domenica 31 marzo 2013

Buona Pasqua!

Cari visitatori della tana,
oggi un post veloce solo per augurarvi buona Pasqua!

Spero possiate passare la più cioccolatosa delle giornate :)


La rubrica Clock Rewinders sarà pubblicata domani, ma intanto vi ricordo che fino al 13 Aprile potete partecipare al primo Giveaway del blog!


Ancora buona pasqua a tutti voi :)

sabato 30 marzo 2013

Recensione di "Red" - Kerstin Gier

Viaggiare nel tempo è una di quelle cose che vorrei tanto riuscire a fare, per questo quando ho letto la trama di Red ho pensato immediatamente che non potevo perderlo per nulla al mondo!
Il primo volume della Trilogia delle Gemme di Kerstin Gier è uscito nel 2011 per Corbaccio.
Il volume conta 329 pagine e il prezzo è di €16,60 per la versione rilegata con sovracopertina, di € 11,00 per la versione in brossura e infine di € 7,99 per l'ebook.


TRAMA:Per l'amica Leslie, Gwendolyn è una ragazza fortunata: quanti possono dire di abitare in un palazzo antico nel cuore di Londra, pieno di saloni, quadri e passaggi segreti? E quanti, fra gli studenti della Saint Lennox High School, possono vantare una famiglia altrettanto speciale, che da una generazione all'altra si tramanda poteri misteriosi? Eppure Gwen non ne è affatto convinta. Da quando, a causa della morte del padre, si è trasferita con la mamma e i fratelli in quella casa, la sua vita le sembra sensibilmente peggiorata. La nonna, Lady Arisa, comanda tutti a bacchetta con piglio da nobildonna e con l'aiuto dell'inquietante maggiordomo Mr Bernhard, e zia Glenda considera lei, Gwen, una ragazzina superficiale e certamente non all'altezza del nome dei Montrose. E poi c'è Charlotte, sua cugina: capelli rossi, aggraziata, bravissima a scuola e con un sorriso da Monna Lisa. È lei la prescelta, colei che dalla nascita è stata addestrata per il grande giorno in cui compirà il primo salto nel passato. Charlotte si dà un sacco di arie, ma Gwen proprio non la invidia: sa bene che si tratta di una missione pericolosissima non solo per la sua famiglia ma per l'umanità intera, e da cui potrebbe non esserci ritorno. E non importa se Charlotte non viaggerà sola ma sarà accompagnata da un altro prescelto, Gideon de Villiers, occhi verdi e sorriso sprezzante... Gwen non vorrebbe davvero trovarsi al suo posto. Per nulla al mondo...

LA MIA OPINIONE:
Questo primo volume della Trilogia delle Gemme è stata per me una scoperta assolutamente una bella scoperta. Avevo letto diverse recensioni e critiche positive, ma come sapete la mia lista di libri da leggere è sempre infinita, quindi ha dovuto attendere un po'.
Il libro mi ha immediatamente catturata e l'ho terminato in un paio di notti (ormai s'è capito che io di giorno non leggo salvo casi eccezionali, vero?).
La storia che l'autrice ci racconta è ambientata nella Londra dei nostri tempo, dove Gwen vive come una normalissima sedicenne, tra scuola, compiti e una famiglia un po' particolare.
La cugina e coetanea Charlotte, infatti, ha ereditato il gene che le permette di viaggiare nel tempo, e il suo primo salto dovrebbe avvenire da un momento all'altro. Proprio per questo motivo, Charlotte sin da piccola è stata preparata alla possibilità di ritrovarsi in una qualsiasi epoca diversa, prendendo lezioni di storia, musica, scherma e lingue straniere.
Quello che la pittoresca famiglia di Gwen non sa, però, è che in realtà la gene-portatrice non è Charlotte, bensì Gwen stessa, che in un normalissimo pomeriggio, mentre sta andando a fare la spesa, si ritrova in un'altra epoca.
Da quel momento ha inizio l'avventura della nostra protagonista, che è assolutamente impreparata ad affrontare i viaggi nel tempo. Oltre a ciò, viene introdotta nella misteriosa società dei Guardiani, composta da diverse persone che si tramandano la tradizione dei viaggi temporali (anche se non tutti sono capaci di viaggiare nel tempo) e nella quale Gwen dovrà muoversi con cautela, perché non è di tutti che potrà fidarsi.
Ciliegina sulla torta, le viene affidata una missione, che dovrà compiere insieme all'affascinante Gideon de Villiers, un ragazzo che certo non le renderà la vita facile...
Red è un libro ironico, fresco e scorrevole, in cui sono perfettamente mischiati gli elementi della quotidianità di una normale sedicenne con la straordinarietà dei viaggi nel tempo.
C'è la giusta dose di mistero, e trovo che sia un ottimo primo step per una trilogia.
In questo primo volume vengono costruiti e svelati diversi misteri, ma molti sono quelli ancora da chiarire, tanto che non appena girata l'ultima pagina, sono corsa a leggere il primo capitolo del secondo volume della trilogia, Blue.

Gwen è un'eroina un po' goffa, ed è difficile non simpatizzare immediatamente con lei, ma anche con Leslie, la sua migliore amica, che è un po' la Penelope Garcia della situazione (chi conosce Criminal Minds capirà!) e che aiuta e supporta la protagonista in questa avventura.
Particolarmente pittoresche sono le scene che si svolgono nel passato, che è divertente osservare e scoprire attraverso gli occhi di Gwen, perchè credo proprio che avrei reagito alla sua stessa maniera trovandomi in un'altra epoca.

Questa trilogia è idealmente indirizzata a un pubblico giovane (13-18 anni), ma vi posso assicurare che io sono rimasta assolutamente coinvolta dalle vicende che sono raccontate nel libro, anche se di anni ne ho decisamente di più.
In conclusione, è un libro che vi consiglio di leggere!







GIVEAWAY

Vi ricordo, per chi fosse interessato, che ho messo in palio una copia proprio di Red nel primo giveaway del blog, che ho organizzato per festeggiare i +50 followers!
Cliccando sul banner qui sotto verrete reindirizzati al post per la partecipazione :)
Avete tempo fino al 13 Aprile!




venerdì 29 marzo 2013

+50 Followers: Festeggiamo con un giveaway

Cari visitatori della tana,
come promesso un paio di post fa, avrei festeggiato i +50 followers con una sorpresa.
La sorpresa che ho preparato per voi è un giveaway nel quale ho deciso di mettere in palio ben 2 premi!
Protagonisti di questo giveaway saranno ovviamente dei libri!




I PREMI


Red di Kerstin Gier in versione cartacea


Il ciclo di Gemma Doyle di Libba Bray in versione ebook


REGOLAMENTO


Per partecipare al giveaway dovete:

- Essere lettori fissi del blog pubblicamente;

- Lasciare un commento di senso compiuto a questo post in cui mi parlate del vostro personaggio preferito (o di uno dei vostri personaggi preferiti) in un libro che avete letto;

- Fare un po' di pubblicità al giveavay, condividendo l'iniziativa sul vostro blog (se ne avete uno, inserendo il banner di cui vi lascerò il codice) e/o sui social network (facebook, twitter, google+), non dimenticando di lasciare nel vostro commento i link delle varie condivisioni;

- Sempre nel vostro commento, non dimenticate di lasciarmi un indirizzo e-mail al quale potervi contattare in caso di selezione;

La selezione avverrà in maniera puramente casuale e sarà effettuata tramite il sito Random.org
Tengo a precisare che i commenti che non avranno i requisiti sopra indicati saranno esclusi dal concorso!

Per partecipare avete tempo fino alla mezzanotte del 13 Aprile.
I commenti lasciati oltre questa data saranno esclusi dal concorso.

Al termine del giveaway pubblicherò un post sul blog con relativi stamp della selezione e contatterò i due vincitori via e-mail.
Se i vincitori non dovessero rispondere alla e-mail entro TRE GIORNI, provvederò ad un'ulteriore estrazione.


Per qualsiasi problema o dubbio, potete contattarmi al mio indirizzo e-mail:
annamaria.raneli@gmail.com




Ecco il banner del concorso:






Non mi resta che sperare che partecipiate in tanti :D
In bocca al lupo!

martedì 26 marzo 2013

I consigli di Anna #4: "L'Ospite" di Stephenie Meyer

Nuovo appuntamento con la mia rubrica di consigli di lettura :)
Oggi vi parlo di L'Ospite, libro scritto da Stephenie Meyer.
Il romanzo è uscito per Rizzoli nel 2009 e ne uscirà l'adattamento cinematografico il 28 Marzo.


TRAMA:
"Guardai Jared negli occhi e provai la più strana delle sensazioni. Lo desideravo con la stessa intensità disperata che avevo sentito vedendolo la prima volta. Il nostro corpo non apparteneva né a me né a Melanie: apparteneva a lui." 
Due anime e un solo corpo: è così che Melanie e Wanda si conoscono. Una è l'ospite terrestre, l'altra è lo spirito alieno, entrambe sono pedine in una furiosa guerra per il possesso del pianeta. Dovrebbero odiarsi, ostacolarsi, tentare di distruggersi a vicenda, ma avviene qualcosa che le fredde intelligenze degli extraterrestri non hanno previsto: l'appassionata Mel e la tenace Wanda dividono pensieri, emozioni e sentimenti, fino a che l'amore travolge anche l'anima impassibile dell'aliena. Contro ogni regola, contro ogni istinto, contro tutti, Wanda accetta di aiutare la sua ospite e si mette in viaggio, decisa a ritrovare il ragazzo che ha acceso in entrambe un amore tanto intenso e sconvolgente da abbattere qualunque ostacolo.

Il motivo per cui vi consiglio questo romanzo è innanzitutto la trama: la storia personalmente mi ha coinvolta molto di più dell'intera saga di Twilight e la cosa mi ha notevolmente sorpresa.
L'idea di questo futuro lontano ma non troppo, in cui le anime si impossessano dei corpi umani e in cui tutti i conflitti che vediamo oggi sono stati risolti grazie ad un'invasione aliena l'ho trovata molto originale.
Anche i personaggi secondo me sono delineati molto meglio che nella saga di Twilight: Melanie e Wanda sono decisamente meno anonime di Bella Swan, e poi è interessante scoprire le due personalità man mano che il romanzo prosegue.
Ho trovato in questo libro una maggiore consapevolezza, uno stile più maturo.
In definitiva, ve lo consiglio!

Spero di vedere presto anche il film, dal trailer sembra promettere bene, anche se non sono molto convinta dell'attore scelto per interpretare Ian, uno dei personaggi principali.
Speriamo che il film sia all'altezza del romanzo, e spero che anche voi riusciate ad apprezzarlo.

Alla prossima,
Anna.

lunedì 25 marzo 2013

Recensione di "Odyssea - Oltre il varco incantato" di Amabile Giusti

Ci siamo.
La Read Together organizzata da Rosellina di Inside a Book è terminata, ed io sono qui a recensire Odyssea - Oltre il varco incantato al termine delle quattro tappe.
Uscito per Dalai editore lo scorso 22 Gennaio, il libro conta 361 pagine. Il prezzo è di €15,90 per l'edizione in brossura.



TRAMA:
Se potesse, Odyssea, sedici anni e nessuna bellezza, chiederebbe molte cose a sua madre. Ad esempio perché da anni sono costrette a vivere come fuggiasche, senza una meta, una casa stabile e, soprattutto, senza un padre. Finché in una tiepida notte d'estate, attraversando un varco incantato nascosto nel bosco, sua madre la riporta a Wizzieville, dove è nata, e lei scopre di appartenere a una cerchia di persone speciali, dotate di rari poteri. Incredula, Odyssea si immergerà in un mondo intriso di magia, dove ogni esperienza - per lei che è sempre vissuta lontano da tutto e da tutti - ha il sapore della prima volta, ma si accorgerà presto, suo malgrado, che dietro la facciata idilliaca e fatata di Wizzieville brulica il Male. Un nemico sanguinario - lo stesso che ha ucciso suo padre dodici anni prima - perseguita la sua famiglia da generazioni ed è tornato sotto mentite spoglie per attuare il suo crudele disegno. Mentre la paura di non essere in grado di gestire i propri poteri arriverà a farle rimpiangere la vita fuori di lì - senza amicizie, né legami né radici - e a temere per l'incolumità di chi ama, terribili, inconfessabili incubi la assaliranno come artigli di un doloroso passato. Come se non bastasse, l'amore la coglie di sorpresa. Il misterioso e impavido Jacko, un giovanotto di poche parole che, a differenza di tutti gli altri, la tratta senza solennità e cerimonie, entra nella sua vita e devasta il suo cuore inesperto. Ma come mai tutti lo temono e lo disapprovano?



LA MIA OPINIONE:
Devo ammettere che questo libro aveva sin da subito attirato la mia attenzione quando era uscito, ma lo avevo "messo da parte", perchè come al solito la mia lista di libri da leggere è infinita e avevo delle priorità.
Il mio interesse è stato risvegliato grazie alla Read-Together, e dato che si trattava di pochi capitoli alla volta e che avevo la possibilità di leggerlo un po' alla volta...non potevo rinunciare!
Prima di tutto c'è da dire che questo libro mi ha ricordato Harry Potter...non per la trama in sé, ma per quel senso avvolgente di magia che ho ritrovato.
Odyssea non ha idea di possedere dei poteri magici finché la madre non la porta a Wizzieville e le svela la verità sulle sue origini. Tutto è improvviso, e la nostra protagonista all'inizio non può che essere spaesata.
Ody scopre prima di tutto un mondo di affetti di cui fino ad allora era stata privata o del quale aveva saputo molto poco, ma soprattutto si ritrova in un mondo dove la magia fa parte della vita quotidiana. Tra la conoscenza delle nonna materna e di Joyce e la scoperta del suo passato, in particolar modo di suo padre, comincia la sua avventura, in un mondo molto diverso dal nostro, dove Wizzieville è la città ideale in cui vivere.
Sono proprio le descrizioni della piccola grande magia di Wizzieville che mi hanno colpita prima di tutto, dalla fontana con l'unicorno alle piante magiche. Sono descrizioni accurate ma sulle quali l'autrice non si dilunga eccessivamente, e trovo questo compromesso ottimo per non annoiare il lettore.

In realtà a Wizzieville però non è tutto rose e fiori, e di questo Ody si renderà conto prestissimo. Saranno i racconti della nonna, i libri del padre e il suo istinto a guidarla verso la scoperta di una storia che per dodici anni ha ignorato ma di cui adesso deve affrontare le conseguenze.
Ma tra le persone che Odyssea conosce non c'è soltanto la sua famiglia, ma anche altri abitanti della magica cittadina, i fratelli Lindia e Stylo, il dolce Jordy ma soprattutto il misterioso e affascinante Jacko, del quale non tarderà ad invaghirsi.
Il rapporto che si intreccia tra tutti i personaggi è complicato, ma ricco di emozioni. Soprattutto il rapporto tra Ody e Jacko è molto particolare, fatto di amore ed odio, apprezzamenti ed incomprensioni. I due sono inconsapevolmente partecipi di un unico destino, ma è proprio questo elemento che li avvicina ma che allo stesso tempo li allontana.
In alcuni passi ho trovato Jacko particolarmente antipatico e orgoglioso, avrei voluto strozzarlo, ma questo sicuramente fa parte del suo personaggio, che scopriamo piano piano.

L'autrice nel complesso è riuscita a creare un ottimo romanzo, emozionante e coinvolgente, pieno di colpi di scena. Sicuramente il pregio più grande è il fatto che al lettore riesce semplice immedesimarsi nelle vicende che coinvolgono Odyssea, perchè dopo le prime pagine si finisce praticamente nell'occhio del ciclone degli eventi.
Non c'è un capitolo che potrei definire noioso o povero di eventi o poco misterioso. Questo libro è un ottimo mix di magia, mistero e azione, e sicuramente un ottimo primo mattoncino per i prossimi volumi della saga.
Molti misteri sono stati svelati alla fine di questo primo libro, ma il finale è sicuramente apertissimo ed io non vedo l'ora di leggere i prossimi libri, che ovviamente spero arrivino prestissimo.






domenica 24 marzo 2013

Clock rewinders #8


Ottavo appuntamento con "Clock Rewinders", rubrica ideata dai blog On a Book Bender e 25 Hour Books.
Troverete qui un riassunto della settimana, che riguarda questo blog, i blog che seguo, le mie letture e un po' di quello che mi passa per la testa sul momento.

{La settimana appena trascorsa su La tana di una booklover}

{La settimana appena trascorsa nella blogosfera}

  • Denise  di Reading is Believing propone la lettura di gruppo di The Selection di Keira Cass. Le iscrizioni sono ancora aperte!
  • Jerry ha scritto una carinissima anteprima di L'amore è un difetto meraviglioso, finito immediatamente nelle mia WL;
  • Amaranth e Angharad  del blog La Bella e il Cavaliere (che ha ufficialmente compiuto un anno pochi giorni fa) hanno recensito HexHall di Rachel Hawkins;
  • Ancella ha recensito Il precario equilibrio della vita di Giorgio Marconi;
  • Eliza nella la sua rubrica Chi ben comincia ha parlato di Red di Kerstin Gier;

{Nel mondo delle Fanfiction}
{Serie TV}

Questa settimana ho superato me stessa, per cui preparatevi ad una lunghissima lista i puntate! Ho visto:
  • La 2x17 di Once Upon a Time, Welcome to Storybrooke.
    Dopo un viaggio nel passato di Cora, c'era da aspettarsi un altro flashback su Regina.
    L'unico problema restano i noiosissimi Charming. Un po' di vita, su!
  • L'intera terza stagione di Downton Abbey, che dovevo recuperare da secoli.
    Il finale mi ha lasciata senza parole, come ogni degno season finale che si rispetti...adesso mi chiedo solo come proseguirà la storia.
  • The Following, dalla 1x01 alla 1x09.
    Mi sono innamorata di questo telefilm dopo 15 minuti. Datemi un serial killer e un agente dell'FBI dal passato tormentato e sarò vostra.
  • La 1x17 di Arrow, The Huntress returns.
    Helena Bertinelli è un tantino psicopatica, ma ha rischiato grosso aggredendo la mia adorata Felicity. se ci riprova, dovrà vedersela con Ollie...e anche con me u_u
  • La 8x17 di Supernatural, Goodbye Stranger.
    Valle di lacrime. Oh my Destiel feelings ç_ç
  • La 2x19 di New Girl, Quick Hardening Caulch.
    Nick e Jess sono adorabili. Winston e adorabile. Schmidt è adorabile.
    Okay, amo questo telefilm!
  • La 3x24 di Pretty Little Liars, A dangerous gAme.
    Non sono rimasta soddisfatta. Non era il season finale che mi aspettavo...o meglio, era esattamente quello che mi aspettavo accadesse, e per questo sono rimasta un po' scontenta. Ma c'è la quarta stagione in arrivo a Giugno, quindi speriamo bene!
{This is the song!}


Sparami - Litfiba





venerdì 22 marzo 2013

Recensione di "Shadowhunters - Città di Ossa" - Cassandra Clare

Altra saga, altro post!
Ho cominciato la saga di Shadowhunters (The Mortal Instruments in lingua originale) alla fine dello scorso anno, e avevo intenzione di cominciare presto anche il secondo libro, ma non ho retto alle prime venti pagine e giuro, non perché non mi piaccia la storia, ma perché io tra un libro e l'altro di una stessa saga ho bisogno di una pausa per "disintossicarmi".
Innanzitutto c'è da dire che i libri che la compongono sono cinque, e l'uscita di un sesto libro è prevista per il 2014. Inoltre la Clare ha anche scritto un'altra serie, Le origini
 ( The Infernal Devices) sempre sullo stesso argomento, ma con personaggi e ambientazione diverse.
Per quanto riguarda il primo libro della saga di Shadowhunters, è uscito per Mondadori nel 2010 e conta nell'edizione Oscar bestsellers, 525 pagine.




TRAMA:
La protagonista della storia è Clary (Clarissa) Frey, una normalissima quindicenne. Insieme al suo migliore amico Simon, una sera decide i andare al Pandemonium, uno dei locali più cool, ma anche più trasgressivi di New York.
All'interno del Locale Clary nota subito un particolare gruppo di ragazzi, completamente tatuati e armati. Seguendoli in un magazzino adiacente al locale, Clary assiste ad un omicidio, senza sapere, in realtà, che quelli che ha appena visto sono degli Shadowhunters, ossia dei cacciatori di demoni. La cosa che però la lascia ancora più incredula, è che Simon, ne' tanto meno altre persone, sembrano essersi accorti dei ragazzi. Inoltre il cadavere è scomparso, quindi non può nemmeno provare che ci sia stato un omicidio in quella stanza.
A partire da quel momento, la vita di Clary cambia rapidamente e inaspettatamente: sua madre scompare nel nulla, e lei improvvisamente si ritrova a far parte, volente o nolente, del mondo degli Shadowhunters.
Questa avventura la porterà a scoprire tantissimi misteri che riguardano non solo il suo passato, ma anche quello di sua madre e di Luke, il miglior amico di quest'ultima.


LA MIA OPINIONE:
Per quello che è il mio parere personale, beh, sicuramente ho bisogno di leggere qualche altro libro della saga per avere una visione che sia un po più d'insieme, ma intanto posso dirvi che c'è qualcosa che non mi convince.
Innanzitutto, non si capisce se la storia sia ambientata ai nostri tempi o nel futuro. Ci sono infatti degli elementi tipici del nostro tempo, ma anche altri particolarmente futuristici, come ad esempio l'abbigliamento dei ragazzi. Insomma, il periodo storico è indefinito.
Altro elemento che poco mi convince, la protagonista. Clary è una quindicenne, ragiona come una quindicenne e ha le insicurezza di una quindicenne. Ma proprio l'elemento dell'insicurezza è amplificato a mille: lei è una bellissima ragazza, ma è costantemente invidiosa di Isobel, una dei tre cacciatori con i quali si trova a vivere quest'avventura. E proprio questa cosa viene ripetuta sempre, costantemente.
Inoltre, nella più grande tradizione dell'ovvietà, si sviluppa il solito triangolo amoroso tra lei, Simon e Jace, il cacciatore più bravo e più figo. Questa mi è sembrata un po' una banalità, ecco.
Altro punto a sfavore è la traduzione. Ora, non so se sia effettivamente colpa della traduzione o siano proprio elementi inseriti dalla scrittrice, ma in alcuni passaggi, soprattutto nei dialoghi, le situazioni sono poco chiare, tanto che su alcuni sono dovuta tornare indietro e rileggere per capire bene.
A parte questo, in generale posso dire che la storia, nel complesso, non è male. O meglio, al di la dei difetti che ho trovato io - sui quali si può decidere di soprassedere o meno - la trama in generale mi è piaciuta. Inoltre ci sono dei punti nei quali la tensione è molto forte, soprattutto nella parte final dove faticavo a staccarmi dal libro proprio perché volevo sapere come sarebbe andata a finire, che ho apprezzato.
Un punto a favore sicuramente va alla costruzione della storia del passato di Clary e della sua famiglia, che tutto sommato ho trovato originale (almeno per me, che non avevo mai letto nulla di simile).
Anche la storia degli Shadowhunters (le loro origini e tutto quello che riguarda il loro "lavoro") mi è piaciuta.
Ho deciso che continuerò a leggere la saga, ormai mi sono incuriosita.
Di questo primo libro uscirà l'adattamento cinematografico ad Agosto di quest'anno.






giovedì 21 marzo 2013

All you need is love #7: "La probabilità statistica dell'amore a prima vista" - Jennifer E. Smith

Vi siete mai innamorati a prima vista?
A me è capitato con la cover di questo libro.
La probabilità statistica dell'amore a prima vista è uscito nel Maggio 2012 per Sperling e Kupfer. Le pagine sono 213 e il prezzo € 16,90.

TRAMA:
Poteva andare in mille altri modi. Se non avesse aspettato l'ultimo momento per provarsi il vestito. Se non avesse dimenticato il libro. E se avesse corso un po' più in fretta per raggiungere il gate... Forse sarebbe arrivata in tempo. Hadley non riesce a credere di aver perso il volo che avrebbe dovuto portarla a Londra, al matrimonio di suo padre. Per soli quattro minuti! Che cosa sono quattro minuti? Il tempo di un'interruzione pubblicitaria, di una pausa tra una lezione e l'altra, della cottura di un piatto nel microonde. Eppure è bastato quel piccolo, imprevedibile ritardo per mandare tutto all'aria. E ora eccola lì, costretta ad aspettare il volo successivo, davanti a un check-in deserto, con la valigia in mano e un groppo in gola. Ma, proprio in quel momento, i suoi occhi incontrano quelli di Oliver, il ragazzo più bello che abbia mai visto. Un sorriso, qualche battuta e Hadley scopre di essere seduta accanto a lui in aereo. È timida, ma inspiegabilmente trova naturale confidarsi, come se lo conoscesse da sempre. Gli parla di suo padre, quel padre assente e distante che ora sta per sposare una donna che lei non ha mai avuto il piacere - o il dispiacere - di incontrare. Oliver, invece, è ironico e vagamente misterioso, e per qualche ora riesce a distrarla dai pensieri che le affollano la mente. E a farla innamorare. Quando l'aereo atterra, si scambiano un bacio appassionato subito prima di perdersi nella folla del ritiro bagagli, per poi perdersi di vista...

LA MIA OPINIONE:
Innamorarmi della cover di un libro è decisamente da me e non ho assolutamente saputo resistere a quella di questo romanzo. Doveva assolutamente essere mio!
La storia che ci racconta l'autrice è quella di Hadley, una normalissima diciassettenne che sta per andare ad assistere al secondo matrimonio del padre.
Lei non ne vorrebbe sapere, il fatto che il padre abbia lasciato la madre per un'altra donna e abbia abbandonato la famiglia per trasferirsi a Londra è una ferita ancora aperta, e andare a quel matrimonio per lei si prospetta come una tortura.
Il giorno della partenza per Londra, inoltre, tutto va storto, e come ciliegina sulla torta Hadley riesce a perdere il volo, e così si ritrova da sola in aeroporto ad aspettare il prossimo.
Non so voi, ma io ho sempre considerato gli aeroporti una grande fonte d'ispirazione per le storie. E' un posto dove tutto può iniziare, finire o restare in sospeso. E la Smith ha avuto un'ottima intuizione, perchè la storia funziona.
E' proprio in aeroporto che Hadley incontra Oliver, che diventerà il suo compagno di viaggio, e con il quale inizierà a parlare come se fosse il suo più vecchio amico. E' semplice parlare con Oliver, e la ragazza non si risparmia affatto, mentre lui resta comunque taciturno e misterioso.
Hadley ha un vero e proprio colpo di fulmine, che sembra svanire quando i due arrivano al terminal: dopo un fugace bacio, i protagonisti si perdono di vista, e tutto sembra tornare alla vita normale...ma può il destino essere così crudele da non farli incontrare un'altra volta?

Per quanto mi riguarda, ho trovato questo libro molto leggero e scorrevole, ottimo tappabuchi quando si affrontano delle letture più pesanti. E' una storia semplice e non ci sono colpi di scena teatrali, ma ci si ritrova dentro una bella emozione. E' un libro che fa sorridere, perchè guardandolo "dall'alto" dei miei anni mi rendo conto che solo a diciassette anni l'amore è così tenero e così improvviso.
Non ho mai creduto nel colpo di fulmine, ma questo libro è sicuramente ottimo per gli inguaribili romantici come me, che in fondo un po' ci sperano nell'amore a prima vista.
Un libro da leggere in poco tempo, senza pretese, ma che sicuramente sa intrattenere.





mercoledì 20 marzo 2013

WWW Wednesday #5



Quinto appuntamento con WWW Wednesday , rubrica ideata dal blog Should be Reading  e che ho deciso di adottare anch'io.Le domande a cui rispondere sono:
1) What are you currently reading? (Cosa stai leggendo adesso?)
2) What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
3) What do you think you'll read next? (Quale sarà il prossimo libro che leggerai?)

Cosa stai leggendo adesso?



-Tempesta di spade di George R.R. Martin
- Odyssea di Amabile Giusti (Ultima tappa con la read-together organizzata da Rosellina)
- La probabilità statistica dell'amore a prima vista di Jennifer E. Smith

Cosa hai appena finito di leggere?


-Hybrid di Kat Zhang (QUI la recensione)


Qual è il prossimo libro che pensi di leggere?

Come sapete non sono granché con i piani di lettura, ci devo ancora riflettere sul libro che leggerò :)

E voi, quali sono i libri che state leggendo/avete terminato/leggerete?
Fatemi sapere!

martedì 19 marzo 2013

Ultimi acquisti libreschi #5

Cari visitatori della tana,
ecco tornata la mia rubrica di acquisti, nella quale come sempre vi parlo degli ultimi libri approdati sugli scaffali della mia libreria o sul mio ebook reader.
Quest'oggi vi parlo di due libri.

Cominciamo dall'ultimissimo acquisto, Anger di Isabel Abedi.


Ce l’hanno fatta: tre settimane su un’isola deserta al largo di Rio de Janeiro, dove telecamere nascoste li riprenderanno ventiquattr’ore su ventiquattro. Saranno attori di un film dalla trama ancora segreta. Sono dodici ragazzi e ognuno di loro ha un motivo particolare per partecipare al reality, un sogno da coltivare e qualche segreto da nascondere. L’isola è un paradiso, ma ben presto i ragazzi scoprono di dover ricoprire un ruolo inquietante: undici di loro saranno infatti vittime e uno l’assassino… 
È solo un gioco, nessuno morirà per davvero, eppure quando Joker, uno dei partecipanti, viene trovato sfracellato sugli scogli, gli altri capiscono che il film dei loro sogni si è trasformato in un horror…




La trama di questo romanzo mi ha da subito incuriosita per via della somiglianza con Hunger games. Sono davvero curiosa di scoprire cosa muove il meccanismo di questo gioco crudele.


Secondo e ultimo acquisto è Hybrid di Kat Zhang, che ho già letto e recensito (QUI per la recensione).


In un futuro distopico, ogni persona nasce con due diverse 
personalità, due anime. Con il passare del tempo, in modo naturale, l'anima dominante prende il sopravvento e quella recessiva viene dimenticata, scompare come un amico immaginario che ci ha tenuto compagnia solo nell'infanzia. Il sopravvivere delle due anime dopo la pubertà è illegale e visto dalla società come un'aberrazione da correggere. Ma in Addie, nonostante i suoi sedici anni, è ancora presente Eva, la sua seconda anima ancora attiva. È proprio Eva la voce narrante che ci fa vivere le emozioni dal suo punto di vista. Rannicchiata nella mente di Addie, Eva interagisce con l'altra parte di sé: come due vere sorelle si amano, si proteggono, ma possono diventare anche gelose l'una dell'altra. Nonostante tutti i tentativi per difendere e nascondere l'esistenza della debole Eva, il segreto di Addie viene scoperto e le due vengono rinchiuse in un agghiacciante centro per ibridi non resettati. L'unico modo per sopravvivere entrambe è una fuga impossibile.




Sono curiosa di sapere quali sono stati i vostri ultimi acquisti e perchè no, se avete qualche consiglio da darmi per le mie prossime letture, scrivetemi pure :)

Recensione di "Hybrid" - Kat Zhang

Uscito lo scorso 6 Marzo per Giunti Y, Hybrid di Kat Zhang è il primo capitolo di una trilogia, le Hybrid Cronichles.
Le pagine del libro sono 411 e il prezzo è di € 14,50 per la versione cartacea e di € 8,99 per l'ebook.


TRAMA:

In un mondo alternativo, ogni persona nasce con due diverse personalità, due anime. Con il passare del tempo, in modo naturale, l’anima dominante prende il sopravvento e quella recessiva viene dimenticata, scompare come un amico immaginario che ci ha tenuto compagnia solo nell’infanzia. Il sopravvivere delle due anime dopo la pubertà è illegale e visto dalla società come un’aberrazione da correggere.
Ma in Addie, nonostante i suoi sedici anni, è ancora presente Eva, la sua seconda anima. Rannicchiata nella mente di Addie, Eva interagisce con l’altra parte di sé: come due vere sorelle si amano, si proteggono, ma possono diventare anche gelose l’una dell’altra.
Nonostante tutti i tentativi per difendere e nascondere l’esistenza della debole Eva, il segreto di Addie viene scoperto.



LA MIA OPINIONE:
La giovanissima autrice di questo romanzo ci trasporta in un mondo completamente diverso dal nostro. O meglio, il mondo è sempre lo stesso, ma è il modo di vivere e gli umani che sono differenti. In questo mondo le persone nascono con due anime, e queste convivono per alcuni anni finché non prevale quella più forte. Questo però succede solo nelle Americhe, continente che ha stabilito un rigoroso ordine di repressione degli ibridi, ossia i soggetti con due anime. Nel resto del mondo infatti, i continenti in cui vivono gli ibridi sono pervasi da lotte interne, e capire il perchè è semplice: le due anime di una persona sono l'opposto l'una dell'altra, per cui è facile che una persona in lotta già con sé stessa non possa fare a meno di avere dei conflitti con le altre, che a loro volta hanno due anime. Questo fenomeno, per farla breve, è poco gestibile, e così nelle Americhe si è creata la situazione ideale, in cui gli ibridi non esistono più, o almeno così dovrebbe essere.
In realtà gli ibridi esistono e una di questi è la protagonista della storia. Lei è Addie, ma anche Eva. Le due anime che convivono hanno avuto problemi nella stabilizzazione, tanto da essere sottoposte a diverse cure e studi, finché Eva non è stata dichiarata, potremmo dire, scomparsa. In realtà non è così: Eva continua a vivere nelle mente di Addie. Non può muoversi a suo piacimento, ma rimane comunque lì, in un cantuccio del corpo che abita.
E' proprio Eva a raccontarci la vicenda di cui lei e Addie sono protagoniste.
Tutto comincia quando incontrano Hally, una compagna di scuola che le invita a casa sua. Presto però si scopre che anche Hally non si è stabilizzata, e dentro di lei vive ancora Lissa. Lo stesso vale per il fratello di Hally/Lissa,  Devon, che "convive" con Ryan. I due fratelli hanno scoperto il segreto di Addie/Eva, e vogliono aiutare Eva a tornare più forte, facendo si che le due anime ritornino a vivere così come era quando erano bambine.
Eva comincia a migliorare, ma il segreto dei tre non tarda ad essere scoperto: sono rintracciati dal medico di un grande istituto e preparati per essere sottoposti a dei controlli ed eventualmente a delle cure che facciano in modo che l'anima recessiva scompaia definitivamente.

domenica 17 marzo 2013

Clock rewinders #7





Settimo appuntamento con "Clock Rewinders", rubrica ideata dai blog On a Book Bender e 25 Hour Books.
Troverete qui un riassunto della settimana, che riguarda questo blog, i blog che seguo, le mie letture e un po' di quello che mi passa per la testa sul momento.


{La settimana appena trascorsa su La tana di una booklover}
  • Ho recensito L'ombra del sole di Eva Fairwald e Le affinità alchemiche di Gaia Coltorti;
  • Nella mia rubrica di consigli ho parlato di Voglio vivere prima di morire di Jenny Downham;
  • Nella Top Ten di questa settimana ho parlato dei libri che spero di leggere questa primavera;
  • Mi è stato assegnato il Liebster Award da alcuni carinissimi blog, e ne ho premiati a mia volta degli altri;
  • Ho raggiunto quota 43 follower e ho cominciato a pianificare la sorpresa per voi abitanti della tana per i +50;

{La settimana appena trascorsa nella blogosfera}

{Serie TV}

Questa settimana ho visto:
  • La 2x16 di Once Upon a Time, The Miller's Daughter.Mi è piaciuto il viaggio nel passato di Cora e ovviamente il finale lascia prevedere ulteriori guai per i buoni...sono già in ansia per la puntata di stasera!
  • La 3x23 di Pretty Little Liars, I'm your puppet.Se volevano lasciarmi con l'ansia per il season finale di questa settimana ci sono riusciti!
  • La 1x18 di Elementary, Déjà vu all over again.Finalmente il mio Sherly è tornato insieme a tutto il suo talento investigativo. Anche Joan sta cominciando ad ingranare come detective...questa serie mi piace sempre di più!
  • La 2x11 di Hart od Dixie, Old Alabama.Con questa serie sono in fase di recupero. Spero che gli Zade non mi stanchino con i loro continui tentativi di conciliare alla perfezione le loro vite.

{This is the song!}


Dispari - Marta sui Tubi


{Novità}


Approfitto inoltre del post per introdurre il mio personale metodo di valutazione che da oggi in poi utilizzerò per i libri che recensisco.




Alla prossima settimana con questa rubrica :D

venerdì 15 marzo 2013

Recensione di "Le affinità alchemiche" - Gaia Coltorti

Una tragedia moderna.
Un'amore impossibile.
Le affinità alchemiche, romanzo d'esordio della giovanissima Gaia Coltorti, è stato pubblicato da Mondadori nel Gennaio 2013. Il prezzo è di € 15,00 e le pagine sono 357.


TRAMA:Giovanni ha diciotto anni, trascorsi quasi tutti a Verona, dove è nato. Una vita tranquilla, qualche amico e, ogni giorno, i lunghi allenamenti in piscina per prepararsi alle gare. Anche a casa regna la quiete: Giovanni vive solo con suo padre, notaio, in quel genere di grande appartamento abitato da due uomini che ogni donna può immaginarsi. Selvaggia ha diciotto anni, molte amiche e diversi spasimanti, vive sul mare e assapora l'estate appena iniziata quando sua madre le sconvolge la vita: si trasferiranno per ragioni di lavoro. Selvaggia cambierà scuola, dovrà ricominciare tutto da capo e lo dovrà fare a Verona, la città dove è nata e da cui proprio la mamma, tanti anni prima, l'aveva portata via, separandola dal padre e dal fratello gemello. Quando Selvaggia varca per la prima volta la soglia della nuova casa, Giovanni è rintanato in camera sua. Gli basta la voce di lei per capire che nulla sarà più come prima. Giovanni scopre quella voce come un regalo, ma al tempo stesso la riconosce, è un suono che vive da sempre dentro di lui: Selvaggia, la sorella perduta, è tornata nella sua vita, per sempre. Lei a Verona non conosce nessuno: solo Johnny - come lo ha subito ribattezzato - può farle da guida e tenerle compagnia nei tre lunghi mesi che devono trascorrere prima della ripresa scolastica. Selvaggia è bellissima, piena di fascino ma anche capricciosa fino allo sfinimento, croce e delizia per il fratello ritrovato. Presto tra i due si sprigiona un'elettricità, un magnetismo, un'affinità che ha un solo nome, per loro impronunciabile: desiderio. Questo romanzo è la cronaca dell'amore tra due ragazzi che si affacciano alla vita, un amore meraviglioso e impossibile nel modo più crudele, perché non è la diversità a separare i due innamorati - non sono una sirenetta e un principe, un vampiro e una fanciulla - ma, proprio nella terra dei Montecchi e dei Capuleti, è la vicinanza assoluta a condannarli.

LA MIA OPINIONE:
La mia opinione su questo romanzo è un po' complicata da spiegare con un solo aggettivo.
L' autrice ci racconta la storia di Giovanni, un comunissimo diciottenne con i genitori separati e una sorella gemella che vive con la madre e che non ha mai conosciuto, a Genova. Lui invece vive con il padre a Verona, e alla lontananza dell'altra metà della sua famiglia ci ha ormai fatto l'abitudine.
Non si aspetta certo che la sua ordinaria vita venga sconvolta dal ritorno della madre a Verona, e soprattutto dall'arrivo di Selvaggia.
La sua gemella arriva nella sua esistenza come un fulmine a ciel sereno, e immediatamente tra Giovanni - che immediatamente viene soprannominato Johnny - e Selvaggia si crea un legame che va ben oltre l'amore tra fratelli.
La sintonia non è immediata, ma Giovanni si innamora di Selvaggia a prima vista.
Capirla non è semplice, soprattutto i primi tempi. Lei è capricciosa, materialista, cocciuta, ma ha un fascino al quale il nostro Johnny non può sfuggire. Lui e selvaggia sono come due calamite, e non riescono a stare lontano l'uno dall'altra.
Sanno benissimo che il sentimento che nasce tra di loro non potrà mai essere visto come amore, ma solo come una perversione, un amore malato, un'ossessione, ma non importa. Continuano a stare lontani dagli occhi indiscreti e a godersi le gioie del loro piccolo grande amore segreto. Ma quanto riusciranno a custodire questo enorme segreto che poco a poco diventa un peso?

Questo è uno di quei libri che ho letto con un costante nodo allo stomaco. Intuivo quale poteva essere la sorte dei due protagonisti, ma comunque il finale è giunto inaspettato, con tanto di lacrimuccia da parte mia.
Il problema per me è stato che più andavo avanti a leggere, più il libro diventava pesante. Ci sono stati momenti in cui, pur essendo sveglissima e avendo voglia di leggere, dovevo necessariamente riprendere fiato. E' come se la relazione tra Selvaggia e Giovanni fosse un macigno che aumenta di dimensione pagina dopo pagina.
I protagonisti certo non sono il massimo, o meglio, Selvaggia non lo è: è perfetta, ha un corpo bellissimo, capelli bellissimi, occhi bellissimi, è ricchissima e viziatissima. Ci sono stati alcuni momenti in cui per la sua immaturità e per la sua cocciutaggine avrei voluto strozzarla, in particolare nel momento in cui pretendeva delle prove d'amore dal povero Johnny (ad un certo punto gli chiede di non partecipare ad una gara di nuoto per lei e dimostrarle il suo amore e il poveretto se ne va in iperventilazione mentre gareggia per lo stress emotivo). Insomma, non è il mio personaggio preferito, e fino ad un certo punto ho preferito Giovanni, che però alla fine è scaduto pure lui. Infatti, da tenero e romantico adolescente come lo conosciamo all'inizio del libro, diventa dapprima possessivo e geloso in maniera malata di Selvaggia, tentando addirittura di imporgli i suoi stessi sentimenti, e poi, dal momento in cui lei gli confessa di amarlo a sua volta, diventa praticamente il suo zerbino.
Altro fattore negativo è la lentezza, lentezza assurda. Molte pagine sono l'una uguale all'altra, e certe volte per amor di proseguire ho dovuto saltare alcuni passi particolarmente noiosi.
Quello che ha alleggerito notevolmente il "carico", almeno per me, è stato lo stile dell'autrice.
La Coltorti scrive questa storia con uno stile un po' strano. Il racconto infatti ha un che di cavalleresco e poetico, pieno di termini importanti e di citazioni di grandi autori del passato, ma è alleggerito dall'ironia in diversi passaggi, che hanno notevolmente rinfrescato la "pesantezza" portata dalla descrizione del rapporto tra i due protagonisti in alcune fasi della storia.
Considerando la complessità dell'argomento che viene trattato e il fatto che l'autrice è davvero molto giovane, lo considero comunque un esordio discreto, perchè parlare d'amore, e di un amore sbagliato come in questo caso non è affatto semplice. Inoltre, nonostante tutti i difetti che ho trovato in questo libro, leggendo mi sono comunque emozionata e quindi anche questo è un punto sicuramente positivo.
Personalmente non vi consiglio di leggerlo tutto d'un fiato, come stavo tentando di fare io, perchè vi ritrovereste davvero con un peso sul cuore non indifferente.

Credo proprio di aver detto tutto.
Se lo avete letto anche voi sono curiosa di sapere qual è la vostra opinione su questo romanzo  :)


giovedì 14 marzo 2013

I consigli di Anna #3: "Voglio vivere prima di morire" - Jenny Downham

Oggi, nella mia passeggiata mattutina tra i blog che seguo, mi è capitato di incrociare la recensione del film Now Is Good tratto dal romanzo Voglio vivere prima di morire di Jenny Downham. Trovate la recensione del film QUI, sul blog Mr. Ink - Diario di una dipendenza.
Ma torniamo al romanzo.
Ricordo di averlo comprato quando era appena uscito, era il lontano 2009 perchè mi avevano colpito la copertina ed il titolo.
L'ho divorato. E' stato un libro che mi ha fatto sorridere e mi ha fatto soprattutto piangere, ma più di tutto mi è piaciuto perchè tramite la storia di Tessa, l'autrice si impegna a lasciare dei messaggi importanti al lettore, che riguardano l'importanza della vita e dell'amore.

TRAMA:
Tessa ha sedici anni ed è condannata dalla leucemia. Sapendo di avere a disposizione solo qualche mese di vita e con tutta la rabbia del caso, decide di stilare una lista di cose da fare prima di morire, che la facciano sentire viva e le diano l'impressione di avere avuto una vita completa. In questa lista, la cosa n. 1 è fare sesso. Poi c'è provare qualche droga; passare un giorno a fare shopping senza limiti, comprandosi tutto quello che vuole; viaggiare; rivedere i suoi genitori (separati) di nuovo insieme. A condividere con lei questi mesi e questi desideri, c'è Zoey, una sua amica un po' "sbandata", che vuole sempre trasgredire e superare i limiti e che Tessa adora perché è l'unica che non la tratta da malata, ma anzi, cerca di farla "sballare" con lei. Inizia così la corsa di Tessa contro il tempo, fra sesso, discoteche, droghe, piccoli furti. Fino al fatale incontro con Adam e con l'amore che strapperà Tessa da ogni paura.

Il motivo per cui vi consiglio questo libro è semplice: è un romanzo emozionante, pieno di quelle sensazioni forti che fanno sì che un libro lasci un segno nel lettore.
Non è una storia allegra, ma una storia più vicina alla realtà di quanto possiamo pensare, e che insegna tanto sull'importanza della vita, del vivere giorno per giorno senza sprecare tempo prezioso, del vivere per l'amore e con amore.
Vedrò sicuramente il film, del quale la protagonista è Dakota Fanning, che interpreta Tessa. Al suo fianco Jeremy Irvine nel ruolo di Adam e Kaya Scodelario nel ruolo di Zoey.

Sono curiosa di sapere cosa ne pensate del libro, se lo avete letto o del film se lo avete visto, quindi non esitate a lasciarmi la vostra opinione :)

martedì 12 marzo 2013

Top Ten Tuesday #5: Libri di primavera!


Quinto appuntamento con la rubrica Top Ten Tuesday, ideata dal blog "The Broke and the Bookish".
Il tema della settimana è: Top Ten Books At The TOP Of My Spring 2013 TBR list, ossia la Top 10 dei libri in cima alla mia lista di libri da leggere questa primavera.
Partendo dal presupposto che sono tantissimi e che spero di leggerne più di 10 dato che la primavera sarà lunga!
Ma ecco la mia top 10:

10) Vetro di Giuseppe Furno;
Mi ispira tantissimo la cover, ma anche l'ambientazione e l'atmosfera...voglio assolutamente leggerlo!

9) Buongiorno Principessa! di Francisco de Paula;
Anche per questo libro, la trama mi ha subito colpita, quindi l'ho messo in WL e intendo comprarlo :)

8) Anger di Isabel Abedi;
La trama mi sa tantissimo di Hunger Games. Voglio saperne di più!

7) Il lato positivo di Matthew Quick;
Devo vedere il film e leggere il libro. Absolutely.

6) Stay - Un amore fuori dal tempo di Tamara Ireland Stone;
E' uscito un po' di tempo fa ma l'ho acquistato solo di recente. Mi ha incuriosita da subito e voglio assolutamente leggerlo :)
5) Morte a Pemberley di P.D. James;
Ecco, ho detto tutto.
Purtroppo sono riuscita a comprarlo solo ieri ed è lì sullo scaffale che mi aspetta!

4) The Selection di Keira Cass;
Ho letto tante anteprime positive, e questo libro esce giusto oggi...secondo me è imperdibile!
3) L'angelo perduto di Javier Sierra;
Si prevede n libro assolutamente adrenalinico. Non voglio perderlo per nulla al mondo!
2) Gregor di Suzanne Collins;
Ho amato la saga di Hunger Games. Spero che la Collins non mi tradisca!

1) Muses di Francesco Falconi;
Se ne sta lì sul mio kindle da un po', attendendo tempi migliori per essere letto.
E' uscito da un po' ma l'ho scoperto solo di recente, e spero di cominciarlo presto perchè mi ispira tantissimo!


Come vedete in questa top 10 ci sono libri già usciti, usciti da poco, da tanto o che ancora devono uscire.
E voi, che piani avete per questa primavera? Quali libri leggerete?

Liebster Blog Award!



Buonasera cari visitatori della tana :)
Negli ultimi due giorni ho ricevuto la nomination per il Liebster Award, sia da Jerry di Libri in Pantofole che da Gaia di Sound of Book, che ringrazio dal più profondo del mio cuoricino!Il Liebster Award, un premio ideato in Germania e arrivato fino a noi! Questo premio viene assegnato ai Blogger più meritevoli con meno di 200 followers :)

Ecco le Regole da seguire
- chi riceve il premio deve "ringraziare" chi gliel'ha assegnato citandolo nel post
- rispondere alle undici domande poste dal blog che ti ha premiato
- scrivere undici cose su di te
- premiare undici blog che hanno meno di 200 followers
- formulare altre undici domande, a cui le altre blogger dovranno rispondere
- informare i blog del premio

Le mie risposte alle domande di Gaia:
  1. Quale libro avresti voluto scrivere tu e perchè?
    Tra i libri che avrei voluto scrivere c'è sicuramente Marina di Carlos Ruiz Zafòn. E' un libro che mi è entrato nel cuore e mi ha scavato nell'anima, uno di quelli che non si può fare a meno di dimenticare.
  2. Quale personaggio libresco ti rappresenta meglio?
    Oh, questa è difficile. Se me lo avessero chiesto un paio d'anni fa avrei risposto Hermione Granger senza ombra di dubbio, anche se mi manca sicuramente il suo coraggio. Adesso con il passare del tempo credo di essermi avvicinata anche a Elinor Dashwood di Ragione e Sentimento;
  3. A quale libro avresti cambiato il finale e perchè?
    A Il canto della Rivolta di Suzanne Collins. Non avrei cambiato il finale, perchè i piace com'è finita la storia, avrei solo voluto che il tutto si concludesse meno bruscamente, il finale mi è sembrato un po' affrettato.
  4. Di quale personaggio vorresti leggere una nuova storia?
    Mi sarebbe piaciuto un sacco leggere un prequel di Harry otter sui Malandrini, ma la Rowling di recente ha dichiarato che non ha intenzione di scriverlo ç__ç
  5. Qual è il tuo film preferito?
    Edward Mani di Forbice di Tim Burton, con Johnny Depp e Winona Ryder;
  6. Quale film (tratto da un libro) avresti girato in un modo diverso?
    In assoluto Harry Potter e il Principe Mezzosangue. Tre quarti di quel film non sono tollerabili per un fan della Saga.
  7. Qual è la tua saga/trilogia preferita?
    Harry Potter. Non s'era capito, vero?
  8. Quale libro vorresti non fosse mai stato scritto?
    Qui probabilmente sarò banale, ma credo proprio che sia la trilogia di Cinquanta Sfumature.  Con questa trilogia credo che la letteratura mondiale abbia toccato il fondo;
  9. Ne avessi la possibilità, scriveresti un libro e di che genere?
    Ho sempre voluto scrivere un romanzo rosa. Purtroppo mi manca la dote della costanza e della perseveranza...non credo che ci riuscirò.
  10. Quale storia (narrata in un libro) ti piacerebbe vivere in prima persona?
    Mi piacerebbe molto vivere negli anni '20, e dato che di recente ho letto e adorato La stella nera di New York, direi proprio che mi piacerebbe vivere la storia di Evie.
  11. Quale personaggio libresco vorresti come migliore amico/a?
    Eh, a proposito della serie di Libba Bray, direi che mi piacerebbe un sacco avere un'amica come Evie.

Le mie risposte alle domande di Jerry:


1. Se potessi catapultarti in un romanzo quale sarebbe?Sarebbe una splendida avventura vivere negli anni '20 insieme ad Evie O'Neill del libro La stella nera di New York;

2. Qual è il libro che ha fatto la tua infanzia?La storia di una Gabbianella e del Gatto che le insegnò a volare di Luis Sepùlveda.

3. Cosa ti ha spinto ad aprire un blog?Mi piace l'idea di poter condividere i miei pensieri sui libri che leggo con altre persone che hanno la mia stessa passione, e poi è anche un ottimo modo per conoscere altri libri che altrimenti mi sarebbero rimasti sconosciuti;

4. Se fossi su un'isola deserta quale sarebbe il libro che vorresti a farti compagnia?Su un'isola deserta ci vuole un libro che avrei voglia di leggere e rileggere...in questo caso direi Marina di Carlos Ruiz Zafòn;

5.  Qual è il libro che vorresti vedere al più presto adattato sul grande schermo? Mi piacerebbe davvero vedere adattata sul grande schermo la Tetralogia del Cimitero dei Libri Dimenticati di Zafòn, ma l'autore ha più volti ribadito che non ha intenzione di vendere i diritti dei libri per la realizzazione dei film...e in fondo lo capisco, perchè probabilmente si perderebbe gran parte della magia che c'è nei libri...

6. Quale personaggio romanzesco vorresti poter incontrare?    Non è un solo personaggio, ma credo possa andar bene lo stesso: mi piacerebbe incontrare la famiglia Weasley!

7. Pensi che gli ebook modificheranno il nostro panorama editoriale?Penso proprio di si, anche se non mi piace l'idea che i libri vengano pubblicati esclusivamente in formato digitale e non in cartaceo...le pagine hanno il loro fascino!

8. Qual è il classico che secondo te non dovrebbe assolutamente mancare nello scaffale della libreria?Il Gattopardo d Giuseppe Tomasi di Lampedusa;

9. Il tuo scrittore preferito?Ce ne sono diversi, ma nella mia top 3 ci sono JK Rowling, Carlos Ruiz Zafòn e Jane Austen;

10. Leggi di tutto o prediligi un genere?Leggo un po' di tutto a dire la verità, ma prediligo i libri fantasy, paranormal romance, gialli e thriller.

11. Puoi citare l'incipit del tuo romanzo preferito in assoluto?
Una volta Marina mi disse che ricordiamo solo quello che non è mai accaduto. Sarebbe trascorsa un'infinità di tempo prima che potessi comprendere quelle parole. Ma è meglio che cominci dall'inizio, che in questo caso è la fine.
(Marina -
Carlos Ruiz Zafòn)


11 fatti random su di me:
1. Studio alla facoltà di Giurisprudenza di Palermo;
2. Sono compaesana di Valentino Picone, del duo comico Ficarra&Picone;
3. Ho imparato a leggere a 5 anni;
4. La mia città preferita in assoluto é Londra;
5. Adoro parlare in inglese e amo fondamentalmente tutto ciò che è inglese;
6. Gli scarafaggi mi impressionano come nessun altro insetto, non resisto nemmeno alla vista;
7. Non mi piace affatto l'idea di invecchiare, e probabilmente ho una forma leggera di sindrome di Peter Pan;
8. Mi piacciono tantissimo le scarpe con il tacco, ma non ci so proprio camminare;
9. Amo gli animali, soprattutto i cani e i gatti;
10. Ho una collezione enorme di orecchini;
11. Mi piace un sacco truccarmi ed è rarissimo che io esca senza senza trucco, anche solo per andare a far la spesa.

Ecco le mie domande:

1. Puoi citare la  tua frase preferita dal tuo libro preferito?
2. Secondo te è meglio che da un libro venga tratto un film o una serie tv?
3. Se potessi vivere in prima persona la storia raccontata in un romanzo, quale sceglieresti?
4. Il tuo classico preferito?
5. Il libro che hai letto nello scorso mese che ti è piaciuto di più.
6. Un ingrediente che secondo te non può mancare in un buon libro.
7. Devi partire per un lungo periodo e hai poco spazio in valigia. Quali sono i tre libri che porteresti con te?
8. Sarà capitato anche a te di "innamorarti" di un personaggio di cui hai letto. Chi era?
9. Il nome di un attore/attrice che vedresti benissimo come interprete di uno dei tuoi personaggi preferiti.
10. Qual è la tua saga/trilogia preferita?

Ed infine *rullo di tamburi* gli 11 blog che secondo me meritano di vincere!
1. A game of T.A.R.D.I.S
2. Cercatori di Libri
3. La biblioteca di Eliza
4. On the Read
5. La Bella e il Cavaliere
6. La biblioteca di Drusie