ma alla quale sono arrivata soltanto di recente. Si tratta di La briscola in cinque, romanzo che inaugura la serie del BarLume di Marco Malvaldi.
Pubblicato da Sellerio nel 2007, il romanzo conta 163 pagine. Il prezzo è di € 12 per il cartaceo, mentre l'ebook costa € 6,99. Potete acquistare il romanzo su Amazon attraverso questo
link.


TRAMA
La rivalsa dei pensionati. Da un cassonetto dell'immondizia in un parcheggio periferico, sporge il cadavere di una ragazza giovanissima. Siamo in un paese della costa intorno a Livorno, l'immaginaria Pineta, "diventata località balneare di moda a tutti gli effetti, e quindi la Pro Loco sta inesorabilmente estinguendo le categorie dei vecchietti rivoltandogli contro l'architettura del paese: dove c'era il bar con le bocce hanno messo un discopub all'aperto, in pineta al posto del parco giochi per i nipoti si è materializzata una palestra da body-building all'aperto, e non si trova più una panchina, solo rastrelliere per le moto". L'omicidio ha l'ovvio aspetto di un brutto affare tra droga e sesso, anche a causa della licenziosa condotta che teneva la vittima, viziata figlia di buona famiglia. E i sospetti cadono su due amici della ragazzina nel giro delle discoteche. Ma caso vuole che, per amor di maldicenza e per ammazzare il tempo, sul delitto cominci a chiacchierare, discutere, contendere, litigare e infine indagare il gruppo dei vecchietti del BarLume e il suo barista. In realtà è quest'ultimo il vero svogliato investigatore. I pensionati fanno da apparato all'indagine, la discutono, la spogliano, la raffinano, passandola a un comico setaccio di irriverenze. Sicché, sotto all'intrigo giallo, spunta la vita di una provincia ricca, civile, dai modi spicci e dallo spirito iperbolico, che sopravvive testarda alla devastazione del consumismo turistico modellato dalla televisione.

LA MIA OPINIONE

Sono approdata alla lettura di questo romanzo in modo strano. Mi è capitato infatti di vedere per caso uno degli adattamenti televisivi dei romanzi della serie del BarLume verso la fine dell'anno scorso...e non mi era piaciuto per niente.
Curiosa di scoprire quanta differenza ci fosse tra la serie televisiva e quella dei romanzi, ho deciso di tuffarmi nella lettura di La briscola in cinque, primo romanzo di questa serie che dalle premesse sembra molto godibile.

Massimo è il barrista nonché proprietario del BarLume, centralissimo nell'immaginaria località marina di Pineta, in Toscana. L'uomo viene coinvolto per caso nel ritrovamento del cadavere di una ragazza dentro ad un cassonetto, che si scopre essere quello di una bellissima ragazza di una famiglia benestante.
Le indagini che seguiamo sono due: quella della polizia, condotte dal commissario Fusco, e quella di Ampelio, Pilade, Gino e Aldo, i vecchietti, clienti fissi del BarLume, che si improvvisano detective leggendo giornali e mettendo insieme le voci che corrono in paese e che seguono ovviamente un filone tutto loro.

Di questo romanzo posso dirvi che c'è un ottimo intreccio: il giallo è ben impostato, i sospetti su alcuni personaggi ben indirizzati e non mancano i colpi di scena. 
Lo stile, purtroppo, lascia un po' a desiderare. Si percepisce che all'epoca della stesura di questo romanzo la penna di Malvaldi era ancora acerba, tanto che lo stile risulta in alcuni tratti poco fluido e molto sintetico. 
Sicuramente quello che mi ha fatto apprezzare di più il romanzo sono i quattro vecchietti, detective per caso che tra un'intuizione e un colpo di fortuna forniscono a Massimo tutti gli indizi utili per scoprire chi ha ucciso la ragazza.  Al caro barrista basta solo metterli insieme e tirare le fila di una vicenda che, per essere un delitto avvenuto in un paesino, è abbastanza complicato.
I personaggi non sono approfonditi, ma sicuramente emergono le loro principali caratteristiche soprattutto attraverso i dialoghi ed i piccoli battibecchi.

Nel complesso ho trovato La briscola in cinque una lettura piacevole, che vi consiglio per l'estate (stagione nella quale per altro è ambientato il romanzo) per occupare qualche ora alla ricerca del colpevole, per nulla scontato, di questo delitto.

E per oggi è tutto, lettori cari.
Alla prossima!

venerdì 13 aprile 2018

Friday News #128

Cari visitatori della Tana,
oggi torna la rubrica dedicata alle news della settimana, come sempre ricca di notizie interessanti. Pronti a scoprire le ultime dal mondo dei libri?

Cover reveals;


  • Torna nelle librerie italiane anche E. Lockhart, già autrice de L'estate dei segreti perduti, con L'amica perfetta, in uscita per DeAgostini il prossimo 8 Maggio;
  • Nuova cover e nuovo titolo in vista dell'uscita del film per il romanzo di Becky Albertalli, che da Non so chi sei, ma o sono qui diventa Tuo, Simon, in uscita prossimamente per Mondadori in brossura.
  • Questa settimana è stata rivelata in anteprima sul sito EW.com la cover di Impostors, nuovo romanzo di Scott Westerfeld, primo volume della serie spin-off di Uglies.
    Potete inoltre leggerne un estratto QUI;
  • Iron Flowers di Tracy Banghart esce il 29 Maggio per DeAgostini;
Novità sugli adattamenti;
  • Fandom di Anna Day diventerà una serie TV. I diritti per la produzione di un adattamento televisivo del romanzo sono stati acquisiti da Fox 21 Television Studios e ad occuparsi dello sviluppo del progetto sarà Ileen Maisel, come riferito da questo articolo su deadline.com;
  • Il film Every Day, basato sul romanzo omonimo di David Levithan, uscirà in Italia il prossimo 14 Giugno;
  • L'uscita di Tuo, Simon, tratto dal romanzo di Becky Albertalli, è stata anticipata al 31 Maggio per le sale italiane.
Prossime uscite in Italia; 
  • Multiplayer pubblicherà a Maggio Il Marciume, secondo volume della serie Raven Rings di Siri Pettersen;
  • Nel mese di Luglio dovrebbe uscite per DeAgostini L'eredità di mezzanotte, secondo romanzo della serie The Hawkweed Prophecy;
  • Nuovo romanzo in arrivo per Kathy Reichs nella serie di Tempe Brennan: La Cospirazione delle Ossa esce a Luglio per Rizzoli;
  • In uscita a Settembre per HarperCollins c'è un romanzo molto interessante di Kiersen White, La buia discesa di Elizabeth Frankenstein, retelling del famoso romanzo di Mary Shelley;
  • Sul sito LaFelrinelli.it è apparsa una data di uscita del primo volume della serie The Darkest Minds di Alexandra Bracken, segnata per il 4 Settembre;

E per oggi è tutto, lettori cari.
Alla prossima!

martedì 10 aprile 2018

Le segnalazioni della Tana #21: "Un altro giorno ancora" di Bianca Marconero

Cari visitatori della Tana,
cominciamo la settimana con la segnalazione di un romanzo attesissimo - soprattutto da parte mia.
Senza indugi quindi, vi presento il libro.


Un altro giorno ancora
di Bianca Marconero
Newton Compton
320 pagine
€ 3,99 - ebook (in promo pre-order a  € 1,99)
€ 6,90 - cartaceo


TRAMA
Elisa Hoffman ha imparato presto a cavarsela da sola. Ultima di cinque fratelli, vive per la famiglia e per l’equitazione. L’esclusivo maneggio in cui lavora, alle porte di Milano, è il posto che ama di più al mondo, e mette da parte tutti i risparmi per riuscire a comprarsi Sparkle, un cavallo che ha addestrato per mesi. Tutti i suoi sogni, però, si infrangono alla notizia che Andrea, un ragazzo terribilmente bello e ricco, ha offerto più soldi e ha acquistato il cavallo che le era stato promesso. Elisa non si dà pace e riversa su di lui tutto il suo risentimento. Ma Andrea è davvero così freddo come sembra, o sotto il ghiaccio si nasconde qualcosa di diverso? Un imprevisto, un accordo e un’inattesa amicizia con il nemico permettono a Elisa di scoprire che il ragazzo, in realtà, possiede delle qualità inaspettate… Una storia sull’amore in tutte le sue declinazioni, e sui sentimenti che, come fiori selvatici, crescono in silenzio, senza che nessuno li annaffi.


Che Bianca sia una delle mie autrici preferite non è più un mistero. La seguo ormai dall'uscita del primo volume della serie Albion e sono davvero entusiasta di poter leggere questo suo nuovo lavoro.


Per oggi è tutto, lettori cari.
Alla prossima!

venerdì 6 aprile 2018

Friday News #127

Cari visitatori della Tana,
come ogni Venerdì arriva puntuale l'appuntamento con Friday News e tutte le notizie più interessanti dal mondo dei libri.
Pronti a scoprirle?

Cover reveals;



  • Come annunciato qualche mese fa, Becky Alberalli e Adam Silvera hanno scritto un romanzo contemporary YA a quattro mani, What if it's Us, in uscita ad Ottobre negli USA. La scorsa settimana è stata rivelata la cover;
  • Cover reveal arrivato anche per The Golden Tower di Holly Black e Cassandra Clare, quinto volume della serie Magisterium, in uscita negli USA a Settembre;
  • Mi ero persa, devo ammetterlo, la cover di Puddin' di Julie Murphy, companion novel del romanzo Voglio una vita a forma di me, in uscita negli USA il prossimo 8 Maggio;


Qual autori, quali libri;

  • Dopo aver annunciato che anche Lethal White, quarto volume della serie di Cormoran Strike, diventerà un film TV per la BBC, J.K. Rowling ha annunciato di aver terminato il romanzo. A quanto pare la rivelazione della data di uscita ufficiale dovrebbe essere vicina.
  • Ieri è stato rivelato il titolo del settimo libro della serie Throne of Glass di Sarah J. Maas: si tratta di Kingdom of Ash, che uscirà nelle librerie inglesi e americane il 23 Ottobre di quest'anno.
    Per chi è in pari con la lettura della serie, potete leggere la trama del volume QUI;
    Con l'occasione vi ricordo che Mondadori ha confermato che terminerà la pubblicazione di questa serie in Italia, cominciando dall'uscita del quarto volume che dovrebbe avvenire ra la fine di quest'anno e l'inizio del 2019.
  • Su EpicReads è stato rilasciato uno sneak peek esclusivo di The Fates Divide di Veronica Roth, secondo volume della serie Carve The Mark. Potete leggerlo a questo link.

Novità sugli adattamenti;

  • Importanti novità arrivano direttamente dal set di The Hate U Give, adattamento del romanzo omonimo di Angie Thomas. Come ricorderete era stato selezionato Kian Lawley per il ruolo di Chris, ma negli ultimi giorni si sono susseguite notizie sulla sua rimozione dal ruolo, che  è stato assegnato poco dopo a KJ Apa, star della serie Netflix Riverdale.
  • Columbia Pictures ha acquisito i diritti di The Hazel Wood di Melissa Albert per realizzarne un film. 

Prossime uscite in Italia; 


E per oggi è tutto, lettori cari.
Alla prossima! 

venerdì 30 marzo 2018

Friday News #126


Cari visitatori della Tana,
è il momento di immergerci nel mondo delle news dal mondo dei libri di questa settimana, che trovate qui su #FridayNews!

Cover reveal;

  • Bianca Marconero torna in libreria il 19 Aprile con Un altro giorno ancora;
  • The Darkest Legacy sarò il nuovo romanzo di Alexandra Bracken, primo spin-off della trilogia The Darkest Minds, in uscita il 31 Luglio negli USA;

Novità sugli adattamenti;
  • Procede, a quanto pare bene, la fase di pre-produzione di A Court of Thorns and Roses, adattamento cinematografico del romanzo omonimo di Sarah J. Maas. Qualche tempo fa i diritti per la produzione erano stati acquisiti da Constantin Film e nei giorni scorsi, grazie ad una foto su Instagram dell'autrice, sappiamo che la sceneggiatura scritta da Rachel Hirons le è stata consegnata;
  • Attesissimo ormai da qualche mese, nei giorni scorsi è stato rilasciato il trailer di The Darkest Minds, film basato sul romanzo omonimo di Alexandra Bracken. Il film arriverà nelle sale americane il prossimo 3 Agosto.
    Per quanto riguarda l'Italia, non abbiamo ancora una data di uscita del film, ma la pubblicazione dei romanzi della serie dovrebbe cominciare nei prossimi mesi per Sperling & Kupfer.


Prossime uscite in Italia;
  • Nuovo rinvio per l'uscita di The Winner's Crime di Marie Rutkoski: la nuova data è quella del 6 Giugno;
  • Nel mese di Agosto invece dovrebbe uscire per Fazi nella collana LainYA Strange the Dreamer di Laini Taylor, con il titolo Il sognatore;
  • Prossimamente uscirà per Giunti Magister Aetheris, nuovo romanzo di Cecilia Randall;
  • Continuano la uscite firmate da Frances Hardinge per Mondadori, che nei prossimi mesi pubblicherà La voce delle ombre, versione italiana di A Sinkful of Shadows;
  • Sempre prossimamente uscirà invece per DeA Planeta Iron Flowers, versione italiana di Grace and Fury di Tracy Banghart;
E per oggi è tutto, lettori cari.
Alla prossima!

giovedì 29 marzo 2018

Recensione di "Uno di noi sta mentendo" - Karen M. McManus

Cari visitatori della Tana,
oggi chiudo la parentesi dedicata a Uno di noi sta mentendo di Karen M. McManus con la recensione del libro.

Il romanzo è uscito lo scorso 6 Marzo per Mondadori e conta 298 pagine. Il prezzo è di € 15 per il cartaceo, mentre l'ebook costa € 7,99. Potete acquistarlo su Amazon attraverso questo link.

TRAMA
"Era una bugia che raccontavo perché era più facile della verità. E perché un po' ci credevo. So cosa significa raccontarsi una bugia così tante volte da farla diventare realtà. Ma la verità viene sempre fuori. Prima o poi."

Cinque studenti sono costretti a trascorrere un'interminabile ora di punizione nella stessa aula. Bronwyn, occhiali e capelli raccolti da studentessa modello, non ha mai infranto le regole in vita sua e vive per essere ammessa a un'università prestigiosa e rendere fieri i suoi genitori. Nate, capelli scuri disordinati e un giubbino di pelle malandato, è in libertà vigilata per spaccio di erba e sembra a un passo dall'andare completamente alla deriva. Cooper, il ragazzo d'oro con cui tutte vorrebbero stare, è la star della scuola e sogna l'ingaggio in una grande squadra di baseball. Addy, una chioma di folti ricci biondi e un viso grazioso a forma di cuore, sta cercando di tenere insieme i pezzi della sua vita perfetta. Infine Simon, l'emarginato, lo strano, che, per prendersi la sua rivincita su chi lo ha sempre trattato male, si è inventato una app che rivela ogni settimana dettagli piccanti della vita privata degli studenti. Pur conoscendosi da anni, non possono certo definirsi amici. Qualcosa li unisce, però. Nessuno di loro è davvero e fino in fondo come appare. Ognuno di loro dietro alla facciata "pubblica" nasconde molto altro, un mondo di fragilità, insicurezze e paure, ma anche di segreti piccoli e grandi di cui nessuno, o quasi, è a conoscenza. Da quell'aula solo in quattro usciranno vivi. All'improvviso e senza apparente motivo, Simon cade a terra davanti ai compagni e muore. Non appena si capisce che quella che sembrava una morte dovuta a un improvviso malore in realtà è un omicidio, il mondo di Bronwyn, Nate, Cooper e Addy inizia a vacillare. E crolla definitivamente quando la polizia scopre che i protagonisti di un ultimo post mai pubblicato di Simon sono proprio loro. In men che non si dica, i quattro ragazzi da semplici testimoni diventano i principali indagati dell'omicidio...

LA MIA OPINIONE

Uno di noi sta mentendo è uno dei primi thriller YA che mi capita di leggere. A spingermi a leggere questo romanzo c'è l'idea di base, ovvero quella del delitto in camera chiusa, che è una dinamica che nei gialli mi ha sempre affascinata.

Simon Kelleher non è certo il ragazzo più benvoluto al liceo di Bayview. La sua  app e il suo blog di gossip hanno condizionato la vita di parecchi studenti e ad alcuni l'hanno addirittura rovinata. 
In un giorno che sembra somigliare a molti altri, Simon si trova nell'aula punizioni insieme ad altri quattro ragazzi, tutti lì per aver utilizzato il loro cellulare durante le lezioni: Addy, Nate, Cooper e Bronwyn. Si tratta di quattro ragazzi parecchio conosciuti nella scuola, ciascuno per motivi divesi.
Durante l'ora di punizione, però, Simon muore a causa di uno shock anafilattico legato all'olio di arachidi, a cui era allergico.
Da quel momento, la vita dei quattro ragazzi che hanno assistito, impotenti, alla sua morte, viene sconvolta. La polizia sospetta infatti che Simon sia stato ucciso da uno di loro.
È così che attraverso i punti di vista dei quattro protagonisti, seguiamo le indagini e scopriamo i loro segreti, piccoli e grandi, che se rivelati da Simon avrebbero potuto cambiare il corso delle loro vite.

L'aspetto più positivo di questo romanzo è senz'altro il fatto che è trascinante: una volta che si comincia a leggere, non si può più lasciare, perché il modo in cui la storia è impostata spinge il lettore a farsi delle domande su coe siano andati realmente i fatti e ovviamente sul voler scoprire il vero colpevole della morte di Simon.
I quattro protagonisti della storia sono profondamente diversi tra di loro e tutti avebbero rischiato qualcosa se Simon avesse rivelato i loro segreti.
Bronwyn è la studentessa perfetta, Addy la ragazza più desiderata, Nate il bad boy con un passato complicato e Cooper il giocatore di baseball pronto per il grande salto di carriera dopo il liceo.
Si tratta di quattro personaggi che solo apparentemente sono degli stereotipi che si trovano nei romanzi YA, perché poco a poco scopriamo aspetti della loro personalità che li rendono apprezzabili, vicini al lettore. Alla fine si tratta di personaggi molto realistici.
La storia si segue abbastanza agevolmente nonostante i quattro PoV diversi e soprattutto dalla seconda metà diventa molto coinvolgente.

Nel complesso ho trovato Uno di noi sta mentendo un buon mistery (più che thriller) e sicuramente vi consiglio di leggerlo se siete fan di questo genere e anche di serie TV come Riverdale e Pretty Little Liars.


Il mio voto per questo romanzo è di quattro riccetti!

venerdì 23 marzo 2018

Friday News #125

Cari visitatori della Tana,
benvenuti ad un nuovo appuntamento con #FridayNews, per scoprire insieme le novità più interessanti dal mondo dei libri. 
Bando alle ciance e cominciamo subito!

Cover reveals;


  • I fligli dell'Eden di Joey Graceffa esce il 28 Marzo per Fanucci;
  • Il 21 Giugno dovrebbe uscire per Newton Compton Fino a tardi per vedere l'alba di Kody Keplinger, traduzione di Shut Out;
Quali autori, quali libri;

  • Se anche voi avete letto Caraval di Stephanie Garber e siete curiosi di scoprire di più sul seguito, Legendary, potete leggere un estratto dal primo capitolo grazie a Bustle in questo articolo. Il romanzo esce negli USA il prossimo 29 Maggio;
  • A tredici anni dall'uscita di Storia di una ladra di libri, Markus Zusak tornerà presto in libreria con un nuovo romanzo, intitolato Bridge of Clay. Il libro racconterà la storia di cinque fratelli, obbligati a crescere in fretta dopo la scomparsa prematura della madre ed uscirà in lingua originale il prossimo 9 Ottobre.
  • Ottobre sarà anche il mese di uscita di un romanzo nato da un progetto ambizioso: Dear Evan Hansen, famosissimo musical di Broadway che ha debuttato nel 2016 e che da allora è diventato un grande successo,  diventerà un romanzo, scritto da Val Emmich in collaborazione con Steven Levenson, Benj Pasek e Justin Paul.

Novità sugli adattamenti;
  • Secondo questo articolo su RadioTimes anche il prossimo romanzo della serie di Cormoran Strike, nato dalla penna di Robert Galbraith, ovvero J.K. Rowling, sarà adattato per la TV. A confermarlo, la stessa autrice via Twitter. Quindi, anche se se ancora non abbiamo una data di uscita per Lethal White, sappiamo già che un adattamento andrà in onda prossimamente sul canale inglese BBC;
  • Variety ha rivelato in esclusiva che la piattaforma Netflix ha acquistato i diritti per la trasmissione del film basato sul romanzo di Jenny Han Tutte le volte che ho scritto Ti Amo, che sarà rilasciato sulla piattaforma nell'estate del 2018;
  • Alicia Vikander sarà la protagonista dell'adattamenti cinematografico di La casa del padre, romanzo di Karen Dionne edito in Italia da Sperling & Kupfer; 
  • Arriva sul canale BBC One il prossimo 1° Aprile Ordeal By Innocence, adattamento televisivo di Le due verità di Agatha Christie. Vi lascio il trailer:


Prossime uscite in Italia;
  • Newton Compton pubblicherà il 17 Aprile Le donne di casa Blackwood di Ellen Marie Wiseman;
  • La data di uscita di Edgedancer e Mistborn: Le ombre di Brandon Sanderson per Fanucci sembra essere stata spostata al 18 Aprile;
  • Secondo Amazon, il 20 Giugno dovrebbe uscire per Fanucci La via dei re, primo volume delle Cronache della Folgoluce di Brandon Sanderson.
E per oggi è tutto, lettori cari.
Alla prossima! 

giovedì 22 marzo 2018

"Uno di noi sta mentendo" di Karen M. McManus - Gruppo di lettura, parte 3

Cari visitatori della Tana,
benvenuti al terzo ed ultimo appuntamento con il gruppo di lettura dedicato a Uno di noi sta mentendo di Karen M. McManus.
Nell'appuntamento di questa settimana abbiamo portato la lettura del romanzo fino a pagina 179 e anche in questo appuntamento troverete degli spoiler.
Prima, però, se non lo conoscete ancora, ecco un piccolo focus sul romanzo:



Uno di noi sta mentendo
di Karen M. McManus
 Mondadori
Data di uscita : 6 marzo 2018
Pagine: 295
Prezzo: €15,00

TRAMA

"Era una bugia che raccontavo perché era più facile della verità. E perché un po' ci credevo. So cosa significa raccontarsi una bugia così tante volte da farla diventare realtà. Ma la verità viene sempre fuori. Prima o poi." 


Cinque studenti sono costretti a trascorrere un'interminabile ora di punizione nella stessa aula. Bronwyn, occhiali e capelli raccolti da studentessa modello, non ha mai infranto le regole in vita sua e vive per essere ammessa a un'università prestigiosa e rendere fieri i suoi genitori. Nate, capelli scuri disordinati e un giubbino di pelle malandato, è in libertà vigilata per spaccio di erba e sembra a un passo dall'andare completamente alla deriva. Cooper, il ragazzo d'oro con cui tutte vorrebbero stare, è la star della scuola e sogna l'ingaggio in una grande squadra di baseball. Addy, una chioma di folti ricci biondi e un viso grazioso a forma di cuore, sta cercando di tenere insieme i pezzi della sua vita perfetta. Infine Simon, l'emarginato, lo strano, che, per prendersi la sua rivincita su chi lo ha sempre trattato male, si è inventato una app che rivela ogni settimana dettagli piccanti della vita privata degli studenti. Pur conoscendosi da anni, non possono certo definirsi amici. Qualcosa li unisce, però. Nessuno di loro è davvero e fino in fondo come appare. Ognuno di loro dietro alla facciata "pubblica" nasconde molto altro, un mondo di fragilità, insicurezze e paure, ma anche di segreti piccoli e grandi di cui nessuno, o quasi, è a conoscenza. Da quell'aula solo in quattro usciranno vivi. All'improvviso e senza apparente motivo, Simon cade a terra davanti ai compagni e muore. Non appena si capisce che quella che sembrava una morte dovuta a un improvviso malore in realtà è un omicidio, il mondo di Bronwyn, Nate, Cooper e Addy inizia a vacillare. E crolla definitivamente quando la polizia scopre che i protagonisti di un ultimo post mai pubblicato di Simon sono proprio loro. In men che non si dica, i quattro ragazzi da semplici testimoni diventano i principali indagati dell'omicidio...

IL MIO COMMENTO 

La fortuna di questo romanzo, come vi ho già detto nel primo appuntamento, sta nel fatto che è trascinante. I sospetti si spostano continuamente da un protagonista all'altro, ma proprio quando si hanno più certezze, una mossa, un colpo di scena, fa andare tutto in fumo.
Continuo a credere fermamente che Nate non possa essere l'assassino, ma allo stesso tempo i sospetti che avevo indirizzato per lo più verso Addy sono andati in fumo. A questo punto non credo proprio che qualcuno dei quattro ragazzi sia il colpevole, né credo che tutti e quattro insieme possano in qualche modo aver contribuito alla morte di Simon. 
Al momento i miei sospetti sono indirizzatissimi verso il professor Avery, ma sto cominciando a pensare anche alla possibilità che Simon possa essersi suicidato.
Entrambe le soluzioni sarebbero le più plausibili alla luce di quello che hanno raccontato fino ad ora i quattro protagonisti e a meno che non ci sia un colpo di scena epocale, credo fermamente in una di queste soluzioni. 

E voi che avete letto fino a questo punto, cosa ne pensate?
Alla prossima settimana per commentare insieme il finale di questo romanzo!

mercoledì 21 marzo 2018

Libri al cinema e in TV (e straordinariamente anche online): Voldemort - Origins of the Heir


Cari visitatori della Tana,
oggi torna online la mia rubrica dedicata agli adattamenti dei romanzi che leggo, per parlarvi di Voldemort: Origins of the Heir, film fan made di cui avrete sicuramente sentito parlare se anche voi siete fan della serie di Harry Potter.


Un successo annunciato sin dall'uscita del primo teaser trailer, Voldemort: Origins of the Heir, è un prequel non ufficiale della saga di Harry Potter, che racconta, appunto, la storia di Voldemort, rivelandoci i retroscena della sua ascesa al potere. 

Realizzato con un budget di appena 15 mila euro raccolti grazie ad un crowdfunding, il film, tutto italiano ma girato in inglese, è stato scritto e diretto da Gianmaria Pezzato e prodotto da Tryangle Films. 

La storia ci viene raccontata attraverso continui flashback, snodandosi tra presente e passato: nel presente, Grisha McLaggen viene catturata mentre tenta di recuperare il diario di Tom Riddle da un bunker di Auror sovietici e per questa ragione viene sottoposta al Veritaserum e costretta a raccontare i motivi della sua missione. La storia che la donna racconta ha inizio molti anni prima, quando nella scuola di Hogwarts si erano ritrovati gli eredi dei quattro fondatori: Grisha McLaggen stessa, per Grifondoro, Lazarus Smith per Tassorosso, Wiglaf Sigurdsson per Corvonero e Tom Riddle per Serpeverde. 
La storie degli eredi dei fondatori era segreta e tramandata solo di generazione in generazione, ma tra di loro esiste un legame, vincolato da un giuramento.
È in quegli anni che Tom comincia a progettare la realizzazione della sua immortalità attraverso la creazione degli Horcrux. 
Così seguiamo la storia di Tom e della sua ascesa al potere sin dal suo ultimo anno ad Hogwarts.


Di questo lungometraggio ho apprezzato, prima di tutto, il modo in cui la storia ci viene raccontata, in questo continuo movimento tra presente e passato. Inoltre è un film sì basato sulla saga di Harry Potter, ma ha anche una sua parte originale, perché sono stati introdotti nuovi personaggi, gli altri eredi dei fondatori di Hogwarts, e di conseguenza un aspetto nuovo nella storia.
Non fraintendetemi, però: questa storia nasce nel mondo creato dalla Rowling e vive al suo internotrovando un suo posto che personalmente ho apprezzato anche per gli aspetti più originali, ma anche per il fatto che questi non comportano un eccessivo scostamento dalla storia originale. C'è un grande equilibrio sotto questo aspetto. 
Non ho avuto difficoltà, infatti, ad immaginarmi Grisha, Lazarus e Wiglaf nel mondo potteriano, ed è perfettamente plausibile che ad un certo punto gli eredi dei fondatori si siano ritrovati a frequentare Hogwarts nello stesso periodo.
Non sono un esperta di effetti visivi, ma posso assicurarvi che graficamente e a livello di effetti speciali questo film, realizzato con un budget ridottissimo, supera di molte lunghezze alcune produzioni cinematografiche e televisive viste negli ultimi anni. 
Ho trovato azzeccatissimo Stefano Rossi nei panni di Tom Riddle, perché mi ha ricordato molto il Tom che mi ero immaginata leggendo i romanzi: affascinante, elegante, superbo. 
Non ho apprezzato molto il doppiaggio in inglese, ma mi rendo conto che è era un elemento necessario per un prodotto di questo tipo. Inoltre avrei preferito che il film durasse qualche minuto in più, e che magari fosse dedicato a Wiglaf e Lazarus, i due eredi meno presenti nella storia, ma anche in questo caso so che per un prodotto di questo tipo, 53 minuti sono già tantissimi. 

Nel complesso ho trovato Voldemort: Origins of the Heir un ottimo prodotto, perché per essere un fan movie è davvero di altissimo livello e si percepisce sin da subito che dietro c'è un lavoro enorme. 
Il fatto che sia un prodotto interamente italiano, poi, lo rende ancora più speciale.
Se non lo avete ancora visto, vi stra-consiglio di farlo. 



E per oggi è tutto, lettori cari. 
Alla prossima!

venerdì 16 marzo 2018

Friday News #124



Cari visitatori della Tana,
benvenuti ad un nuovo appuntamento con Friday News, la rubrica interamente dedicata alle notizie dal mondo dei libri. 
Pronti a scoprire le novità di questa settimana?

Cover reveals;

  • Nuovo romanzo in arrivo per Lauren Oliver, che il 2 Ottobre pubblicherà negli USA Broken Things, di cui potete leggere un estratto QUI;
  • Rivelata finalmente la cover italiana di Warcross, attesissimo romanzo di Marie Lu in uscita per Piemme il 3 Aprile;


Novità sugli adattamenti;
  • Voci di corridoio riferiscono che la seconda stagione della serie TV Rai Rocco Schiavone, basata sulla serie di romanzi e racconti omonima di Antonio Manzini potrebbe andare in onda su Rai 2 a partire dalla seconda metà di Aprile;
  • Novità interessanti sul fronte della serie TV basata su L'amica geniale di Elena Ferrante. In questi giorni sono cominciate le riprese e sono anche stati rivelai i volti delle bambine e delle ragazze che interpreteranno Elena e Lila: si tratta di Elisa Del Genio e Ludovica Nasti, mentre Margherita Mazzucco e Gaia Girace sono le due protagoniste da adolescenti.


  • Nei giorni scorsi è stata rilasciata anche la prima foto dal set di The Handmaid's Tale, serie TV basata su Il racconto dell'ancella di Margaret Atwood, di cui è in produzione la seconda stagione:

  • Tra i film più attesi dell'anno c'è indubbiamente Animali Fantastici: I crimini di Grindelwald, che pur non essendo basato su un romanzo vero e proprio "vive" nel mondo di Harry Potter, creato da J.K. Rowling, che contribuisce anche alla sceneggiatura di questa saga cinematografica.
    Nei giorni scorsi è stato rilasciato il teaser trailer ufficiale del film, che vedremo nelle sale dal 15 Novembre.
  • Altro attesissimo trailer rilasciato in questi giorni è sicuramente quello della quinta stagione della serie TV The 100, basata sulla serie di libri omonima di Kass Morgan. La serie andrà in onda sul canale americano The CW a partire dal 24 Aprile.




E per oggi è tutto, cari lettori.
Alla prossima!


giovedì 15 marzo 2018

"Uno di noi sta mentendo" di Karen M. McManus - Gruppo di lettura, parte 2.

Cari visitatori della Tana,
benvenuti al secondo appuntamento con il gruppo di lettura dedicato a Uno di noi sta mentendo di Karen M. McManus.
Nell'appuntamento di questa settimana abbiamo letto fino a pagina 137 ed in questo appuntamento troverete degli spoiler su quanto accade nella storia.
Prima, però, se non lo conoscete ancora, ecco il romanzo:



Uno di noi sta mentendo
di Karen M. McManus
 Mondadori
Data di uscita : 6 marzo 2018
Pagine: 295
Prezzo: €15,00

TRAMA

"Era una bugia che raccontavo perché era più facile della verità. E perché un po' ci credevo. So cosa significa raccontarsi una bugia così tante volte da farla diventare realtà. Ma la verità viene sempre fuori. Prima o poi." 


Cinque studenti sono costretti a trascorrere un'interminabile ora di punizione nella stessa aula. Bronwyn, occhiali e capelli raccolti da studentessa modello, non ha mai infranto le regole in vita sua e vive per essere ammessa a un'università prestigiosa e rendere fieri i suoi genitori. Nate, capelli scuri disordinati e un giubbino di pelle malandato, è in libertà vigilata per spaccio di erba e sembra a un passo dall'andare completamente alla deriva. Cooper, il ragazzo d'oro con cui tutte vorrebbero stare, è la star della scuola e sogna l'ingaggio in una grande squadra di baseball. Addy, una chioma di folti ricci biondi e un viso grazioso a forma di cuore, sta cercando di tenere insieme i pezzi della sua vita perfetta. Infine Simon, l'emarginato, lo strano, che, per prendersi la sua rivincita su chi lo ha sempre trattato male, si è inventato una app che rivela ogni settimana dettagli piccanti della vita privata degli studenti. Pur conoscendosi da anni, non possono certo definirsi amici. Qualcosa li unisce, però. Nessuno di loro è davvero e fino in fondo come appare. Ognuno di loro dietro alla facciata "pubblica" nasconde molto altro, un mondo di fragilità, insicurezze e paure, ma anche di segreti piccoli e grandi di cui nessuno, o quasi, è a conoscenza. Da quell'aula solo in quattro usciranno vivi. All'improvviso e senza apparente motivo, Simon cade a terra davanti ai compagni e muore. Non appena si capisce che quella che sembrava una morte dovuta a un improvviso malore in realtà è un omicidio, il mondo di Bronwyn, Nate, Cooper e Addy inizia a vacillare. E crolla definitivamente quando la polizia scopre che i protagonisti di un ultimo post mai pubblicato di Simon sono proprio loro. In men che non si dica, i quattro ragazzi da semplici testimoni diventano i principali indagati dell'omicidio...

IL MIO COMMENTO

Nel corso di queste pagine ero convinta che il cerchio si stringesse, per poter fare qualche ipotesi più concreta su chi potesse avere ucciso Simon.
Certo, in questi capitoli abbiamo scoperto molte cose, soprattutto su Addy e Bronwyn ed i segreti che avrebbero potuto rovinare la loro reputazione. Nate continua a sembrarmi una scelta troppo scontata, perché è già il bad boy della situazione, con un retroscena familiare molto complicato e diversi problemi con la giustizia. Cooper mi sembra ancora quello più difficile da inquadrare. In alcuni frangenti i miei sospetti su di lui diventano davvero fortissimi, in altri passaggi invece penso proprio che non potrebbe mai essere stato lui.
Mi rimane sempre un dubbio sul professor Avery, perché nonostante fosse nell'aula dove è morto Simon, la sua figura è stata messa da parte troppo in fretta ed il fatto che la polizia non lo stia affatto tenendo in considerazione come possibile colpevole non fa altro che alimentare i miei sospetti.


E per questa settimana è tutto, miei cari lettori.
Se anche voi state partecipando a questa lettura condivisa, lasciatemi pure un commento sui vostri sospettati!
Vi do appuntamento a giovedì prossimo con l'ultimo post dedicato a questa lettura condivisa.


venerdì 9 marzo 2018

Friday News #123

Cari visitatori della Tana, 
come ogni Venerdì è tempo di news dal mondo dei libri, che anche questa settimana provo a raccogliere per voi in questa rubrica.
Bando subito alle ciance e cominciamo!

Cover reveals;


  • Girlpower: la rivoluzione comincia a scuola di Jennifer Mathieu esce il 13 Marzo;
  • Avremo anche Shadowhunters: Le cronache dell'Accademia di Cassandra Clare in edizione brossurata nella collana Oscar, che uscirà il 20 Marzo;



  • La settimana scorsa vi avevo detto dell'uscita italiana di The Cruel Prince di Holly Black, che dovrebbe arrivare a Settembre per Mondadori. Questa settimana invece abbiamo il cover reveal del secondo volume della serie, The Wicked King, che uscirà negli USA nei primi mesi del 2019. QUI inoltre potete leggerne anche un estratto.

Novità sugli adattamenti;

  • Importanti novità per i fan di Terry Pratchett: LA BBC produrrà una serie TV in sei puntate basato sui romanzi appartenenti alla serie del Mondo Disco. Progetti riguardanti questa serie erano stati già fatti in passato, per poi essere abbandonati, ma sembra proprio che questa sia la volta buona. Per ulteriori dettagli sui romanzi coinvolti nell'adattamento e i tempi di produzione, vi rimando a questo articolo.
  • Grazie a TV Serial apprendiamo che sono al via le selezioni per il cast di L'amica geniale, serie TV prodotta dalla RAI e dalla HBO basata sul romanzo omonimo di Elena Ferrante, che domina da tempo le classifiche italiane e americane. Le riprese dovrebbero iniziare tra la fine della primavera e l'estate nella zona di Napoli e Caserta, mentre i casting si chiuderanno alla fine del mese. 
  • È di qualche mese fa la notizia della produzione di Eligible, serie TV prodotta da Marlene King (Pretty Little Liars, Ravenswood) basata su Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen, ma raccontato in chiave moderna, che però non debutterà presto. Invece da qualche giorno si parla anche della produzione di una nuova serie TV inglese basata sul romanzo, a cui starebbe lavorando Nina Raine, produttrice di Victoria, serie televisiva che sta riscuotendo un enorme successo.
    La Raine ha dato pochissimi dettagli sul progetto al momento, ma è probabile che se andasse in porto potrebbe debuttare nel 2020, a 25 anni dalla miniserie del 1994 ormai divenuta un vero kolossal per i fan. 
  • La HBO ha prodotto una serie TV basata su Farenheit 451, romanzo di Ray Bradbury ormai diventato un classico. 
    La serie andrà in onda negli USA a Maggio e nei giorni scorsi è stato rilasciato il primo teaser trailer:


Prossime uscite in Italia;

  • Su Amazon è apparsa come data di pubblicazione di Mistborn: Le ombre di Brandon Sanderson, quinto volume della serie, quella del 28 Marzo;
  • Segnate sul calendario da subito il 19 Aprile, data di uscita di Un altro giorno ancora. il "romanzo sui cavalli" (ma senza cavalli in copertina, come ha anticipato l'autrice) di Bianca Marconero;
  • Our Dark Duet di V.E. Schwab, seguito di Questo Canto Selvaggio, secondo Amazon dovrebbe uscire il 13 Giugno per Giunti con il titolo Questo nostro oscuro duetto.

E per oggi è tutto, lettori, cari.
Alla prossima! 

giovedì 8 marzo 2018

"Uno di noi sta mentendo" di Karen M. McManus - Gruppo di lettura, parte 1.

Cari visitatori della Tana,
oggi la community è pervasa dal fermento per il gruppo di lettura dedicato ad una delle ultime uscite in casa Mondadori. Si tratta di Uno di noi sta mentendo, un mistery di Karen M. McManus che ha già spopolato oltreoceano.
Inizia oggi un gruppo di lettura condiviso con molti bookblogger, bookstagrammer e booktuber in cui vi racconteremo la nostra esperienza di lettura e condivideremo con voi i nostri sospetti - ma senza spoilerare, ovviamente!
Ma prima di tutto, parliamo un po' del romanzo.


Uno di noi sta mentendo
di Karen M. McManus
 Mondadori
Data di uscita : 6 marzo 2018
Pagine: 295
Prezzo: €15,00

TRAMA

"Era una bugia che raccontavo perché era più facile della verità. E perché un po' ci credevo. So cosa significa raccontarsi una bugia così tante volte da farla diventare realtà. Ma la verità viene sempre fuori. Prima o poi." 
Cinque studenti sono costretti a trascorrere un'interminabile ora di punizione nella stessa aula. Bronwyn, occhiali e capelli raccolti da studentessa modello, non ha mai infranto le regole in vita sua e vive per essere ammessa a un'università prestigiosa e rendere fieri i suoi genitori. Nate, capelli scuri disordinati e un giubbino di pelle malandato, è in libertà vigilata per spaccio di erba e sembra a un passo dall'andare completamente alla deriva. Cooper, il ragazzo d'oro con cui tutte vorrebbero stare, è la star della scuola e sogna l'ingaggio in una grande squadra di baseball. Addy, una chioma di folti ricci biondi e un viso grazioso a forma di cuore, sta cercando di tenere insieme i pezzi della sua vita perfetta. Infine Simon, l'emarginato, lo strano, che, per prendersi la sua rivincita su chi lo ha sempre trattato male, si è inventato una app che rivela ogni settimana dettagli piccanti della vita privata degli studenti. Pur conoscendosi da anni, non possono certo definirsi amici. Qualcosa li unisce, però. Nessuno di loro è davvero e fino in fondo come appare. Ognuno di loro dietro alla facciata "pubblica" nasconde molto altro, un mondo di fragilità, insicurezze e paure, ma anche di segreti piccoli e grandi di cui nessuno, o quasi, è a conoscenza. Da quell'aula solo in quattro usciranno vivi. All'improvviso e senza apparente motivo, Simon cade a terra davanti ai compagni e muore. Non appena si capisce che quella che sembrava una morte dovuta a un improvviso malore in realtà è un omicidio, il mondo di Bronwyn, Nate, Cooper e Addy inizia a vacillare. E crolla definitivamente quando la polizia scopre che i protagonisti di un ultimo post mai pubblicato di Simon sono proprio loro. In men che non si dica, i quattro ragazzi da semplici testimoni diventano i principali indagati dell'omicidio...




IL MIO COMMENTO
Un delitto in una camera chiusa.
Un classico del giallo, insomma, ma anche una delle dinamiche più interessanti per gli amanti di questo genere, perché nessuno dei presenti può essere escluso a priori.
I sospettati che ci troviamo davanti sono persone molto diverse tra di loro, come potete chiaramente leggere dalla trama, eppure ciascuno di loro aveva dei validi motivi per avercela con Simon, che certo grazie al suo blog di gossip non si faceva benvolere. 
Sarebbe bastato un post, una notizia su chiunque di loro per rovinare la loro immagine, la loro carriera scolastica o sportiva. Un click e sarebbe potuto scoppiare il caos.

Al momento sono ancora ben lontana dalla soluzione di questo omicidio, perché i moventi di Addy, Bronwyn, Nate e Cooper sono egualmente forti, ma in compenso questo romanzo è trascinante e non vedo l'ora di proseguire la lettura.

E voi, invece, avete già un sospettato del cuore?

Per il prossimo aggiornamento ci leggiamo giovedì prossimo. In questa settimana leggeremo da pagina 90 a 137.

Alla prossima!