sabato 4 aprile 2015

Recensione di "Il circo della notte" - Erin Morgenstern

Cari visitatori della Tana,
gli ultimi giorni sono stati abbastanza pieni di impegni per me, quindi ho dovuto rimandare la pubblicazione di questa recensione.
Oggi voglio parlarvi di u libro che desideravo leggere da parecchio tempo, Il circo della notte di Erin Morgenstern. Finalmente sono riuscita a leggerlo grazie alla Read Along organizzata da Anncleire di Please Another Book, che è stata una carinissima padrona di casa per accompagnarci nella lettura di questo romanzo.

Il circo della notte è uscito nel 2012 per Rizzoli ed il prezzo è di € 18,50. Le pagine sono 460. Al momento purtroppo il libro risulta esaurito su molti siti (Amazon compreso).


TRAMA
Appare così, senza preavviso. La notizia si diffonde in un lampo, e una folla impaziente già si assiepa davanti ai cancelli, sotto l'insegna in bianco e nero che dice: "Le Cirque des Rèves. Apre al crepuscolo, chiude all'aurora". È il circo dei sogni, il luogo dove realtà e illusione si fondono e l'umana fantasia dispiega l'infinito ventaglio delle sue possibilità. Un esercito di appassionati lo insegue dovunque per ammirare le sue straordinarie attrazioni: acrobati volanti, contorsioniste, l'albero dei desideri, il giardino di ghiaccio,.. Ma dietro le quinte di questo spettacolo senza precedenti, due misteriosi rivali ingaggiano la loro partita finale, una magica sfida tra due giovani allievi scelti e addestrati all'unico scopo di dimostrare una volta per tutte l'inferiorità dell'avversario. Contro ogni attesa e contro ogni regola, i due giovani si scoprono attratti l'uno dall'altra: l'amore di Marco e Celia è una corrente elettrica che minaccia di travolgere persino il destino, e di distruggere il delicato equilibrio di forze a cui il circo deve la sua stessa esistenza.


LA MIA OPINIONE
Quando ho terminato la lettura di questo romanzo mi sono chiesta seriamente perché ho aspettato così tanto per leggerlo. E' stata una lettura magnifica, una continua scoperta.

La storia raccontata in questo romanzo ha inizio nel 1873, quando Marco e Celia, ancora bambini, vengono vincolati ad un duello tra maghi. I due diventano pupilli di due incantatori, che per anni li istruiscono senza mai rivelare nulla sulla sfida, aspettando il momento buono perché essa cominci.
Il momento per l'inizio della sfida arriva con la nascita del Cirque des Rèves, un circo molto particolare che apre al tramonto e chiude all'alba, regalando meravigliosi sogni a chi visita i suoi tendoni. Sarà proprio il circo ad ospitare la sfida tra Celia e Marco.
Il destino però riesce ad intessere trame inaspettate e i due finiscono per innamorarsi. Se si sfidassero uno dei due dovrebbe morire, come è successo agli sfidanti prima di loro, ma per nessuno dei due questo è accettabile.
Allora devono scappare, dalla sfida e dal circo. Ma come fare ad abbandonare una creatura straordinaria come il circo, che vive soltanto finché loro sono legati ad esso?

Leggere questo romanzo è stata una meravigliosa avventura. Nonostante io ci abbia messo un po' per terminarlo (ultimamente ho fatto un po' di fatica a leggere, soprattutto la sera), ogni volta che lo riaprivo è stato come immergermi in un sogno, uno dei sogni regalati dal Cirque des Rèves.
Il romanzo è diviso in cinque parti ed in ciascuna di esse ci viene raccontata una fase diversa della sfida che Marco e Celia devono affrontare. Inoltre la storia si muove su più piani temporali e narrativi ed intrecciando la storia di più personaggi, oltre a quella di Celia e Marco.

L'ambientazione e le descrizioni sono sicuramente il punto forte di questo romanzo. Protagonista assoluto del libro è il circo, con tutti i suoi tendoni a strisce bianche e nere e le sue attrazioni, i suoi artisti e la sua magia. Pagina dopo pagina abbiamo la possibilità di esplorarlo e di stupirci di più ogni volta che entriamo in un nuovo tendone.
Bastano davvero poche pagine per capire che questo è un circo fuori dal comune. E' un luogo dove si entra e si comincia a sognare, ma è come se tutto potesse sparire da un momento all'altro. Tutto è bellissimo eppure sfuggente, come dimostra il fatto che il circo compaia e scompaia all'improvviso, senza lasciare traccia.

Per quanto riguarda i personaggi, certo, costituiscono una parte importante del romanzo, ma dato che l'autrice ha dato una tale importanza al circo, i personaggi non potevano che risentirne un po' sotto il profilo della caratterizzazione. 
La storia di Marco e Celia è davvero complessa. A loro insaputa i maestri che li avevano presi sotto la propria ala hanno gestito le loro vite soltanto ai fini della sfida, ma senza prevedere che i due potessero innamorarsi.
Anche la loro storia d'amore è complicata, ma non intensa quanto mi aspettassi. Loro, come il circo stesso, sembrano essere sfuggenti, personaggi ai quali è difficile legarsi davvero pur essendo ben descritti.

Ma oltre a loro ed ai loro maestri troviamo anche dei personaggi più giovani, i gemelli Poppet e Widget dai capelli rosso fiamma e con dei talenti straordinari, che lavorano al circo sin da piccolissimi e ne conoscono ogni angolo. La loro vicenda di intreccia con quella di Bailey, un ragazzo americano che sin da piccolo si è innamorato del circo e delle sue attrazioni. Questa trama, che si intreccia alla principale, invece sono riuscita a percepirla come più reale, meno sfuggente.

Il circo della notte è un romanzo pieno di magia, in cui non mancano le sorprese. Un piacevole viaggio in un mondo fatto di sogni, dal quale è un po' difficile separarsi a fine lettura.
Consigliato, soprattutto se state cercando un buon romanzo fantasy che sia auto conclusivo.



Il mio voto per questo romanzo è quattro riccetti e mezzo!


18 commenti:

  1. Bellissima recensione.. Mi sembra davvero interessante. Non vedo l'ora di leggerlo! Non conoscevo questo romanzo e purtroppo non ero a conoscenza della Read Along. :( Va be', vorrà dire che dovrò rimediare al più presto. In ogni caso, non ho mai letto un libro incentrato sul circo e quindi colgo l'occasione per aggiungerlo ai miei scaffali. ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :)
      Il libro si è rivelato ancora più bello ed interessante di quanto mi aspettassi. Spero che Rizzoli decida di farne una versione BUR al più presto perché lo voglio assolutamente anche in cartaceo *w*

      Elimina
  2. Bella recensione! :)
    Mi ispira tantissimo...però purtroppo non riesco a trovarlo da nessuna parte!Probabilmente è in ristampa :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spero davvero che sia in ristampa perché ho bisogno del cartaceo di questo romanzo *w*
      Già in digitale sprizza magia da ogni pagina, averlo in cartaceo sarebbe il massimo!

      Elimina
  3. Bellissima recensione Annie!
    Cerco questo libro da un bel po' ormai e, come hai già scritto, purtroppo è esaurito :c per questo non sono riuscita a partecipare al gruppo di lettura :c

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Awww, grazie :D
      il fatto che non si riesca a trovare in cartaceo è un bel guaio, spero lo ristampino presto!

      Elimina
  4. Bella recensione, anche io ho questo libro in wish list, ma non si trova più!

    RispondiElimina
  5. Bellissima recensione! Mi hai fatto venir voglia di leggere questo romanzo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio!
      Sono felice di averti incuriosita!

      Elimina
  6. Ciao! Ho scoperto il tuo blog ora, mi sembra molto carino. Mi sono iscritta e ho messo il tuo banner nel mio blog. Se ti va ricambia!

    RispondiElimina
  7. Complimenti per la recensione :) Sono contenta che ti sia piaciuto questo libro, anche se, ammetto, che a me aveva detto davvero poco :( E' anche vero che avevo iniziato a leggerlo con delle aspettative alle stelle e, puntualmente, sono state disilluse brutalmente. Non saprei puntare il dito su qualcosa di preciso... e ammetto che è un libro pieno di pregi. L'autrice ha una fantasia vivissima e l'ambientazione che crea è bellissima, eppure non è riuscita a soddisfarmi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, grazie :3
      Io avevo sentito parlare bene ovunque di questo romanzo e proprio per questo la mia mente ormai fa un processo automatico di abbassamento delle aspettative xD Più sento parlare di un libro più diffido dai pareri iper-positivi. Per me è stata una bellissima scoperta e mi sono divertita un sacco a leggerlo :3

      Elimina
  8. Sono veramente contenta che il libro ti sia piaciuto e che ti sia divertita nel Read Along XD A me è piaciuto immensamente, peccato che la Morgenstern non abbia scritto nient'altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie mille a te, Ann :3
      Sicuramente parteciperò alle tue altre read-along, perché mi sono trovata benissimo!
      E' davvero un peccato che questa autrice non abbia scritto altro...non ti nego che un'altra storia sul Cirque des Rèves mi piacerebbe!

      Elimina
  9. Davvero una bellissima recensione Annie e visto che ho questo romanzo nella libreria mi sto proprio chiedendo perché continuo ad aspettare e non mi immergo nella lettura? ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille cara :3
      Per me vale davvero la pena di leggere questo libro, ha una magia tutta sua che riesce a catturare il lettore in un modo unico :3

      Elimina
  10. Anch'io ci ho messo davvero molto a terminare questo romanzo: molto più di quanto mi aspettassi, dato che mi ha catturata. Tra i molti aspetti che mi hanno colpito, vi è la struttura del romanzo: complessa, articolata tanto da moltiplicare le letture possibili. Niente male (e davvero sorprendente) per un esordio.
    In effetti, tendendo a ricercare un protagonista umano a cui far riferimento, diventa evidente che i personaggi sono meno caratterizzati, labili e secondari all'ambientazione che, invece, risplende della magia che descrive la Morgenstern.

    RispondiElimina