lunedì 11 febbraio 2013

Recensione di " La stella nera di New York" - Libba Bray

Per chi come me ama la serie tv "Supernatural" e i thriller in generale, questo libro è assolutamente imperdibile.
Letto in quattro giorni (più notti che giorni ad essere sincera), è un romanzo davvero mozzafiato, con tutti gli elementi necessari per essere un best seller.
Edito da Fazi nel 2012, conta 480 pagine. Il prezzo per la versione cartacea è di €17,50
Ma passiamo subito alla trama, senza ulteriori indugi!

Evie O’Neill, dopo aver suscitato l’ennesimo scandalo nella noiosa cittadina di provincia in cui è nata, viene spedita dai genitori a vivere nell'effervescente New York City – e la ragazza ne è entusiasta. New York è la città dei locali, del contrabbando, dello shopping e del cinema, e non passa molto che Evie stringe amicizia con irriverenti Ziegfeld girls e scapestrati ragazzi di strada. Evie però non fa conoscenza solo con le luci sfolgoranti dell’età del jazz, ma anche con gli oscuri anfratti del Museo americano del Folclore, della Superstizione e dell’Occulto, che suo zio Will Fitzgerald – presso cui abita – dirige con l’aiuto di Jericho, uno strano ragazzo sempre immerso nella lettura. E quando una serie di omicidi a sfondo esoterico e riconducibili a uno spirito che torna dal passato vengono a galla, Evie e suo zio sono chiamati a collaborare alle indagini, e sono proiettati al centro del sistema mediatico. I due si lanciano nelle ricerche, ed è allora che quel misterioso potere divinatorio che la ragazza sa di avere si rivelerà utile a catturare il killer, prima che sia troppo tardi. 




Mi sembra opportuno cominciare questa recensione premettendo che secondo me questo è un libro da cinque stelline piene.
Primo volume di una tetralogia ancora in fase di scrittura, si presenta come un ottimo inizio.
Evie è una flapper girl in piena regola, ama la moda -soprattutto i cappelli- ed è sempre alla ricerca di una mega festa a cui partecipare. È proprio durante uno di questi party che, un po' per colpa dell' alcool, un po' per la voglia di stare al centro dell'attenzione, rivela i suoi poteri: Evie è capace di leggere i segreti delle persone semplicemente toccando un oggetto che appartiene loro. Il problema è che si caccia in un guaio perché rivela che il rampollo di una delle famiglie più importanti della sua cittadine in Ohio ha messo incinta una cameriera e l'ha pagata per il suo silenzio.
Per non sollevare lo scandalo i gemitori di Evie decidono di mandarla a New York dallo zio Will, curatore del Museo del Brivido.

 New York è proprio la città che Evie sognava. Tutto quello a cui pensa è divertirsi il più possibile, insieme a Thetae Mabel, sua amica d'infanzia.
La NY degli anni venti che ci presenta la Bray è spettacolare. L'atmosfera è magica, e Manhattan è il posto dove tutto può succedere. Ho apprezzato tantissimo la ricostrizione della città, in cui sono combinati elementi della realtà ma anche di fantasia. In particolare il riferimento al teatro di Zigfield, veramente esistito e che sicuramente ricorderete perché se ne parla anche nel musical "Funny Girl" e il Bennington, il palazzo gotico i cui vive lo Zio Will, che invece non esiste. La cura per le descrizioni è molto precisa, quasi maniacale, ma mai eccessiva. Il lettore si ritrova catapultato tra le strade di una città che è nel fiore della rinascita.
Ma New York poco dopo l'arrivo di Evie si trasforma nel terribile scenario di una serie di delitti misteriosi. Evie, lo zio Will e Jericho, misterioso e taciturno assistente del curatore, iniziano un'indagine che li porterà alla scoperta di un antico culto e di John il Malvagio, un omicida non più umano.
L'autrice ha inventato e descritto in maniera magistrale non solo la religione e la setta dei Confratelli, ma anche un intreccio abbastanza complesso.
Evia infatti non è l'unica ragazza al centro della storia, accanto a lei scopriamo Sam, un ladruncolo di strada alla ricerca di sua madre, scomparsa anni prima per aderire ad un misterioso progetto, e Jericho, l'affascinante assistente dello zio Will, che nasconde un segreto sconvolgente.
Ma c'è anche Theta, la ballerina di Zigfield che ha alle spalle una storia drammatica, ed Henry, il suo più caro amico.
Spostandoci da Manhattan ad Harlem conosciamo anche Memphis Campbell, detto Memphis dei Miracoli per i suoi poteri da guaritore, ed Isaiah, il suo fratellino alle prese con le prime manifestazioni del suo dono.
Tutti questi personaggi hanno qualcosa di speciale, sono legati da un filo sottile che in qualche modo li porterà ad incontrarsi in qualche modo, perchè coinvolti nella rete degli omicidi, che si susseguono sempre più velocemente.
John il Malvagio sta preparando la sua ascesa, ed il prezzo da pagare è sempre più alto.
Nella notte in cui la Cometa di Salomone attraversa il cielo di New York il destino della città è nelle mani di Evie, e lei deve solo avere abbastanza coraggio da salvarla.
Tra lo steampunk, la fantascienza, il thriller e il soprannaturale, questo romanzo è estremamente coinvolgente, ed apre le porte ad un seguito che non potrà che essere spettacolare. Molto diverso dai paranormal young adult che spesso troviamo in libreria, questa è una storia che ha decisamente una marcia in più.

Evie poi è la protagonista ideale, ironica, divertente e con una gran bella faccia tosta, ma anche fragile e bisognosa di qualcuno che comprenda il suo dolore.
Sono davvero contenta di essermi imbattuta in questa saga, e aspetto con ansia il seguito :)


Anna.

6 commenti:

  1. Annie bellissima recensione! Io rimasi subito colpita dalla copertina di questo libro, ma quando lo vidi in libreria era da poco uscito l'ultimo di Michael Connelly, mia grande passione, quindi ovviamente vinse lui. Ma ho una voglia matta di leggerlo e la tua recensione mi invoglia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' uno dei libri più belli che ho letto nell'ultimo periodo :)
      Bella la trama, belli i personaggi...bello tutto insomma.
      Se ti può consolare, anch'io ho acquistato l'ultimo di Connelly prima di questo xD Dovevo fare un regalo a papà che adora i suoi libri anche se poi ovviamente li leggo anch'io :333

      Elimina
  2. Ah quanto vorrei leggerlo, è in WL da un sacco.
    Bella review :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh grazie :3
      Questo libro merita di essere letto!

      Elimina
  3. Questo non vedo l'ora di leggerlo *O* La curiosità mi sta divorando da quando è uscito, ma per il momento devo smaltire un pò di libri che ho comprato e che stanno sul comodino ad aspettare da un pezzo ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo confessarti che questo libro ha scavalcato la coda tra quelli che avevo da leggere ^^"
      Ha un non so che di irresistibile, ho letto le prime pagine e non potevo più mollarlo!

      Elimina