mercoledì 15 febbraio 2017

Top Five Wednesday #4: Book trends di cui sono stanca

Cari visitatori della Tana, 
eccoci ad una nuova Top Five, che oggi avrà come tema i book trends di cui sono stanca, ossia cinque cose "di tendenza" nei romanzi che mi infastidiscono.

1. Gli insta-love
Si vedono e nel giro di una serata sono già innamorati persi l'uno dell'altra. Nessuno sviluppo, nessun approfondimento, ma nel giro di dieci pagine già si dicono che si amano.
Non che io sia contro le storie d'amore, ma gli amori istantanei mi sembrano il metodo migliore per buttare alle ortiche un romanzo - o uno degli aspetti di un romanzo.
Romance sì, ma usato con criterio!

2. I triangoli amorosi
Non tutti i triangoli vengono per nuocere, questo è vero, ma in alcuni romanzi se ne abusa davvero e le storie finiscono per perdere fascino, ad un certo punto. Meglio una coppia, ma studiata bene!

3. Adolescenti in fin di vita
Dopo il grande successo di Colpa delle stelle di John Green, il mercato è stato letteralmente invaso da romanzi che trattano il tema delle malattie terminali, spesso con contorno di romance. Ecco, non che queste realtà non esistano , ma quando si ritrovano in ogni YA che esce in libreria anche no.

4. Le cover o i formati cambiati in corsa
Se c'è un'abitudine terribile che hanno gli editori, è quella di cambiare le cover o i formati dei romanzi mentre una serie è in corso di pubblicazione. Uno degli esempi  più recenti è quello dei romanzi della serie de Il cimitero dei libri dimenticati di Zafòn, i cui cartonati hanno altezze diverse, o ancora la serie de Il trono di ghiaccio di Sarah J. Maas che ha subito un cambio di cover a partire dal terzo romanzo nell'edizione italiana.

5. Le fascette promozionali
Le fascette promozionali sono IL MALE. Qualsiasi cosa ci sia scritta è banale e soprattutto non sopporto quando ci sono scritte cose del tipo "Se hai amato il romanzo X, adorerai anche questo", oppure "Per tutti i lettori del romanzo X". No, non ci siamo!


E per oggi è tutto, cari lettori.
Quali sono invece i book trends che a voi non piacciono? Fatemelo sapere in un commento!

Alla prossima.

15 commenti:

  1. Ciao! Ho organizzato un Giveaway sul blog!
    http://ilrumore-dellepagine.blogspot.it/2017/02/its-giveaway-time.html
    Se ti va passa! <3

    RispondiElimina
  2. E' esattamente per questi motivi che non leggo romanzi rosa :S

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me invece ogni tanto piace leggerne qualcuno, ma scelgo sempre con molta attenzione.

      Elimina
  3. Sono d'accordo su tutti quanti i punti che hai citato, in particolare modo per l'istant-love e i triangoli amorosi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo siano proprio i due aspetti più odiati ^^

      Elimina
  4. Mi trovi d'accordo praticamente con tutti i punti!
    Odio gli insta-love, i triangoli amorosi, se fatti bene non li disdegno, ma ormai ci sono IN TUTTI i libri, e no eh!
    Il tema delle malattie, come hai detto tu, ormai si trova troppo spesso, e il problema è che non sempre viene trattato come dovrebbe, se i deve parlare di argomenti così delicati e spinosi bisogna farlo in una certa maniera.
    E le fascette...praticamente ogni libro è il libro dell'anno, o il caso editoriale dell'anno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche secondo me i triangoli amorosi, se sono studiati con criterio, rendono bene una storia, ma quando li ritrovo sistematicamente in tutti i romanzi mi annoiano terribilmente.
      Sul tema delle malattie siamo d'accordissimo. E' un tema delicato che deve essere trattato con la dovuta attenzione, altrimenti i lettori rischiano di travisare tutto.
      Le fascette da me trovano molto facilmente la via della spazzatura ancora prima che i libri siano riposti in libreria!

      Elimina
  5. Le fascette in casa mia finiscono in un bel falò.
    E se è estate? Si aspetta pazientemente l'inverno per accendere il camino. E poi ciao ciao.

    RispondiElimina
  6. Oh Annie non posso essere più d'accordo con te! Se i primi tre punti venissero davvero aboliti dai romance finalmente si tornerebbe a leggere qualche bel libro originale e appassionante invece dei classici romanzi fotocopia che lasciano il tempo che trovano.
    Ciò che mi fa rabbrividire è però il punto 4, perchè io sono patita, anzi direi proprio ossessionata, dalle edizioni, ho sempre fatto dei numeri assurdi per avere le stesse edizioni, e ahimè non parlo solo dei volumi delle saghe, infatti, se voglio collezionare i libri di un autore in particolare, mi piace averli tutti di una stessa collana, quindi puoi immaginarti il mio stato d'animo quando sono i volumi di una stessa saga a cambiare! Divento matta! Non ho ancora mandato giù i primi Harry Potter senza scritta in rilievo, figurati se posso sopportare un cambio di altezze dei volumi! Blasfemia pura! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il cambiamento di cover e formati in corsa allora non mette angoscia soltanto a me!
      Anche a me piace avere angoli della libreria con tutte le saghe nello stesso formato e lo stesso vale per i romanzi dello stesso autore. Mi piace, mi da proprio un senso di armonia, anche se per il resto delle cose sono una disordinata di prima categoria xD

      Elimina
  7. Mi trovo d'accordo, soprattutto per quanto riguarda gli insta-love, la cosa che più detesto nei libri. Credo che nemmeno una storia costruita ad arte potrebbe farmeli apprezzare XD
    I triangoli amorosi invece non mi dispiacciono. A meno che il protagonista non sia continuamente indeciso e passa da un ragazzo\a all'altro\a c.c ecco, in tal caso odio profondo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con te. L'insta-love, anche se piazzato in mezzo ad una bella storia, mi fa sempre storcere il naso.
      Il trinagolo amoroso per piacermi deve essere ben studiato perché io possa apprezzarlo. Ad esempio, adoro il triangolo Jem-Tessa-Will di TID della Clare. Mi fanno soffrire in modo atroce, ma secondo me è strutturato molto bene!

      Elimina
  8. Concordo con te si tutti i punti elencati, a parte i triangoli che tutto sommato non mi dispiacciono se son strutturati bene e il/la protagonista non passa da una parte all'altra in continuazione come una pallina da tennis. Io aggiungerei un'altra cosa che ora va tanto di moda: le cover con la gradazione di colore che cambia, tipo quelle di "After" per intenderci, invece sono riuscita un po' a tollerare quelle della Newton con donne le cui facce sono tutte inespressive/inebetite e con le labbra socchiuse.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece, per quanto riguarda le cover, amo le gradazioni di colore ma odio le facce inespressive delle ragazze. Questione di gusti, suppongo xD

      Elimina