lunedì 14 dicembre 2015

Recensione di "Silver: L'ultimo segreto" (Silber #3) - Kerstin Gier

Cari visitatori della Tana,
è arrivato il momento di una nuova recensione! 
La scorsa settimana mi sono cimentata nella lettura di Silver: L'ultimo segreto, volume conclusivo della Trilogia dei Sogni di Kerstin Gier, di cui oggi vi vado a parlare.

Il romanzo è uscito per Corbaccio lo scorso 26 Novembre e conta 361 pagine. Il prezzo è di € 16,40 per il cartaceo e di € 9,99 per l'ebook.

TRAMA
Ormai è appurato: nemmeno nei sogni si può stare in pace. Prima, quando Liv viveva a casa sua, i sogni erano affari suoi, ma adesso che si è stabilita a Londra insieme alla sorella Mia da Ernest, il nuovo compagno della madre Ann, sembra che tutti ne sappiano più di lei. In primo luogo Grayson, il fratello appena acquisito, e poi tutti i suoi amici. Da quando le sono apparsi in sogno in un cimitero, intenti in una cerimonia esoterica, Liv è costretta a condividere con altri ragazzi non solo la scuola, ma anche la notte e i suoi incubi. Da un certo punto di vista questo può avere i suoi aspetti positivi, specialmente quando Liv è con il fascinoso Henry... ma i sogni sono minacciati da una presenza oscura e inquietante pronta a seguire i ragazzi nei loro spostamenti e, soprattutto, il loro amico Arthur ha deciso inspiegabilmente di rovinare per sempre la loro vita... Di giorno, le cose non sembrano andare meglio in questa famiglia allargata dove c'è ancora qualche rancore di troppo tra Florence, la spocchiosa gemella di Grayson, la mamma di Ernest che mai e poi mai vorrebbe diventare la suocera di Ann e l'autore di un blog anonimo che si diverte a spiattellare tutti i segreti di Liv. Certo, c'è Henry, il suo meraviglioso fidanzato, ma cosa farà quando scoprirà che Liv gli ha mentito?

LA MIA OPINIONE
Con questo volume si conclude anche la seconda trilogia nata dalla penna di Kerstin Gier.
In questo stesso periodo lo scorso anno vi avevo parlato del secondo volume della serie (qui la mia recensione) dal quale nel complesso ero rimasta soddisfatta, ma che essenzialmente era un romanzo di passaggio, con poche novità rispetto al primo (qui la mia recensione) se non per il finale, dove finalmente le acque della storia erano state mosse.

In questo finale troviamo Liv, Henry e Grayson ancora alle prese con Arthur e le sue macchinazioni. Dopo aver tentato di manipolare i sogni di Mia e di spingerla addirittura verso la morte, di certo non si è arreso. I corridoi dei sogni adesso sono diventati pericolosi da frequentare e i ragazzi sono alla ricerca di una soluzione che possa fermare Arthur ed impedirgli di rovinare i sogni altrui. Ma i poteri di Arthur sono diventati ancora più grandi e adesso riesce a manipolare le persone anche da sveglie, costringendole a compiere gesti assurdi ed inspiegabili e per questo va fermato al più presto.
Ma oltre a dover affrontare le difficoltà nel mondo dei sogni, Liv deve affrontare anche quelle del mondo reale, tra il matrimonio della madre con Ernest, Lottie che ha annunciato di voler andare via subito dopo le nozze per tornare, la relazione con Henry che si fa sempre più profonda ed un nuovo affascinante vicino di casa.

In questo terzo volume della serie scopriamo, sulla scia della conclusione del secondo, che il mondo dei sogni bello e colorato che Liv aveva conosciuto nel primo romanzo ha molti lati oscuri. Mi è sempre piaciuta molto questa "creatura" della Gier, un mondo che è molto simile a quello reale ma anche diverso, in cui le atmosfere possono cambiare rapidamente quando il pericolo è in agguato, un luogo i cui elementi si possono cambiare e piegare al proprio volere, ma in cui non sempre si riesce ad ottenere ciò che si vuole. I corridoi sono il mio setting preferito della trilogia, con tutte le bellissime e personalizzate porte dei sogni che scopriamo attraverso le descrizioni di Liv, ma in questo romanzo ne scopriamo anche le atmosfere più cupe e piene di mistero.
La storia che ci viene raccontata in quest'ultimo romanzo è molto lineare e segue perfettamente quanto accaduto nel secondo volume, con pochi colpi di scena. Mi aspettavo una conclusione con un po' più di azione, ma alla fine tutti i tasselli raccolti dai protagonisti nel corso della storia sono andati al loro posto.
Come sempre ho apprezzato molto Liv, che resta una delle protagoniste femminili che ho apprezzato di più in una serie per ragazzi, un'adolescente molto adolescente, una ragazza realistica e nella quale sono riuscita sempre a rivedermi un po'. Con la sua ironia mi ha sempre fatto ridere moltissimo ed è questo uno dei tratti che ho apprezzato di più di lei. Grayson resta il mio personaggio maschile preferito della serie, il fratello dal cuore d'oro.  Finalmente in questo volume della serie lo vediamo sfruttare le sue potenzialità per le ricerche utili al gruppo, che non sono sempre semplici. Henry per me resta un ni. Sarà anche un principe azzurro con i fiocchi, affascinante come non mai, ma gli continuo a preferire Grayson.
Ma la mia preferita in assoluto, il personaggio che rende ogni scena in cui è presente davvero unica è indubbiamente Mia. Sagace, ironica, sarcastica, con la battuta sempre pronta e un intuito investigativo che farebbe invidia a qualsiasi adulto, Mia Silver riesce a dare un tocco unico a questi romanzi ed è la piccola star che forse avrebbe meritato un po' di spazio in più. E d'altronde è lei che svela l'identità di Secrecy, la blogger che per molto tempo ha spifferato online i segreti di metà della Frognal Academy.

Nel complesso posso dire di aver apprezzato il romanzo, anche se mi aspettavo qualcosa di più adrenalinico per questo finale. Ci sono molti aspetti che mi sono piaciuti e i dovuti approfondimenti dove servivano, ma è stato come se mancasse il tocco finale, quello che da brillantezza al tutto. 
Questa trilogia è sicuramente frutto di un lavoro ben riuscito della Gier, che mi ha conquistata disegnando un mondo onirico che mi è sempre piaciuto molto e con i suoi personaggi che riesce a rendere unici.
Con il suo stile semplice ma accattivante l'autrice ci trasporta verso la conclusione di questa singolare avventura, che rispetto a quella della Trilogia delle Gemme risulta un po' sottotono, ma comunque apprezzabile.


Il mio voto per questo romanzo è di quattro riccetti!

17 commenti:

  1. Sono totalmente d'accordo sui personaggi!!!! <3 Grayson

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grayson è decisamente uno dei miei preferiti :3

      Elimina
  2. Io devo ancora recuperare il secondo volume >.<
    Ma concordo pienamente su Grayson <3 a me il suo personaggio ha colpito subito e speravo che il vero interesse amoroso di Liv fosse lui :(
    La Gier stavolta per me ha puntato sul cavallo sbagliato. Henry è un nì anche per me U.U
    Però sono contenta di vedere che la saga per te continua a racimolare quattro riccetti... magari la riprendo in mano ora che anche qui è uscito il volume conclusivo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me fare una piccola maratona degli ultimi due volumi non sarebbe male come idea, anche perché molti dettagli sono ripresi proprio dal secondo volume.
      Anch'io speravo tanto in Grayson e sarebbe stata una bella svolta vedere lui e Liv insieme. Henry non mi ha mai convinta purtroppo.
      Fammi sapere in ogni caso quando li avrai letti!

      Elimina
  3. Ciao, pur avendo adorato la trilogia delle gemme, alla fine di questa nuova serie sono così delusa.... l'ho trovata davvero noiosa, ed il finale non all'altezza dell'attesa di tre volumi. Personaggi bellissimi, empatici ed ironici come da stile Grier.. concordo con voi su Henry che non sa di niente. E scusate ma il personaggio di Matt, che mi piaceva molto... a cosa è servito? Attendo con ansia una nuova avvincente storia.. ben scritta come questa ma... migliore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono totalmente d'accordo con te. Ma la Grier ha un punto debole con i suoi romanzi: non sa creare dei finali soddisfacenti. L'avevo capito già con la trilogia delle gemme, bellissima, ma con un finale orrendo. Speravo che con questa trilogia le cose sarebbero andate meglio, ma mi ha delusa ancora di più. Sopratutto non riesco a capire il motivo di tutto quanto, quando l'unico e vero MISTERO era quello di svelare come accipicchia fanno questi a sognare in quel modo! Ahahah

      Elimina
  4. Quest'ultimo volume non mi ha convinto, lo vedevo bene come volume centrale di sicuro non come cunclusione, ci sono ancora tante cose in sospeso, il finale è stato frettoloso.
    Però ho adorato tutte le parti riguardanti i sogni e i personaggi sono unici e divertenti!!

    RispondiElimina
  5. Miao! Io questo libro l'ho trovato esilarante! Mi sono trovata a ridere da sola... Hai da consigliarmi qualche altro autore simile al suo stile? Grazie Bea

    RispondiElimina
  6. Ciao! Abbiamo da poco pubblicato una recensione dedicata a Silver, in realtà ne abbiamo pubblicate due. Comunque ci farebbe davvero molto piacere se passassi a leggere le nostre recensioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non la trovo, di che giorno è?

      Elimina
    2. Sì scusami tanto!
      Questo è il link -> http://bookishbrains.blogspot.it/2016/01/silver-lultimo-segreto-kerstin-gier.html
      By the way, prima ero imbambolata e non ho scritto che adoro la tua recensione! :D

      Elimina
    3. @Bookish Brains: credo che qui si stia creando un equivoco ^^" questo blog è mio. Ti ringrazio ad ogni modo per i complimenti.

      @Beatrice Gatto: Grazie mille :3 Dello stesso genere posso sicuramente consigliarti la Trilogia delle Gemme sempre della Gier, ma per il resto ho letto pochi YA fantasy in cui la traccia ironica è così fortemente presente.

      Elimina
    4. Oddio che figura! Oltretutto non me ne sono assolutamente accorta! Mi spiace, che casino D:
      *se ne va imbarazzata*

      Elimina
    5. Ma no, nessun problema! D'altronde non conoscevi il blog, può capitare.

      Elimina
  7. Grazie a tutte due! Ho già letto la trilogia delle gemme e andrò senz'altro a curiosare anche l'altro blog!
    Miao a tutte due! Bea

    RispondiElimina