venerdì 23 giugno 2017

Friday News #89

Cari visitatori della Tana,
benvenuti ad un nuovo appuntamento con Friday News, la rubrica tutta dedicata alle novità della settimana dal fronte libresco.
Pronti a conoscere le ultime?

Cover reveals;


  • Esce a Settembre nei paesi anglosassoni Tower of Dawn, sesto romanzo della serie Throne of Glass di Sarah J. Maas, che sarà raccontato dal PoV di Chaol. L'autrice ha dichiarato che è una sorta di romanzo parallelo al quinto, in cui gli eventi sono ripercorsi dal punto di vista del Capitano.
  • Anche la cover di Inferno, volume conclusivo della saga Talon di Julie Kagawa è stata rivelata. Il romanzo uscirà negli USA ad Aprile 2018.

  • Arriva il 10 Novembre in libreria Arabesque, nuovo romanzo della serie L'allieva di Alessia Gazzola, edito Longanesi. In contemporanea dovrebbe avvenire la messa in onda della seconda stagione della serie TV su Rai 1;
  • Da quest'immagine si intravede la cover di Una fiamma nella notte di Sabaa Tahir, che Nord conferma essere in uscita a Settembre di quest'anno.
Quali autori, quali libri;
  • Uscirà negli USA il prossimo anno la nuova serie fantasy di Sara Raasch, già autrice della fortunata trilogia Snow  Like Ashes, Edita anche in Italia da Mondadori. La nuova serie si intitolerà These Rebel Waves e avrà come protagonisti dei pirati.
  • Nei giorni scorsi Diana Gabaldon ha rilasciato un estratto dalla sua nuova raccolta di storie dedicate ad alcuni dei protagonisti di Outlander. Seven Stones to Stand or Fall, che potete leggere QUI.
  • In un recente post su Livejournal, George R. R. Martin ha chiarito di non aver ancora terminato di scrivere Winds of Winter, sesto ed attesissimo capitolo della serie A Song of Ice and Fire, ormai più nota come Il Trono di Spade. L'autore, anzi, ha chiarito a tutti che quello su ASOIAF non è il suo unico lavoro, infatti l'autore si dedica contemporaneamente ad altri romanzi e ad un'altra serie in particolare, Wildcards.
    Stanco delle continue domande dai fan, l'autore ha deciso così di mettere le cose in chiaro. 
Novità sugli adattamenti;
  • Vedremo anche Bram Greenfield, il Wally West di The Flash nell'adattamento di Non so chi sei ma io sono qui di Becky Albertalli;
  • È stato rilasciato nel corso di questa settimana il trailer della prossima stagione di Game of Thrones. Anche se ormai non è più un adattamento nel senso più stretto del termine, vale davvero la pena di vederlo:

Prossime uscite in Italia;
E per oggi è tutto, lettori cari.
Alla prossima!





martedì 20 giugno 2017

Recensione di "Wolf: Il giorno della vendetta" (Wolf by Wolf #2) - Ryan Graudin

Cari visitatori della Tana,
questa settimana vi recensisco una delle uscite che più attendevo quest'anno: si tratta di Wolf: Il giorno della vendetta, secondo volume della serie Wolf By Wolf di Ryan Graudin. 

Il romanzo è uscito lo scorso 6 Giugno per DeAgostini e conta 575 pagine. Il prezzo è di € 6,99 per l'ebook, mentre il cartaceo costa € 14,90. Potete acquistarlo su Amazon cliccando su questo link.

TRAMA
È il 1956 e il mondo è in fermento: dopo decenni di dominio assoluto, Hitler è stato assassinato e la Resistenza è pronta a prendere le armi. A innescare la scintilla è stata Yael, la ragazza dagli straordinari poteri mutaforma, miracolosamente sopravvissuta al campo di concentramento. È solo grazie al suo coraggio se il Nuovo Ordine ha le ore contate. O almeno così tutti credono. Ma la verità è molto più complicata di come appare, e le conseguenze di quanto è accaduto sono devastanti. Ora Yael è in fuga in territorio nemico. Non è sola, però. Insieme a lei ci sono Luka e Felix, i due ragazzi che ha dovuto tradire per portare a termine la sua missione e che adesso vuole proteggere a ogni costo. Ed è nel bel mezzo del caos che il passato e il futuro di Yael si scontrano, obbligandola a fare i conti con i propri sentimenti. Odio e amore, vendetta e perdono. Scegliere non è facile, soprattutto quando sul piatto della bilancia ci sono da un lato il destino del mondo intero e dall'altro la vita di chi ama. Quale sarà la scelta di Yael? Vita o morte?

LA MIA OPINIONE
contiene spoiler sul primo volume della duologia. 

Prima di cominciare a leggere questo romanzo, devo ammettere di aver fatto un giro su Goodreads per leggere alcune recensioni. Pareri contrastanti a go-go su questo volume conclusivo della duologia, motivo per cui sono diventata ancora più curiosa di leggerlo.

La storia riprende esattamente dal momento in cui l'avevamo lasciata sul finale di Wolf: La ragazza che sfidò il destino: Yael è riuscita nel suo intento, ha sparato ad Hitler durante il ballo del vincitore. La missione sembra compiuta, se non fosse per un problema: l'uomo a cui ha sparato Yael non è il Fuhrer, ma soltanto un mutapelle che ha preso il suo posto.
È in quel momento che Yael capisce che non è l'unica mutapelle sopravvissuta agli esperimenti del Dottor Geyer e che il regime sta sfruttando alcune persone con la sua stessa abilità per impersonare Hitler.
Ma quello che deve fare, prima di tutto, è fuggire il più lontano possibile da Tokyo per riunirsi alla Resistenza. Nel viaggio che pensava di fare da sola, però, l'affiancano Luka e Felix, che adesso hanno scoperto la sua vera identità.
Il viaggio di ritorno verso Germania è carico di sorprese, colpi di scena e tensione, in un mix di azioni pericolose e rocambolesche. Yael non ha intenzione di arrendersi e non si fermerà finché non avrà portato a termine la sua missione: quella di cambiare il mondo.

Avevo amato, senza se e senza ma, il primo libro di questa duologia, di conseguenza le mie aspettative su questo secondo volume erano altissime. Devo dire che che non sono state disattese, soprattutto visto il colpo di scena che ci aveva lasciato con il fiato sospeso al termine del primo romanzo e che mi aveva fatto sospettare alcuni risvolti della storia. 

Yael questa volta non è protagonista assoluta del racconto, ma la sua voce si mischia a quella di Luka e Felix, che raccontano alcuni aventi dal loro punto di vista, sia del presente che del passato.
Yael è alle prese con una doppia missione, questa volta: riuscire a tornare a Germania per riunirsi alla resistenza, ma anche ritrovare sé stessa, adesso che può farlo. Entrambi sono percorsi non semplici, anzi, spesso accidentati.
A Luka non è certo affidata una sorte più semplice: l'incontro con Yael, che non veste più la maschera di Adele, lo fa scontrare con ciò che accade davvero nel Reich: torture, esperimenti, morte. Lui, che per anni è stato il volto del regime, arriva faccia a faccia con la natura crudele e marcia del governo nazista. Ed è così che gli tocca scegliere da che parte stare. 
I suoi PoV sono sicuramente complessi dal punto di vista dell'evoluzione psicologica del personaggio, ma allo stesso tempo sono incorniciati dalla sua ironia, che non manca mai.
Infine c'è Felix, il fratello gemello di Adele che per tutto il Tour ha pensato di proteggerla, ma adesso che ha scoperto che Adele è prigioniera della Resistenza, deve fare una scelta: credere alle parole di Yael ed accompagnarla nel suo viaggio o restare dalla parte del Reich?

Tutti i protagonisti sono posti davanti a scelte difficili, che determinano l'evoluzione della trama. Anche i gesti più piccoli acquistano un peso non indifferente ai fini della storia e tutto si intreccia con l'azione e i colpi di scena che non mancano mai.
Sullo sfondo di un'ucronia che sin da subito mi è piaciuta per la sua elaborazione, che la rende fortunatamente lontana eppure così possibile, Ryan Graudin ha costruito anche questa volta un romanzo degno di nota, pieno di azione e adrenalina ma anche di storie personali e sentimenti, legami indistruttibili ed ideali per cui morire.
Nulla è lasciato al caso in questo finale, ci sono geometrie precise e conseguenze che, per quanto tristi, sono coerenti con la storia e la sua evoluzione.

Coinvolgente dalla prima all'ultima pagina, triste eppure bellissimo, Wolf: Il giorno della vendetta  è il capitolo finale di una storia che sospetto mi rimarrà nel cuore per molto tempo.



Il mio voto per questo romanzo è di cinque riccetti!

venerdì 16 giugno 2017

Friday News #88

Cari visitatori della Tana,
benvenuti ad un nuovo appuntamento con la rubrica del Venerdì tutta dedicata alle news dal mondo dei libri. Curiosi di scoprire quali sono le novità della settimana appena trascorsa?

Cover reveals;

  • Esce il 30 Giugno per Triskell Edizioni Il principe prigioniero  di C.S. Pacat, primo volume di una trilogia fantasy per adulti che vede come protagonista una coppia omosessuale.
  • Torna nelle librerie italiane anche Mhairi McFarlane, con il suo Se l'amore ci mette lo zampino, in uscita per Harper Collins il 22 Giugno;
  • Esce il 27 Giugno per Sperling & Kupfer La maledizione del re di Philippa Gregory, che si aggiunge alla serie dedicata alla Guerra delle Due Rose;
  • Arriva il 31 Agosto il nuovo romanzo della serie dedicata al vicequestore Rocco Schiavone, nato dalla penna di Antonio Manzini: Pulvis et umbra.

  • Esce il prossimo 18 Luglio per Piemme Tutta colpa di Mr. Darcy, traduzione italiana di Austenland di Shannon Hale, dal quale è stato anche tratto un film, distribuito in italia con il titolo Alla ricerca di Jane;
  • The Empress di S.J. Kincaid, seguito di Diabolic, appena uscito in Italia per Mondadori, uscirà negli USA il prossimo 31 Ottobre;
Novità sugli adattamenti;
  • Sarà Danielle Macdonald ad interpretare la protagonista Willowdean nell'adattamento del romanzo Voglio una vita a forma di me di Julie Murphy. La giovane attrice si unisce a Jennifer Aniston, già da qualche tempo annunciata nel cast;
  • La serie TV sci-fi Black Mirror diventerà una serie di romanzi, che comincerà ad essere pubblicata a partire dal 2018 e sarà scritta da Charlie Brooker, già creatore dello show. QUI trovate ulteriori dettagli;
  • Non sarà più realizzato alcun adattamento di Ugly Love (L'incastro (im)perfetto) di Colleen Hoover. Purtroppo i termini per la cessione dei diritti sono scaduti senza che la casa cinematografica che li aveva acquistati realizzasse il progetto, quindi questi sono tornati all'autrice.
  • Anche Ogni Giorno di David Levithan diventerà un film, che sarà prodotto da MGM, diretto da Michael Suscy e adattato da Jesse Andrews (autore di Quel fantastico peggior anno della mia vita). Il primo membro del cast annunciato è Angourie Rice, che reciterà nel ruolo di Rhiannon.
Prossime uscite in Italia;
  • Giunti ha deciso di ristampare Beastly di Alex Flynn, sicuramente tra i retelling più famosi della fiaba de La bella e la bestia. Lo ritroveremo in libreria dal 28 Giugno;
  • Secondo Amazon uscirà il 31 Agosto The hate u give - Il coraggio della verità di Angie Thomas, edito Giunti;
  • Secondo alcune fonti, It Ends With Us di Colleen Hoover sarà pubblicato con il titolo Quando sorge il sole e dovrebbe arrivare in Italia in autunno per Leggereditore;
E per oggi p tutto, lettori cari.
Alla prossima!

giovedì 15 giugno 2017

Recensione di "Storie di un'attesa" - Sergio Algozzino

Cari visitatori della Tana,
era ormai da un po' di tempo che non tornavo a parlarvi di graphic novel qui sul blog. Oggi invece vi voglio parlare di uno dei miei ultimi acquisti - l'unico, purtroppo, di Una Marina di Libri - ossia Storie di un'attesa di Sergio Algozzino.

Questa graphic nove è uscita per Tunué nel 2016 e conta 140 pagine. Il prezzo è di € 16,90. Potete acquistarla su Amazon a questo link.

Tre storie distanti nel tempo. Un principe palermitano decide nell'Ottocento di partire per la Terrasanta, ma è molto più importante la preparazione del viaggio stesso. Due persone si sfidano, all'inizio del secolo scorso, in una partita a scacchi per corrispondenza, ma nel tempo scoprono come l'esistenza abbia scavato un abisso fra di loro. Un ragazzo, negli anni Novanta, si ritrova ad aspettare la ragazza con cui si è dato appuntamento, solo con i suoi pensieri. A legare le vicende l'aspettare con pazienza il tempo che scorre e i cambiamenti che ne vengono, per riscoprire, in un'epoca di frenesia, il valore dell'attesa.








LA MIA OPINIONE

Quante possono essere le tonalità di un'attesa? È questa la domanda a cui prova a rispondere Sergio Algozzino in questa graphic novel, e lo fa intrecciando tre storie molto lontane nel tempo, ma che hanno alcuni aspetti in comune. 

Aspettare è una cosa che ci capita spesso di fare. I tempi di attesa variano, le emozioni sono più deboli o più forti in base a cosa stiamo aspettando. Ci sono attese speciali.
Sullo sfondo di una Palermo bellissima, che in alcune parti della storia ne diventa quasi una protagonista, conosciamo un conte che sul finire dell'Ottocento comincia a pianificare sin nei minimi particolari un viaggio in Terrasanta, per poi spostarci nei primi anni del Novecento, periodo in cui conosciamo un uomo da poco stabilitosi a Palermo, che inizia una partita a scacchi per corrispondenza e che attende pazientemente le mosse del suo avversario. Infine un quindicenne che nei primi anni Novanta, armato di walkman, comincia una lunghissima attesa sotto casa di una ragazza per il loro primo appuntamento.
Ad incasellare la storia, ci sono altri piccoli momenti di attesa, che ci raccontano la vita quotidiana di personaggi quasi capitati lì per caso, ma in cui è immediatamente facile rivedersi. 

Tre protagonisti, tre finalità diverse, tre storie, tutte legate però dalla stessa trepidazione nell'attesa.
È evidente che questi tre protagonisti, nonostante siano accomunati dalla medesima emozione, vivono l'attesa in modi radicalmente diversi. Sì, perché la loro trepidazione è percepibile, ma il loro modo di attendere, ciò che fanno mentre aspettano, è molto, molto diverso.
In tre epoche diverse Sergio Algozzino ci dimostra i modi diversi in cui si vive un'attesa e fa nascere spontanea una piccola auto-analsi di cosa facciamo noi adesso nei momenti vuoti in cui ci tocca aspettare qualcosa.
E se oggi, come me, la prima cosa che fate quando aspettate qualcuno o qualcosa è tirare fuori lo smartphone per controllare i social - un'abitudine terribile, ma tendo un po' a giustificarmi dicendomi che ormai lo facciamo tutti  - questa graphic novel vi farà anche riscoprire il valore di quei momenti che sembrano vuoti, di quel tempo che ci sembra di perdere mentre aspettiamo e che invece può avere un suo perché. Dobbiamo solo essere bravi a trovarlo.
Non solo parole, ma soprattutto tavole bellissime per questa graphic novel. Disegni leggeri ma che sanno catturare l'attenzione, anzi, sanno proprio ammaliare.

Storie di un'attesa è (quasi paradossalmente) una graphic novel da leggere d'un fiato. O almeno, per me è stato così, perché ad aspettare non sono proprio brava.
Convintissima di recuperare al più presto gli altri lavori di questo autore, vi consiglio di tutto cuore di leggere questo.


Il mio voto è di cinque riccetti!


mercoledì 14 giugno 2017

Top Five Wednesday #8: Le mie side ship preferite

Cari visitatori della Tana,
benvenuti ad una nuova Top Five!L'argomento di oggi è particolarmente interessante perché si parla di side ships, ovvero di tutte quelle coppie, canon o fanon, che non coinvolgono il protagonista della storia. Pronti a scoprire le mie cinque preferite?


Ron ed Hermione
dalla serie Harry Potter di J.K. Rowling

Credo che quella tra Ron ed Hermione sia stata la prima vera ship che io abbia shippato. Cioè, sentivo che sarebbero finiti insieme, senza ombra di dubbio. A partire dal terzo libro, poi, è diventata una consapevolezza. Insomma, vederli finire insieme è stata una delle mie più grandi gioie di fangirl e potterhead e sì, non avrei mai perdonato la Rowling se non li avesse fatti sposare. 


Cress ed il Capitano Thorne
dalla Cronache Lunari di Marissa Meyer
Cress e Thorne hanno fin da subito rubato il mio cuore. Insomma, come si fa a non adorarli? La Meyer ha gestito divinamente questa ship e sono sicura di non essere l'unica tremendamente innamorata di questi due personaggi. 


Ronan Lynch e Adam Parrish
dalla serie Raven Boys di Maggie Stiefvater
Cosa dovrei dirvi di questi due se non che insieme sono praticamente perfetti? Questa ship è un crescendo nel corso dei romanzi della serie, fatto di piccoli gesti, che poi ad un certo punto investe i lettori come un treno. Ci sono stati momenti durante la lettura dei libri in cui mi sono ritrovata a squittire di gioia nel corso delle scene di cui erano protagonisti. Vi ho detto tutto.


Zuzana e Mik
dalla serie Daughter of Smoke and Bone di Laini Taylor

Che carini, Zuzana e Mik, È una di quelle ship libresche di cui non mi stancherei mai di leggere perché è una coppia che ha trovato il suo giusto spazio all'interno della storia ed inoltre è una coppia ben bilanciata. Questi due sono proprio anime gemelle!


Samira ed Erek
dalla serie Albion di Bianca Marconero

Ditemi se insieme non sarebbero perfetti. Perché in ogni scena in cui appaiono è così palese, ma così evidente proprio, che insieme starebbero benissimo. Mi appello all'autrice: Bianca, ci regaleresti la gioia di vederli insieme, a qualche punto della serie?

E per oggi è tutto, lettori cari
Quali sono invece le vostre side ship preferite? Mi aspetto una bella chiacchierata nei commenti a riguardo.
Alla prossima!