giovedì 25 febbraio 2016

Recensione di "La moglie del Califfo" (The Wrath and the Dawn #1) - Renée Ahdieh

Cari visitatori della Tana,
oggi credo proprio sia il giorno ideale per una nuova recensione. In queste settimane mi trascino lentamente tra le mie letture causa esami universitari e sono riuscita ad accantonare ben poche pagine. 
La mia ultima lettura però è un romanzo che volevo leggere da tanto tempo. Sto parlando di La moglie del Califfo di Renée Ahdieh.

La versione italiana di The Wrath and the Dawn, primo volume di una serie, è uscito in Italia lo scorso 4 Febbraio per Newton Compton. Il romanzo conta 369 pagine ed il prezzo è di € 2,99 per l'ebook, mentre il cartaceo costa € 10.

TRAMA
Al calar del sole sul regno di Khalid, spietato califfo diciottenne del Khorasan, la morte fa visita a una famiglia della zona. Ogni notte, infatti, il giovane tiranno si unisce in matrimonio con una ragazza del luogo e poi la fa uccidere dopo aver consumato le nozze, prima che arrivi il nuovo giorno. Ecco perché tutti restano sorpresi quando la sedicenne Shahrzad si offre volontaria per andare in sposa a Khalid. In realtà, ha un astuto piano per spezzare quest'angosciosa catena di terrore, restando in vita e vendicando la morte della sua migliore amica e di tante altre fanciulle sacrificate ai capricci del califfo. La sua intelligenza e forza di volontà la porteranno a superare la notte, ma pian piano anche lei cadrà in trappola finirà per innamorarsi proprio di Khalid, che in realtà è molto diverso da come appare ai suoi sudditi. E Shahrzad scoprirà anche che la tragica sorte delle ragazze non è stata voluta dal principe. Per lei ora è fondamentale svelare la vera ragione del loro assurdo sacrificio per interrompere una volta per tutte questo ciclo che sembra inarrestabile.

LA MIA OPINIONE

Attendevo da un po' di tempo di leggere questo romanzo che sin da quando lo avevo adocchiato in lingua originale mi aveva incuriosita parecchio, soprattutto per via dell'ambientazione e ovviamente perché si tratta di un retelling de Le mille e una notte.

Shahrzad ha appena sedici anni e ha deciso di abbracciare un destino molto, molto più grande di lei.
Shiva, la sua migliore amica, come molte altre giovani prima di lei, ha sposato Khalid, il crudele Califfo del Khorasan che dopo averle sposate alla sera, le uccide all'alba. Shazi è profondamente determinata a vendicare l'amica e per questo si offre volontaria per il matrimonio con il Califfo, pronta a spezzare finalmente questa catena di omicidi.
Shahrzad, grazie alla sua intelligenza, riesce a sopravvivere alla prima notte di nozze, ed il suo piano per sopravvivere il più possibile dentro il palazzo reale e uccidere il Califfo è veramente ingegnoso. Almeno finché non scopre che Khalid non è affatto crudele come si aspettava e anzi, è una persona completamente diversa da quella che dipingono. E soprattutto, finché non si innamora di lui. 
Ma come amare l'uomo che ha ucciso così tante ragazze, compresa Shiva? Cosa si nasconde dietro tutti questi sacrifici?

Come avrete capito ormai, se mi seguite da qualche tempo, i retelling mi affascinano parecchio. La moglie del Califfo sin da subito ha attirato la mia attenzione, perché, anche se si tratta di un retelling, riguarda il mondo de Le mille e una notte. Ho letto soltanto alcune storie di questa raccolta e qualche anno fa, ma le atmosfere e le ambientazioni mi hanno sempre attirata.
L'autrice ha scelto di mantenere la struttura del racconto nel racconto, come accade nella raccolta originale. Per quanto riguarda la trama principale e le storie raccontate da Shahrzad queste si intrecciano in una composizione di elementi nuovi e già conosciuti, il tutto tessuto perfettamente in una storia che risulta unica nel suo genere.
L'autrice ha anche scelto di mantenere l'ambientazione mediorientale, che personalmente ho amato moltissimo. Le descrizioni sono molto minuziose ma mai pesanti. In ogni scena che viene descritta, sembra di ritrovarsi nel lussuoso palazzo del Califfo, tra stanze e corridoi riccamente decorati e tavolate imbandite con cibi deliziosi. 
I personaggi sono sicuramente ben studiati, anche per quanto riguarda quelli secondari, che presentano delle caratteristiche distintive molto ben marcate, il che li rende sicuramente apprezzabili.
Shahrzad è una protagonista che ho apprezzato molto, un'eroina che lascia sicuramente un ricordo molto intenso dopo la lettura. E' una ragazza molto giovane ma non le mancano intelligenza, furbizia, coraggio e decisione. 
Khalid, dall'altra parte, è un personaggio tutto da scoprire. Misterioso come pochi personaggi che ho incontrato fino ad ora, è sicuramente uno dei motori che muove il lettore ad andare avanti nella lettura per scoprire di più sia su di lui che suo motivo per cui ha ucciso tutte le ragazze che ha sposato prima di Shahrzad.
Tra i personaggi secondari sicuramente devo citare Despina, l'ancella di Shahrzad a cui certo non manca il sarcasmo e che non ha paura di dire ciò che pensa, e Jalal, il cugino di Khalid, che è quanto più vicino ad un confidente che il Califfo possa avere. 

La storia d'amore che nasce tra Shazi ed il Califfo è una storia che nasce dall'odio più profondo, che sicuramente è un sentimento forte quanto l'amore. Davanti a loro ci sono parecchi ostacoli da superare, sensi di colpa da addormentare ed errori da perdonare. Una storia intensa e sofferta. 
La moglie del Califfo è una storia intensa, coinvolgente ed ammaliante. Pagina dopo pagina la storia ed i racconti di Shahrzad si fanno più interessanti, anche i lettori, come Khalid, ne restano affascinati.
Una lettura molto interessante, che lascia con una grande curiosità per il prossimo volume!


Il mio voto per questo romanzo è di quattro riccetti!

27 commenti:

  1. L'ho preso così d'istinto senza leggere la trama visto il prezzo allettante e non vedo l'ora di leggerlo *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti assicuro che ne vale la pena, è un romanzo che mi ha stupita in modo molto positivo :3

      Elimina
  2. Aspettavo una tua recensione su questa scottante novità *.* sono felice di vedere che è positiva vistoche ero intenzionata adacquistarlo, ora ne sono certamente più convinta, sai che mi fido di te, Annie u.u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sai quanto piacere mi facciano le tue parole. Se con una recensione posso aiutare chi legge a scoprire nuovi romanzi interessanti, beh, la cosa mi rende immensamente felice :3

      Elimina
  3. Aspetta di essere letto, ma so già che mi piacerà! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere quando lo avrai letto, allora :D

      Elimina
  4. Ho cominciato a leggere retellings da poco ma già li adoro! Non mi sarei mai aspettata che mi potessero piacere così tanto! Questo de Le mille e una notte mi ispira molto e sto aspettando il momento giusto per prenderlo! *_* Se tradurranno anche i seguiti magari lo prendo in italiano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io i retelling li leggo a piccole dosi, ma quelli che ho scelto fino ad ora mi sono piaciuti molto. Il secondo (e credo ultimo) volume della serie spero anch'io arrivi presto in Italia, sono molto curiosa di leggerlo :3

      Elimina
  5. Anche io voglio leggerlo presto e ne sono molto affascinata *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' davvero un bel romanzo, te lo consiglio :D

      Elimina
  6. L'unico retelling che ho letto fin'ora credo sia stato Alice in zombieland, perchè tutti gli altri non mi hanno convinto fino adesso. Per cui la maggior parte gli ho iniziati e poi abbandonati. Questo però mi ispira tantissimo, devo solo decidere il giorno in cui andrò in libreria per acchiapparlo! E anche il fatto che sia un retelling su una storia "nuova" rispetto alle altre, gli da di sicuro una marcia in più *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, il fatto di aver scelto una produzione interessante come Le mille e una notte da a questo romanzo una particolarità in più e secondo me lo rende ancora più affascinante. Fammi sapere quando lo avrai letto :3

      Elimina
  7. Mi sa che sono l'unica a cui questo libro non attira particolarmente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero?
      Io l'ho trovato molto interessante e sicuramente ha superato le mie aspettative.

      Elimina
  8. Ti ho già raccontato, vero, che ogni tanto mi impongo di ignorare certe pubblicazioni, soprattutto se ho la percezione che se ne parli parecchio? Ecco, questo è ciò che ho fatto con La moglie del califfo prima che pubblicassi la tua recensione. E ora, per colpa tua, non potrò più far finta che non esista! Mi intriga assai! *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, lo so benissimo cara, perché da questo punto di vista la pensiamo proprio allo stesso modo.
      La verità è che questo romanzo, per quanto ultra pubblicizzato e molto atteso, visto che se n'è parlato un po' ovunque, alla fine ha superato le mie aspettative e mi è piaciuto molto.
      Sono felice di averti incuriosita (muahahahahaaha, sai che mi sento immensamente soddisfatta in questi casi :3) :D

      Elimina
  9. Che bella recensione! Ne avevo letta un'altra, anch'essa positiva, ma non avevo capito che il libro faceva parte di una serie. Speravo che la storia fosse autoconcludente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I volumi della storia sono due, al momento.

      Elimina
  10. Spero di riuscire a prenderlo quanto prima e soprattutto che mi sappia conquistare come è accaduto a te e a tanti altri che l'hnano letto *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sicura che piacerà anche a te, è un romanzo molto affascinante *^*

      Elimina
  11. Bellissima recensione! Noi l'abbiamo nella nostra TBR da quando è uscito in America, ma temevamo che potesse sfociare nel classico Young Adult senza nulla di originale...
    Ma viste tutte le recensioni positive uscite in Italia (e grazie al fatto che la Newton Compton ha tenuto la copertina originale stupenda) non vediamo l'ora di comprarlo anche noi! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invee posso garantirvi che nonostante le classiche dinamiche da romance YA, che si trovano inevitabilmente in questo genere di letture, il romanzo risulta molto particolare, riesce ad affascinare per la ricchezza di elementi come la caratterizzazione dei personaggi e ovviamente l'ambientazione.

      Elimina
  12. Sono felice che ti dia piaciuto! Io sto attendendo con ansia il seguito *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici! Dopo averlo finito avere il seguito anche in italiano è indispensabile!

      Elimina
  13. Che bello! Sono contenta ti sia piaciuto! L'ambientazione è davvero suggestiva, l'ho trovata una delle parti migliori dell'opera. Anche i personaggi sono ben delineati e non riesco neanche a scegliere il mio preferito da tanto che li ho apprezzati tutti XD Non vedo l'ora di leggere finalmente la prima novella che uscirà martedì, quella dal PoV di Khalid. Non sto più nella pelle :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ambientazione è semplicemente meravigliosa e le descrizioni calzano a pennello.
      Anche per me scegliere il personaggio preferito è difficile. Tra i principali e i secondari hanno tutti un ruolo ben definito e caratteristiche uniche, li ho apprezzati proprio per questo.
      Non sapevo uscisse una novella, devo correre a leggerla!

      Elimina
  14. Ciao, ma che bella recensione!
    Io ho da poco finito di leggere questo libro e devo dire che non sapevo assolutamente che voto dargli (trovi la mia recensione qui ), perché ci sono molti aspetti positivi, come il world-building, Khalid, Despina e Jalal che ADORAVO LETTERALMENTE, la vita di corte e altri piccoli dettagli che erano assolutamente meravigliosi, contrastati da elementi diversi, come la magia buttata a caso, personaggi importanti non caratterizzati, quasi istant-love e Shahrzad soprattutto che invece non ho proprio retto.
    Un libro controverso, ecco, ahah.
    Un abbraccio,
    Rainy

    RispondiElimina