venerdì 22 settembre 2017

Friday News #100


Cari visitatori della Tana,
benvenuti ad un nuovissimo appuntamento con le news del Venerdì!
Anche oggi abbiamo tante novità di cui parlare, quindi cominciamo subito!


Cover reveals;

 

  • Sleeping beauties di Stephen e Owen King uscirà per Sperling & Kupfer il prossimo 14 Novembre;

Novità sugli adattamenti;
  • Sono cominciate le riprese di Good Omens, serie TV tratta da Buon apocelisse a tutti! di Neil Gaiman e Terry Pratchett. In una delle prime foto dal set potete ammirare David Tennant e Michael Sheen con un taglio ed un colore di capelli piuttosto insoliti;

  • Il franchising legato a Tomb Raider e a Lara Croft, la sua protagonista, si espanderà presto con un nuovo film. A Marzo 2018 infatti arriverà nelle sale un nuovo adattamento cinematografico che vedrà Alicia Vikander nei panni di Lara, a raccontare la sua prima avventura.
    Nei giorni scorsi è stato rilasciato il trailer:

  • Nell'ultimo periodo - e mi era del tutto sfuggito - sta andando in onda sul canale inglese E4 Electric Dreams, una serie TV tratta da romanzi e racconti di Philip K. Dick e prodotta da Bryan Cranston. Nel cast troviamo anche Holliday Grainger, Richard Madden, Liam Cunningham, lo stesso Cranston, Essie Davis, Anna Paquin e molti altri nomi celebri del cinema internazionale.
    Vi lascio il trailer a questo link.
  • Il classico gotico di Shirley Jackson L'incubo di Hill House diventerà presto una serie TV firmata Netflix. Nel cast troveremo Victoria Pedretti e Lulu Wilson, ma anche Oliver Jackson-Cohen, Timothy Hutton e Kate Siegel. 


Prossime uscite in Italia;

  • Il 27 Settembre Giunti pubblicherà, forse un po' in sordina Ti ho trovato tra le stelle, edizione italiana di Eliza and Her Monsters di Francesca Zappia;
  • Caraval di Stephanie Garber arriva in Italia il prossimo 19 Ottobre per Rizzoli;
  • Prossimamente uscirà per Mondadori Uno di noi sta mentendo, traduzione di One of Us is Lying di Karen M. McManus, dal quale sarà tratta presto una serie TV;
  • Arriverà prossimamente per Nord la saga fantasy The Band di Nicholas Eames. I Guerrieri di Wyld: L'ombra delle tenebre dovrebbe uscire nei primi mesi del 2018.
  • Sempre per Nord uscirà prossimamente il terzo volume della serie Wicked di Jennifer L. Armentrout, Brave.

E per oggi è tutto, lettori cari.
Alla prossima!

lunedì 18 settembre 2017

Recensione di "The Winner's Curse - La maledizione" (The Winner's Curse #1) - Marie Rutkoski

Cari visitatori della Tana,
oggi torno a recensirvi una delle mie ultime letture. 
Si tratta di The Winner's Curse - La maledizione, primo di una trilogia omonima nata dalla penna di Marie Rutkoski già molto nota oltreoceano.

Il romanzo è uscito per Leggereditore lo scorso 27 Luglio e conta 246 pagine. Il prezzo è di € 14,90 per il cartaceo, mentre l'ebook costa € 4,99. Potete acquistarlo su Amazon cliccando su questo link.

TRAMA
In quanto figlia di un potente generale di un vasto impero che riduce in schiavitù i popoli conquistati, la diciassettenne Kestrel ha sempre goduto di una vita privilegiata. Ma adesso si trova davanti a una scelta difficile: arruolarsi nell'esercito oppure sposarsi. La ragazza, però, ha ben altre intenzioni... Nel giovane Arin, uno schiavo in vendita all'asta, Kestrel ha trovato uno spirito gentile e a lei affine. Gli occhi di lui, che sembrano sfidare tutto e tutti, l'hanno spinta a seguire il proprio istinto e a comprarlo senza pensare alle possibili conseguenze. E così, inaspettatamente, Kestrel si ritrova a dover nascondere l'amore che inizia a sentire per Arin, un sentimento che si intensifica giorno dopo giorno. Ma la ragazza non sa che anche il giovane schiavo nasconde un segreto e che per stare insieme i due amanti dovranno accettare di tradire la loro gente o altrimenti tradire sé stessi per rimanere fedeli al proprio popolo. Kestrel imparerà velocemente che il prezzo da pagare per l'uomo che ama è molto più alto di quello che avrebbe mai potuto immaginare...

LA MIA OPINIONE

Kestrel ha diciassette anni e ha sempre vissuto circondata di ricchezza è privilegi. È una valoriana, figlia di un generale che ha il merito di aver conquistato e sottomesso il popolo degli herrani, ormai ridotti in schiavitù.
Adesso davanti a lei si pone una scelta: sposarsi o arruolarsi nell'esercito. Ma Kestrel non fa altro che rimandare la sua scelta, sperando che il giorno in cui debba decidere sia il più lontano possibile...
Un giorno, per caso, si ritrova ad un'asta di schiavi e senza pensarci troppo, partecipa per acquistare Arin, un giovane che ha attirato la sua attenzione, anche se per una cifra spropositata rispetto al suo valore. 
Kestrel ha visto qualcosa in Arin, ha scorto una scintilla nei suoi occhi che l'ha fatta agire d'impulso, ma di certo questo non la fa pentire del suo acquisto.
Arin ben presto sconvolge la vita piena di sicurezze di Kestrel, che si innamora di lui contro ogni regola che le è stata imposta. 
Ma lo schiavo nasconde un segreto che coinvolge non solo la sorte del suo popolo, ma anche quella dei valoriani, e che potrebbe cambiare il mondo che Kestrel ha sempre conosciuto.

Ero molto curiosa di leggere questo romanzo, perché ne ho sentito sempre parlare benissimo sia sui blog americani che dai blogger italiani che lo avevano letto in lingua originale. 
Ad incuriosirmi, prima di tutto, era l'ambientazione, che per me è in assoluto l'aspetto più positivo di questo romanzo.
Prendendo spunto dalla storia romana, Marie Rutkoski ha costruito un mondo in cui i valoriani si sono appropriati di tutto: la loro forza militare ha costretto gli herrani a cedere i loro territori e a sottomettersi, divenendo schiavi. 
Le differenze tra i due popoli sono immediatamente percepibili: mentre la società valoriana è basata sulla forza del suo esercito e la solidità della famiglia, gli herrani erano un popolo pacifico, culla di una cultura immensa - e che per questo ricordano molto i greci.
Sicuramente un altro punto positivo di questo romanzo è costituito dai due protagonisti, Kestrel e Arin, che sono ben disegnati e abbastanza approfonditi.
Quella che non ho molto apprezzato invece è stata la dinamica del rapporto tra questi due personaggi, che non è né uno slow burn, né un insta-love. Semplicemente, da un momento all'altro, succede che si innamorino, senza particolare tensione. Questo aspetto del romanzo poteva essere curato meglio, o quanto meno approfondito il giusto.
Altro problemino che ogni tanto mi ha fatto storcere il naso è legato alla tensione narrativa. Questo romanzo scorre bene in alcuni punti, molto meno bene in altri, dove un po' si arena quando invece ci sarebbe bisogno di più azione.

Nel complesso questo romanzo non è stato una lettura negativa, perché mi sono piaciute atmosfera e ambientazione in modo particolare, ma dall'altra parte ci sono alcuni aspetti che non ho apprezzato.
Resto in dubbio sul fatto di leggere il secondo volume. Spero comunque che la saga venga pubblicata per intero qui in Italia!


Il mio voto per questo romanzo è di tre riccetti!

sabato 16 settembre 2017

Friday News #99


Cari visitatori della Tana,
benvenuti ad un nuovo appuntamento con Friday News.
Oggi siamo già in ritardo, quindi bando agli indugi e cominciamo con le notizie della settimana!

Cover reveals;

  • Il giglio d'oro, uno YA sci-fi di Laura Facchi, esce il 3 Ottobre per DeA;
  • L'attesissimo La ladra di neve di Danielle Paige esce il 17 Ottobre per DeA;

Novità sugli adattamenti;
  • È stato finalmente rilasciato il trailer esteso di La ragazza nella nebbia, tratto dal romanzo omonimo di Donato Carrisi. Il film uscirà al cinema il 26 Ottobre.
  • Rilasciato anche il trailer della terza stagione di Gomorra, serie TV tutta italiana basata parzialmente sul romanzo di Roberto Saviano, che andrà in onda su Sky Atlantic dal 17 Novembre.


Prossime uscite in Italia;

E per oggi è tutto, lettori cari.
Alla prossima settimana con le news dal mondo dei libri!


giovedì 14 settembre 2017

In libreria #22

Cari visitatori della Tana,
benvenuti ad un nuovo appuntamento con la rubrica interamente dedicata alle uscite più interessanti in libreria.
In questo post vi parlerò di alcune novità interessanti in uscita per il mese di Settembre.

Titolo: Una fiamma nella notte
Serie: An Ember in the Ashes #2
Autore: Sabaa Tahir
Editore: Nord
Pagine: 431
Prezzo: € 19 (cartaceo)
Data di uscita : 7 Settembre
Link Acquisto

TRAMA
In un mondo dominato dalla paura e dalla tirannia, due ragazzi sono pronti a sacrificare ogni cosa in nome della libertà... Servire l'impero. Quello era il destino di Elias, il risultato di anni di addestramento fisico e psicologico. Ma tutto è cambiato quando, assecondando il proprio istinto, lui si è rifiutato di giustiziare Laia, una schiava colpevole soltanto di sognare un mondo migliore. È stato allora che Elias ha aperto gli occhi e ha capito di non voler essere complice di un regime oppressivo e autoritario. E, ora, è lui il condannato a morte. Tuttavia in suo aiuto accorre Laia, che gli propone un patto: lei lo farà scappare se, in cambio, lui la guiderà fino a Kauf, la famigerata prigione in cui sono reclusi i traditori, e l'aiuterà a organizzare l'evasione di suo fratello Darin. Elias accetta e, ben presto, i due si ritrovano a marciare attraverso una terra selvaggia e irta di pericoli, costantemente braccati dall'esercito imperiale. Ed Elias scoprirà troppo tardi che tra i soldati che danno loro la caccia c'è anche Helene, la sua compagna d'armi all'accademia, la sua amica più fidata. L'unica che è sempre stata in grado di prevedere ogni sua mossa. E adesso Helene ha un solo, straziante obiettivo: ucciderlo...


Titolo: Nottetempo
Autore: Luca Russo
Editore: Tunué
Pagine: 114
Prezzo: € 16,90
Data di uscita: 7 Settembre 2017
Link Acquisto

TRAMA
Alberto ha passato la vita con le spalle felicemente ricurve sui tasti di un pianoforte o con il corpo e la mente volti a Giulia, la donna solitaria dallo sguardo triste, e dalla grazia ipnotica,che ha amato senza riserve. Dopo la sua morte, Alberto viene inghiottito da un’assenza che si trasforma in un viaggio onirico e surreale nelle stanze della mente. È qui che il bisogno, e allo stesso tempo l’incapacità di suonare ancora, dà forma a una serie d’immagini dove lo spettro dell’arte, insieme a quello della donna, aleggia nelle stanze di musei vuoti, tra le nuvole di cieli lividi, e negli spazi bui di foreste fitte e spettrali, costringendolo a fare i conti con lo smarrimento totale del sé. Luca Russo torna con un’opera ammaliante e di sorprendente forza pittorica, dove il tremore, e lo strazio per ciò che è perduto, anima ogni parola e ogni nota di colore.
Alberto ha passato la vita con le spalle felicemente ricurve sui tasti di un
pianoforte o come il corpo e la mente volti a Giulia, la donna solitaria dallo
sguardo triste, e dalla grazia ipnotica, che ha amato senza riserve. Dopo la sua
morte, Alberto viene inghiottito da un’essenza che si trasforma in un viaggio
onirico e surreale nelle stanze della mente. È qui che il bisogno, e allo stesso
tempo l’incapacità di suonare ancora, dà forma a una serie d’immagini dove lo
spettro dell’arte, insieme a quello della donna, aleggia nelle stanze di musei
vuoti, tra le nuvole di cieli lividi, e negli spazi bui di foreste fitte e spettrali,
costringendolo a fare i conti con lo smarrimento totale del sé. Luca Russo torna
con un’opera ammaliante e di sorprendente forza pittorica, dove il tremore, e lo
strazio per ciò che è perduto, anima ogni parola e ogni nota di colore



Titolo: Signore delle Ombre
Serie: The Dark Artfices #2
Autore: Cassandra Clare
Editore: Mondadori
Pagine: 660
Prezzo: € 19,90 (cartaceo) € 9,99 (ebook)
Data di uscita: 19 Settembre 2017
Link Acquisto

TRAMA
Onore, senso del dovere, rispetto della parola data: questi sono i principi che guidano l'esistenza di ogni Shadowhunter. Oltre alla certezza che non esista un legame più sacro di quello che unisce due parabatai, compagni di battaglia destinati a combattere e a soffrire insieme. Un legame che mai e poi mai - questo dice la Legge - dovrà trasformarsi in amore. Emma Carstairs sa bene che il sentimento che la unisce al suo parabatai, Julian Blackthorn, è proibito e che proprio per questo potrebbe distruggere entrambi. Sa anche che, per non rischiare la loro vita, dovrebbe scappare il più lontano possibile da lui. Ma come può farlo, proprio ora che i Blackthorn sono minacciati da nemici provenienti da ogni dove? L'unica loro speranza sembra racchiusa nel «Volume Nero dei Morti», un libro di incantesimi straordinariamente potente su cui tutti vogliono mettere le mani. Per questo, dopo aver stretto un patto con la Regina Seelie, Emma, la sua migliore amica Cristina, Mark e Julian Blackthorn partono alla ricerca del libro, affrontando mille insidie, imbattendosi in potenti nemici ben consapevoli che nulla è ciò che sembra e nessuna promessa è degna di fiducia. Nel frattempo, a Los Angeles, la tensione crescente tra Shadowhunter e Nascosti ha rafforzato la Coorte, la potente fazione interna al Consiglio strenua sostenitrice della Pace Fredda e disposta a tutto pur di impossessarsi dell'Istituto. Ben presto però un'altra, nuova minaccia si fa avanti, sotto le spoglie del Signore delle Ombre - il Re della Corte Unseelie -, che spedisce i propri guerrieri migliori sulle tracce dei Blackthorn e del libro. Con il pericolo ormai alle porte, Julian concepisce un piano rischioso che prevede la collaborazione con un personaggio imprevedibile. Ma per ottenere la vittoria finale sarà necessario pagare un prezzo che lui ed Emma non possono nemmeno immaginare, e che avrà ripercussioni su tutti coloro e tutto ciò che hanno di più caro al mondo.


Titolo: Cuore Oscuro
Autore: Naomi Novik
Editore: Mondadori
Pagine: 432
Prezzo: € 19,50
Data di uscita: 26 Settembre 2017

TRAMA
Agnieszka è una contadina diciassettenne goffa e sgraziata che vive insieme alla famiglia in un piccolo villaggio del regno di Polnya. Su tutti loro incombe la presenza maligna del Bosco, che sta progressivamente divorando l'intera regione. Per mantenere al sicuro se stessi e i loro villaggi dalle minacciose creature del Bosco e dai sortilegi mortali che lì si compiono, tutti gli abitanti della valle si affidano a un misterioso e solitario mago noto con il nome di Drago. Quest'ultimo sembra l'unico, infatti, in grado di controllare con la sua magia il potere imperscrutabile e oscuro del Bosco. In cambio della sua protezione, però, l'uomo pretende un tributo: ogni dieci anni avrà la possibilità di scegliere una ragazza tra le diciassettenni della valle e di portarla con sé nella sua torre. Un destino a detta di tutti terribile quasi quanto finire nelle grinfie del Bosco. Con l'avvicinarsi del giorno della scelta, Agnieszka ha sempre più paura. Come tutti dà infatti per scontato che il Drago non potrà che scegliere Kasia, la più bella e coraggiosa delle "candidate" nonché sua migliore amica. Ma quando il Drago comunica la sua decisione, lo sgomento è generale.


Titolo: Si stava meglio
Autore: Claudio Di Biagio
Editore: RaiEri
Pagine: 224
Prezzo: € 16
Data di uscita: 26 Settembre

TRAMA
"La storia è sempre quella: si nasce, e poi si prova a vivere. Ci si innamora e si scopre il sesso e magari ci si sposa, oppure no, ci si perde, si divorzia. Si incontra un nemico e lo si combatte, oppure no, siamo noi il nemico. Si insegue la propria ambizione e si corona un sogno oppure no, si cade sul percorso, vittime dello stress. Poi invece capita che vai a pranzo da tua nonna e nel fumo della pasta “alla zozzona” ti coglie ’illuminazione: no, la storia in realtà è sempre diversa, dipende da come la racconti. Dipende dalla memoria. E allora, Claudio parte, deciso ad attraversare Roma in un viaggio con nonna Lea, inseguendo la storia e i pensieri di una generazione – quella degli over-70 – con cui il dialogo gli appare più facile e fecondo che con quella dei padri. La vicenda di Lea si intreccia poi ad altre tre, liberamente reinterpretate a partire da lunghe interviste: quelle di una giornalista battagliera, di un artista appassionato, di una sportiva innamorata del mare. Mentre il gioco sempre più intimo delle domande e delle rivelazioni trasforma un semplice viaggio in macchina in un’avventura picaresca, intrisa di realismo magico, Claudio tesse nel suo racconto la più dirompente delle verità: la realtà vissuta da uno è sterile, se non diventa esperienza regalata a tutti. E la sua generazione, così spesso definita “in crisi di futuro, respiro ed entusiasmo”, ha bisogno di storie vere per crescere, ne ha bisogno come dell’aria, come della luce. Perché solo al ritmo della parola – reale, onirica, malinconica e ruggente – il cuore può tornare a battere."


Titolo: La distanza tra le stelle
Autore: Lily Brooks-Dalton
Editore: Nord
Pagine: 320
Prezzo:  € 16,40 (cartaceo) € 9,99 (ebook)
Data di uscita: 28 Settembre

TRAMA
Questa è la storia di due solitudini che si sfiorano nel silenzio. Questa è la storia di due esistenze lontane eppure vicinissime come la distanza fra le stelle. Augustine ha dedicato la sua esistenza allo studio delle stelle. Non ha mai avuto una famiglia, né un vero amore; ha invece sempre avuto il suo telescopio, lassù, in un osservatorio astronomico nell'Artico. Così, quando scatta un allarme rosso e tutti gli altri scienziati vengono richiamati a casa, lui rifiuta di seguirli: è vecchio, non ha nessuno cui tornare, e ha scorte sufficienti per il tempo che gli resta. Poi le comunicazioni con l'esterno si interrompono del tutto e ad Augustine non rimane che guardare verso il cielo. E attendere. Sully ha sacrificato tutto per diventare astronauta. E la missione dell'Etere è stata un successo: lei entrerà nella Storia come il primo essere umano ad aver messo piede su Giove. Eppure, quando la navicella spaziale è ormai vicina all'atmosfera terrestre, le comunicazioni con la base s'interrompono. Atterrita, Sully lancia un SOS, sperando che qualcuno lo raccolga. E qualcuno, nell'angolo più remoto della Terra, risponde. Grazie a quel filo invisibile, la distanza siderale tra Sully e Augustine si colma e le loro solitudini s'intrecciano in un rapporto cui entrambi si aggrappano come naufraghi, lontani eppure vicinissimi, entrambi spaventati e stupiti dalla realtà che devono affrontare. E, mentre il mondo sembra scivolare in un silenzio assoluto, i due riscopriranno il vero significato della vita, e soprattutto della speranza.

E per oggi è tutto, lettori cari.
Quali sono le uscite settembrine che voi aspettate con più trepidazione?

Alla prossima!



mercoledì 13 settembre 2017

Top Five Wednesday #14: Lezioni che prenderei da 5 personaggi letterari


Cari visitatori della Tana,
benvenuti ad una nuova Top Five!
Settembre è tempo di rientri tra scuola e università, quindi oggi vi propongo un argomento decisamente a tema: Lezioni che prenderei da cinque personaggi letterari.

Tiro con l'arco da Katniss Everdeen


Riuscireste ad immaginare un'insegnante migliore della protagonista di Hunger Games per imparare a tirare con l'arco? Beh, io no. Mira infallibile e mano ferma, Katniss Everdeen sarebbe senzaun'ottima insegnante...anche se in termini di pazienza forse non sarebbe la persona ideale!

Tecniche di combattimento e autodifesa da Celaena Sardothien


Da chi, meglio che dalla protagonista della serie Il trono di ghiaccio, potrei imparare tecniche di combattimento e autodifesa? Beh, sicuramente non sarei la prima della classe vista la mia goffaggine, ma sono sicura che con un po' d'impegno potrei migliorare con il tempo!


Scrittura creativa da Cath Avery


Devo ammettere di essermi cimentata, anni fa, nella scrittura di storie originali e di fanfiction, prima di capire che non era esattamente la mia strada. Chissà se, però, con l'aiuto di Cath, protagonista di Fangirl, avrei potuto migliorarmi. Certo a lei non mancano il talento, la fantasia e l'entusiasmo.

Tecniche investigative (con contorno di intuito e pasticci) da Alice Allevi 


Come medico legale è brava, anche se un po' distratta e pasticciona, ma sicuramente Alice, protagonista della serie L'allieva di Alessia Gazzola, ha curiosità e intuito da vendere. Un periodo di affiancamento con lei e l'ispettore Calligaris e potrei davvero diventare una brava detective!

Tecniche di sopravvivenza in luoghi innevati da Rocco Schiavone 


Per chiudere in bellezza  e anche con una risata, sceglierei sicuramente Rocco Schiavone, protagonista della serie nata dalla penna di Antonio Manzini, per farmi spiegare come sopravvivere in mezzo alla neve. Insomma, lui è stato trasferito ad Aosta ed è sopravvissuto, quindi chi meglio di lui?


E per oggi è tutto, lettori cari!
Voi avete qualche personaggio da cui vorreste imparare un'arte in particolare?

Alla prossima!

lunedì 11 settembre 2017

Recensione di "L'accademia di Anjur - Il numero Trentuno" - Federica Petroni

Cari visitatori della Tana,
oggi torno finalmente a recensire un romanzo.
Voglio parlarvi oggi di una delle mie letture estive, L'accademia di Anjur - Il numero Trentuno di Federica Petroni. 
Avrete sicuramente notato nei giorni scorsi la tappa del blogtour dedicata a questo romanzo e oggi voglio parlarvene in modo più approfondito in questa recensione.

Il romanzo è uscito per La Corte Editore a Giungo di quest'anno e conta 338 pagine. Il prezzo è di € 5,99 per l'ebook, mentre il cartaceo costa € 16,90. Potete acquistarne una copia su Amazon a questo link.

TRAMA
L'Accademia di Anjur, la più grande e antica istituzione dello Stato, è arrivata a fare le selezioni nel piccolo paese dove vive Shani. Entrare in Accademia è un sogno di molti, ma solo pochi eletti possono accedervi. Inizialmente esclusa, Shani riuscirà invece a conquistare il suo posto nell'Accademia dopo aver scoperto, a sorpresa, di avere il Dono e poter controllare l'Archean. Shani lascerà così il suo paesino per entrare nell'Accademia e iniziare l'avventura più grande della sua vita. Ma all'Accademia le regole sono ferree e i pericoli sono tanti e Shani, che rischia di essere espulsa, verrà coinvolta in un complotto che rischia di portare alla guerra civile. Di chi potrà fidarsi? Ma soprattutto, riuscirà proprio lei, così derisa da tutti, a fermare la guerra prima che inizi e a riguadagnarsi il suo posto all'Accademia per l'anno successivo?

LA MIA OPINIONE

Shani non è mai andata lontano da Fainort, il paesino sulle montagne dov'è nata. L'unica vita che conosce è quella fatta di fatica e rinunce per tirare avanti e sopravvivere ad ogni inverno, insieme al padre e alle sorelle.
Quando le selezioni itineranti per l'Accademia di Qarta passano per il suo villaggio, Shani pensa di non avere alcuna possibilità di essere scelta, finché una delle ultime prove non svela che lei possiede il Dono che le consente di manipolare il Mergirio, un prezioso minerale che può piegare alla sua volontà con la forza della mente.
Frequentare l'Accademia per Shani rappresenta l'opportunità di cambiare non solo la sua vita. ma anche quella della sua famiglia, consentendo a tutti loro di vivere con tranquillità grazie alla borsa di studio e al sussidio che la scuola offre agli studenti meno abbienti.
Quello dell'Accademia è un mondo completamente nuovo per Shani, fatto di regole ma anche di rivalità, ritmi precisi e studio.
Ma sembra che il destino abbia messo sulla strada di Shani un'avventura ancora più grande da affrontare, in cui si mischiano complotti e scontri politici e la guerra civile deve essere sventata.

La prima cosa ad attirare la mia attenzione su questo romanzo è stata, questa volta devo ammetterlo, la sua cover, che rispecchia a pieno il contenuto del romanzo.
Ma proprio a proposito del contenuto, devo dire che mi sono trovata davanti ad una storia affascinante e ben strutturata, che sa coinvolgere i lettori.
L'Accademia di Anjur è un fantasy in cui ci sono elementi già visti nella letteratura fantasy, ma che si compattano bene con elementi del tutto originali, a partire dall'esistenza del Mergirio, per finire con il potere di Shani di manipolare non solo questo, ma anche altri elementi, attraverso il suo Dono.
Una menzione speciale va fatta per l'ambientazione, un mondo che l'autrice ha costruito di sana pianta e caratterizzato sin nei minimi particolari. Proprio le descrizioni dei luoghi sono ricche e precise e non è affatto difficile per il lettore immaginarseli.
Per quanto riguarda i personaggi, sicuramente Shani in quanto protagonista della storia è quella meglio disegnata, ma anche i personaggi secondari sono ben tratteggiati, a partire dagli insegnanti dell'accademia per finire con la principessa Miria ed il gruppo di amici di Shani, Juno, Ravi e Grab.

Nel complesso questo romanzo è stato una buona lettura, un fantasy ben studiato che ha un ottimo potenziale per sviluppare anche delle nuove avventure con Shani come protagonista. 
La storia di un'eroina che non è destinata a salvare un popolo, ma che ritrovandosi coinvolta per caso di intrighi di potere che potrebbero portare ad una guerra, fa tutto ciò che è in suo potere per impedirla.

Il mio voto per questo romanzo è di quattro riccetti!

sabato 9 settembre 2017

Friday News #98

Cari visitatori della Tana,
benvenuti ad un nuovo appuntamento con Friday News, per fare il pieno di novità su romanzi, autori, adattamenti e molto altro.
Pronti a scoprire le notizie più interessanti della settimana?

Cover reveals;



  • Il 3 Ottobre esce per Mondadori Origin, quinto volume della serie del professor Robert Langdon, nato dalla penna di Dan Brown;


Quali autori, quali libri;
  • Alessandra Angelini, dopo Non dirgli che ti manca, tornerà a Gennaio in libreria con un secondo romanzo della serie dedicata ai Bad Attitude, dal titolo Nati sotto la stessa stella;
  • È stato rivelato il titolo del terzo romanzo della serie The Dark Artifices di Cassandra Clare, che sarà The Queen of Air and Darkness;

Prossime uscite in Italia;
  • Edizioni LSWR dovrebbe pubblicare il secondo romanzo della serie The Glittering Court di Richelle Mead, Midnight Jewel, nel mese di Ottobre;
  • Sono previste per il 2018 due uscite interessanti per Mondadori: The Empress di S.J. Kincaid, seguito di Diabolic e La ragazza di stelle e inchiostro di Kiran Millwood Hargrave, un fantasy YA autoconclusivo;
  • DeAgostini pubblicherà, sempre il prossimo anno e nella collana YA, La prigioniera del ghiaccio e della neve di Ruth Lauren, primo romanzo di una serie fantasy;

E per oggi è tutto, lettori cari.
Alla prossima!

venerdì 8 settembre 2017

Blogtour: "L'accademia di Anjur - Il numero trentuno" di Federica Petroni - Tappa #3: Ambientazione

Cari visitatori della Tana,
vi do il benvenuto alla tappa numero tre del blogtour dedicato a L'Accademia di Anjur - Il numero Trentuno di Federica Petroni.
In questa tappa parleremo del mondo in cui è ambientato il romanzo, ma prima di cominciare, come sempre, qualche dato sul libro e la sua trama.


L'Accademia di Anjur - Il numero Trentuno
di Federica Petroni
La Corte Editore
€ 5,99 (ebook) € 16,90 (cartaceo)

L’Accademia di Anjur, la più grande e antica istituzione dello Stato, è arrivata a fare le selezioni nel piccolo paese dove vive Shani. Entrare in Accademia è un sogno di molti, ma solo pochi eletti possono accedervi. Inizialmente esclusa, Shani riuscirà invece a conquistare il suo posto nell’Accademia dopo aver scoperto, a sorpresa, di avere il Dono e poter controllare l’Archean. Shani lascerà così il suo paesino per entrare nell’Accademia e iniziare l’avventura più grande della sua vita. Ma all’Accademia le regole sono ferree e i pericoli sono tanti e Shani, che rischia di essere espulsa, verrà coinvolta in un complotto che rischia di portare alla guerra civile.Di chi potrà fidarsi? Ma soprattutto, riuscirà proprio lei, così derisa da tutti, a fermare la guerra prima che inizi e a riguadagnarsi il suo posto all’Accademia per l’anno successivo?


L'AMBIENTAZIONE


SOVRESTA

Sovresta è la grande Nazione in cui è ambientato il romanzo. Il territorio è diviso in cinque province: Anjur, Haltan, Altaterra, Falund e Kincuna. La capitale è Anjur, città principale della provincia omonima, dove ha sede il Governo ed il Re.
Sovresta infatti è una monarchia, ma il Re deve rispondere dell'esercizio del suo potere alla Somma Voce, il sovrano assoluto, una creatura mitologica molto potente. Ad essa rispondono infatti tutti gli Stati di Urtinon, continente di cui fa parte anche Sovresta.
L'assetto attuale degli Stati di Urtinon è nato dopo la Guerra dei Falsi Destari, avvenuta circa cento anni prima rispetto ai fatti raccontati. Si tratta di una ribellione di un gruppo di persone contro la Somma Voce. Ingannando il popolo, si erano proclamati
destari, ossia guide spirituali, senza alcun diritto. Le loro armate sono uscite annientate dallo scontro con le armate della Somma Voce ed i segni della devastazione sono ancora evidenti al tempo in cui la storia è ambientata, perché province come quella di Falund sono rimaste molto povere. 

Le vicende che coinvolgono Shani cominciano a Fainort, un piccolo villaggio di montagna nella provincia di Falund. Il villaggio non conta più di seicento anime e la città più vicina sarebbe Ismella, ma per raggiungerla occorrono parecchie ore di cammino.
Nel villaggio la vita è molto semplice e le attività principali si basano sulle coltivazioni e l'allevamento.
Essendo un luogo difficile da raggiungere, spesso anche le notizie o la posta arrivano con parecchi giorni di ritardo.




ANJUR


Anjur è la capitale di Sovresta, nonché città principale della provincia omonima. È la città più grande e popolosa che Shani abbia mai visto, ed anche quella in cui si volge gran parte del romanzo, perché è proprio ad Anjur che si trova l'Accademia di Qarta, alla quale Shani viene ammessa quando, durante le selezioni nel suo villaggio, alcuni professori scoprono che ha il Dono che le permette di manipolare il Mergirio.

QARTA

Qarta non è l'unica accademia a Sovresta, ma è sicuramente la principale e di conseguenza la più prestigiosa. 
L'accademia ha sede in un massiccio edificio in pietra, che si snoda in altre strutture, segno che nel corso del tempo è stata ampliata. Non manca un ampio cortile interno e numerosi spazi esterni, dove gli studenti possono praticare attività come combattimento, atletica ed equitazione.
Numerose sono ovviamente anche le palestre e le aule, in ci si studiano le altra materie principali dell'Accademia: Meccanica, Archeonomia (riservata soltanto ai possessori del Dono), Lingue Antiche e Moderne e Storia.
Esistono dormitori separati per i ragazzi e per le ragazze, ma Shani, essendo l'ultima arrivata, viene assegnata a quello maschile e per questa ragione le tocca condividere alcuni spazi con Durman, che non è certo il più simpatico tra gli studenti.


IL GIVEAWAY
Per partecipare al giveaway di una copia cartacea del romanzo, vi basterà seguire queste regole e compilare il form:

Obbligatorie:
  •          Seguire tutti i blog che partecipano al blogtour;
  •          Seguire la pagina Facebook dell’editore;
  •           Commentare tutte le tappe dell’evento;

Opzionali:
  •           Seguire le pagine social dei blog che partecipano al blogtour;
  •           Condividi l’evento sui vostri canali social;




IL CALENDARIO




E per oggi è tutto, lettori cari.
Alla prossima!

mercoledì 6 settembre 2017

Top Five Wednesday #13: Il secondo libro è meglio

Cari visitatori della Tana, 

benvenuti ad un nuovo appuntamento con la Top Five del Mercoledì.
Nell'appuntamento di oggi voglio parlare con voi di cinque serie di cui ho preferito il secondo romanzo al primo.
Curiosi?


La Ragazza di Fuoco
dalla trilogia Hunger Games di Suzanne Collins
Come ho scritto più volte, La ragazza di fuoco è il mio romanzo preferito di questa trilogia, che aggiunge sfaccettature ai personaggi, crea nuovi intrecci nella storia e soprattutto è pieno ed emozionante fino all'ultima pagina.


dalla serie L'allieva di Alessia Gazzola
Ho scritto anche in questo caso, più volte, che il mio romanzo preferito dei romanzi che vedono come protagonista la dottoressa Alice Allevi è Le ossa della principessa, ma ciò non toglie che Un segreto non è per sempre segni un miglioramento evidente rispetto al primo libro della serie, soprattutto dal punto di vista della trama del giallo, che è intrecciata davvero molto bene.


dalla duologia If I Stay di Gayle Forman
So che molti tra voi lettori hanno letto e apprezzato Resta anche domani sia per ciò che riguarda il libro che per il rispettivo adattamento cinematografico, ma per quanto riguarda il solo romanzo personalmente mi sento di dire che Resta sempre qui è davvero superiore al primo. L'ho amato dalla prima all'ultima pagina e mi ha regalato emozioni e musica che ancora oggi porto nel cuore.


dalla serie Il cimitero dei libri dimenticati di Carlos Ruiz Zafòn
Come ormai sapranno anche i muri, i romanzi di Zafòn possono essere letti sia come serie che come autoconclusivi. La cosa meravigliosa è che esistono tutti e le storie raccontate al loro interno reggono a prescindere dal romanzo precedente e da quello successivo. Se proprio vogliamo essere fiscali, però, L'ombra del vento è il secondo romanzo della tetralogia e per me è uno dei romanzi del cuore, uno tra quei romanzi che reputo imprescindibili nella vita e che reputo più immediato rispetto al suo predecessore, Il gioco dell'angelo.


dalla serie di Vani Sarca di Alice Basso 
Credetemi quando vi dico che scegliere il mio preferito tra il primo ed il secondo romanzo di questa serie è stata una vera impresa. Ho optato alla fine per Scrivere è un mestiere pericoloso perché anche in questo caso scopriamo di più di Vani, la protagonista, ed in più la vediamo a confronto con due personaggi che sembrano la lei del passato, Morgana, e la lei del futuro, Irma.

E per oggi è tutto, lettori cari.
E voi, avete qualche serie del cuore in cui avete preferito il secondo romanzo?

Alla prossima!