martedì 8 ottobre 2013

Top Ten Tuesday #12: Le mie "Bookish memories".

Cari visitatori della Tana, 
come ogni Martedì dedico il post ad una top ten, dalla splendida idea del blog The broke and the bookishcome sapete questa rubrica propone ogni settimana un tema diverso.
Questa settimana si parla dei migliori e peggiori finali di una serie, ma dato che come sapete ho tantissime serie in corso di lettura, la top ten sarebbe veramente povera. Ho appena realizzato di aver letto soltanto sette serie da cima a fondo, come testimonia la pagina in costante aggiornamento.

Motivo per cui, anche oggi, ho scelto un tema diverso tra quelli che il blog ideatore ha proposto in passato.
Oggi vi propongo la mia top ten delle Bookish Memories, ossia memorie legate a dei libri che ho letto.



1) Il giorno in cui ho comprato Harry Potter e la Pietra Filosofale. Avevo dieci anni, avevo visto il film da poco ed era quasi Natale. Dovevo andare a prendere mia zia in aeroporto insieme ai miei e ricordo di averne letto un bel pezzo seduta su una panchina, con il naso incollato alle pagine mentre aspettavo. 

2) Il giorno che mio padre mi regalò Harry Potter and the Deathly Hallows. Avevo promesso di resistere fino all'uscita italiana, ma alla fine ero troppo curiosa...così mio padre me lo regalò. Inutile dire che ho urlato e saltellato per tutta la casa per almeno mezz'ora tanto ero felice. E poi ricordo di averlo portato con me a scuola ogni giorno pur di finirlo in poco tempo, e tutti a chiedermi "Ma che, leggi in inglese?" come se fossi un'aliena.

3) Il primo libro che ricordo di aver comprato con i miei soldi è stato Le avventure di Sherlock Holmes, in una versione illustrata per ragazzi. E' stata una grande soddisfazione per me, e d'altronde avevo solo otto o nove anni. E' il libro che ho riletto più volte dopo la saga di Harry Potter.

4) Il giorno in cui ho scoperto i libri di Carlos Ruiz Zafòn. E' stata una mia compagna di classe a consigliarmi di comprare Il gioco dell'angelo e quel giorno stesso mi sono precipitata in libreria ad acquistarlo. Dovete sapere che non amo chiedere ai commessi delle librerie di cercare libri per me, amo andare alla ricerca da sola. Così come al solito quando mi hanno chiesto "Hai bisogno d'aiuto?" io ovviamente ho risposto di no. Il problema era che quel giorno ero senza i miei occhiali perchè si erano rotti, e non vedevo praticamente nulla se non mi avvicinavo. Alla fine sono tornata dal commesso e gli ho chiesto di prendermelo. Mi sono dovuta arrendere.

5) Il giorno in cui mio padre tornò a casa con una copia de Il Re di Girgenti autografata da Camilleri. Lo aveva incontrato sul treno per Roma. Ovviamente io e mia madre,  grandi fan anche noi, eravamo elettrizzate all'idea che lui lo avesse incontrato, e quando ho chiesto a mio padre "E lui che ti ha detto quando gli hai chiesto di firmarti il libro?" mi ha risposto che Camilleri - cito testuali parole - gli disse che lo faceva solo perchè altrimenti il treno non sarebbe partito (mio padre fa il macchinista e quel giorno era di servizio proprio su quel treno).


6) Nel periodo in cui doveva uscire Il prigioniero del Cielo di Zafòn ricordo di essere stata parecchio in ansia, e mi fermavo ogni giorno a sbirciare nel reparto novità per controllare se ci fosse, credendo che magari sarebbe potuto arrivare in anticipo. 


7) Quando ho comprato il primo volume della serie dei Misteri Mr. e Mrs. Darcy di Carrie Bebris, Orgoglio e Preveggenza mia sorella mia aveva chiesto di chiedere informazioni su una signing session di Alessandro Casillo (di cui è una grande fan) che la Mondadori organizzava. Non vi dico la reazione della commessa quando le ho spiegato cosa volevo sapere, tratteneva le risate a stento. Alla fine ho dovuto specificare che ovviamente non ero io ad essere interessata all'evento e lei mi ha risposto che effettivamente le sembravo un po' cresciutella per essere una fan di Casillo.


8) Il giorno in cui uscì Breaking Dawn (lo ammetto, ho letto l'intera saga di Twilight) avevo assemblea d'istituto a scuola, e una volta uscite ho accompagnato una mia amica a comprarlo in libreria, e abbiamo letto il primo capitolo insieme sedute su una panchina. 

9) Ho finito di leggere le ultime trecento pagine de I Pilastri della Terra la notte prima di un esame importantissimo. L'esame andò benissimo, fu il mio primo 28 sul libretto.


10) Quando avevo circa undici anni, mia nonna mi regalò La fattoria degli animali di Orwell. Non l'ho mai letto perchè poco tempo dopo mia sorella, che all'epoca aveva solo tre anni, distrusse le prime cinquanta pagine del libro tagliuzzandole in pezzettini minuscoli. Quando le ho chiesto perchè lo aveva fatto, mi ha risposto che facevano così ad Art Attack.



Adesso sono proprio curiosa invece di sapere qualcosa di voi. Se avete qualche ricordo bello o particolare legato un libro, raccontatemelo pure :3






16 commenti:

  1. :3 Aaaaw, bellissimi ricordi!!
    Quella di Camilleri mi ha fatto sbellicare!!
    Anche io ho trovato difficoltà con la top ten originaria ahahahah! :D
    Vediamo se la sera porta consiglio.. :DD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, merci :3
      Speriamo che la sera porti consiglio e possa stilare anche tu la tua top ten :3

      Elimina
  2. Risposte
    1. lo so, è la dimostrazione vivente che Art Attack in certi casi fa uno strano effetto sui bambini.

      Elimina
  3. Oh! Ma che dolcezza questi ricordi... *^*
    Certo, tua sorella e gli attacchi d'arte... ehm, ecco. Penso che solo la tenera età l'avrebbe salvata dalla mia furia e credo che non si sarebbe risparmiata la crisi isterica.
    Di' la verità quanto ti ci è voluto per fare una scelta? Io temo di avere troppi ricordi legati ai libri... o forse no? Ho il panico: non ricordo nulla.
    Temo che abbiano più ricordi sui miei libri i passanti che hanno rischiato di essere travolti da me e dalla lettura in corso. XD
    Ci penserò su comunque ;)
    Bellissima Top Ten! =*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La crisi isterica devo dire che non l'ho avuta, ma ero sconvolta. Mia sorella però ha sempre avuto un rapporto complicato con le forbici (tagliava i capelli alle Barbie e alle bambole, per esempio) quindi diciamo che ho dovuto accettare questo lato della sua personalità.

      Oddio, immagino un film-documentario con tutti i passanti che hai travolto che danno la loro testimonianza, del tipo "Era una giornata normale, finché Am, con il naso incollato alle pagine di un libro, non mi ha travolto!" xDDD
      Fammi sapere se ti viene in mente qualche ricordo!
      A presto :*

      Elimina
  4. Le sorelle e i libri possono essere una combinazione terribile: la mia colorò le immagini a un libro che avevo preso alla biblioteca della scuola. Avrei voluto morire -__-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora non solo io ho avuto un'esperienza terrificante con mia sorella xD
      Questa cosa un po' mi consola ^^

      Elimina
  5. Ma che bella top *__* un'idea bellissima quella di condividere i propri ricordi riguardo ai libri *A*
    Io ai tempi ero una fan di Twilight accanita e chiamavo in libreria alla Feltrinelli spesso e volentieri per rompergli le scatole XD ahahah del genere "è arrivato? è arrivato?" ora solo a pensarci mi sento stupida :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedo che in molte abbiamo avuto un periodo da twilighters...l'importante è che sia passato xD
      Grazie per aver condiviso con me il tuo ricordo :3

      Elimina
  6. Che bella questa top ten :-) molto tenera! È stato un piacere fare un tuffo nei tuoi ricordi, Annie ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh grazie :3
      Sono contenta di averti tenuto compagnia :3

      Elimina
  7. Awww :) Io ho un paio di ricordi carini soprattutto legati alle uscite di Harry Potter, per esempio ricordo che quando ho comprato il sesto ho iniziato a leggerlo in macchina mentre tornavamo a casa, mentre col settimo ho fatto la coda a mezzanotte per comprarlo in inglese e sono stata la prima della fila ad averlo tra le mani **

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che tenerezza :')
      Grazie per aver condiviso con me le tue bookish memories :3

      Elimina
  8. Ahahahahahahahahahahhahaahah quella di Art attack è fantastica XD per quanto sto ridendo mia sorella è venuta a chiedermi se mi sono impazzita!....
    I ricordi più belli sono legati quasi tutti alla serie di Twilight.. quando mamma mi riportò il primo impazzii di gioia sembrava arrivato Natale (nonostante io prima di quel libro non leggevo assolutamente nulla!!!)
    Poi mi ricordo, all'uscita del film di Twilight prima di andare al cinema sono andata in libreria e mi sono comprata Eclipse e Breaking Dawn, la mia borsa pesava un accidenti che sono arrivata al cinema con la spalla completamente dolorante ma ero felice come sono stata poche volte nella vita XD Penso che quello sia stato l'unico giorno in cui ho speso 40€ per soli 2 libri ed ero contenta di averli spesi O.O
    Una volta ho provato a leggere mentre camminavo e dopo aver rischiato di prendere in pieno un palo e di essere travolta da una macchina ho deciso che la lettura in movimento non era per me, stavo leggendo L'Ospite della Meyer ^_^
    Mi stava venendo da piangere quando la Mondadori da me ha chiuso, ma non per il fatto che ha chiuso, ma per il fatto che gli avevo prenotato il fumetto di twilight *_* naturalmente nell'altra libreria non c'era e io ho dovuto aspettare un anno per averlo quando mi è stato regalato dalla mia migliore amica!

    Più ci penso e più mi rendo conto che ne ho parecchi di ricordi legati ai libri, non me ne ero mai resa conto ahahahahahhaah XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una twilighter in piena regola!
      Devo dire che io ho dei ricordi legati solo al primo volume della serie e poi tra i libri della Meyer a L'ospite, che ricordo benissimo quando ho comprato e quando li ho iniziati a leggere.

      Grazie per aver condiviso i tuoi ricordi con me :3

      Elimina